1631 0
1631 0

Articuno, il leggendario si rivela

Da ormai due giorni ininterrotti , non si fa altro che parlare della comparsa di un pokemon all’interno del gioco “Pokemon go” dalle sembianze di uno dei tre uccelli leggendari, ovvero Articuno, il pokemon uccello ghiaccio.

articuno

E’ stato quindi inevitabile che anche noi di project nerd ci interessassimo alla notizia. Vediamo cosa è esattamente successo: un pokemon dalle sembianze di Articuno ha fatto la sua comparsa in una palestra ad Ohio,  Stati Uniti. I giocatori pur rimanendo perplessi , Articuno essendo infatti un pokemon leggendario si pensasse dovesse essere rilasciato tramite qualche evento, hanno effettivamente confermato la presenza del pokemon nella palestra.

 

 

 

 

articuno_go

Inutile dire la meraviglia dei giocatori che si sono ritrovati a combattere contro, niente poco di meno di uno dei tre uccelli leggendari. Il primo pensiero che ha raggiunto inequivocabilmente la mente di tutti è stato che la foto fosse solo un falso, una tra le tante bufale di un giocatore spiritoso, epuure questa volta la cosa sembra seria.

La palestra si troverebbe nella città di Franklin, e a dimostrazione del ritrovamento ci sarebbero gli screenshot degli altri allenatori che hanno provato a iniziare una sfida in quella palestra. Qualche ora fa è stato anche pubblicato su YouTube un video di 13 secondi in cui si vede effettivamente, all’interno di una palestra, un Pokémon che ha le sembianze di un Articuno, il video è qui riportato  https://youtu.be/PLJKJLQtgLY . Sembri che la fortunata a possedere l’unico esemplare di Articuno sia l’allenatrice Kaitlyn Convey che  è stata costretta a fornire prove dell’esistenza della sua creatura leggendaria. E lo ha fatto sia su Facebook sia mediante un video (visibile qui) in cui si vede il suo smartphone, con l’app di Pokémon Go aperta, che mostra la rara creatura del gelo. Sembra che quindi la cosa possa essere effettivamente confermata , ma la domanda che tutti si pongono è in realtà un altra : Come?

La Niantic non ha ancora dichiarato niente a riguardo rendendo ancora il tutto meno verosimile, gli esperti dunque sono arrivati a diverse conclusioni per spiegare la comparsa del pokemon gelo.

Vediamo i casi più probabili:

– Un bug nel gioco, di un’anomalia tecnica simile ad altre già documentate. Diversi utenti hanno infatti denunciato di aver visto uno dei Pokémon che avevano catturato trasformarsi in un mostriciattolo del tutto diverso, quasi come se la Pokéball in particolari circostanze causasse una metamorfosi dei Pokémon. Proprio di poche ore fa è la notizia della trasformazione di un Caterpie in un Charizard (non confermata);

– L’allenatrice che dichiara di possedere Articuno avrebbe altrimenti in realtà hackerato il gioco tramite un software esterno in grado di modificare l’aspetto dei Pokémon. Articuno potrebbe essere un normale Rattata o un comunissimo Pidgey a cui è stata sovrascritta l’immagine tridimensionale del Pokémon leggendario. Insomma, una totale manipolazione;

– Un’altro caso da non trascurare è che abbia modificato direttamente il codice sorgente associato a uno dei propri Pokémon e, non si sa come, potrebbe essere riuscito a convertirlo in quello del rarissimo Pokémon:

 

– L’allenatrice sembra invece avere dichiarato che si tratti di un regalo della Niantic per scusarsi di qualcosa, non ha però fornito altri dettagli;

– Secondo alcuni, invece, Niantic avrebbe deciso di rilasciare alcuni Pokémon leggendari in giro per il mondo. Un ottimo modo per invogliare sempre più giocatori ad andare alla ricerca di Pokémon rari, non credete?

– Un’altra teoria completamente diversa dalle precedenti è che dietro Articuno si nasconda il Pokémon Ditto. L’allenatrice in questione, secondo questa versione, sarebbe stata la prima al mondo ad accorgersi di aver catturato il Pokémon ricomponibile, proprio perché si sarebbe trasformato in un mostriciattolo non ottenibile in alcuna altra maniera. A sostegno di questa versione ci sarebbe la mancanza di Ditto all’interno del Pokédex, che già nei giorni scorsi aveva portato a ipotizzare che il Pokémon mutante potesse avere nel gioco le sembianza di un uovo oppure che sarebbe arrivato solo insieme a Mewtwo:

A sostegno dell’idea che l’episodio sia una bufala o comunque un evento non previsto da Niantic c’è invece la geografia, ossia la latitudine dell’area in cui sarebbe apparso il Pokémon di ghiaccio. Secondo la tanto sbandierata distribuzione territoriale logica dei Pokémon, infatti, sarebbe stato molto più ragionevole che Articuno fosse apparso per la prima volta all’interno di uno dei circoli polari, o per lo meno in una regione terrestre in cui è inverno.

Dunque non si sa ancora cosa sia effettivamente successo ma una cosa è chiara: una giocatrice ha effettivamente un pokemon dalle sembianze di Articuno

 

 

 

In this article