milanoir

Milan Gamesweek 2017: Intervista a Italo Games [Milanoir]

293 0

Avevamo già incontrato Italo Games nel corso della Gamesweek 2016, giusto un anno fa. Al tempo avevamo capito sin da subito di essere davanti a qualcosa di pregevole perché alla fine, diciamocelo bene: non capita tutti i giorni di provare con mano un videogioco ambientato nei quartieri più iconici di Milano. Forti di una grande carica emotiva e di un carisma tutto italiano supportato anche da una Vespa 50 portata presso la postazione di prova, MilaNoir ritorna a Milano per una nuova volta in vista del suo immediato rilascio su praticamente tutte le piattaforme disponibili sul mercato.

Il progetto è infatti finito sotto l’ala finanziaria di un publisher internazionale che ha permesso agli sviluppatori di terminare e rifinire il titolo nei migliori dei modi. Attualmente Milanoir è infatti completo e l’avventura anni ’70 milanese per eccellenza approderà nelle prossime settimane su Steam, Playstation 4, Xbox One e anche Nintendo Switch. Il solo fatto che l’opera di Italo Games sarà acquistabile su così tante piattaforme mi fa capire quanto lo sviluppatore e il publisher credano nel progetto italiano, cosa che non può che farmi piacere. Sinceramente parlando però, credo che io acquisterò Milanoir su Nintendo Switch: la sua grafica in Pixel Art e il suo gameplay frenetico e violento ben si sposano con le caratteristiche della console ibrida nipponica la quale, secondo me, si figura come il terreno di gioco migliore per produzioni di questo tipo.

In ogni caso, se non avevate letto la nostra anteprima di Milanoir riguardo alla versione portata alla Milan Gamesweek 2016, dovete sapere che Milanoir è un titolo tutto italiano e sviluppato a Milano e che promette di far vivere al giocatore una storia dal tocco noir a colpi di pistola e armi da fuoco. La particolarità del gioco è sicuramente la sua ambientazione: la Milano degli anni ’70 ben si presta a essere vissuta in forma videoludica e il solo fatto che in copertina figuri un’Alfa Romeo Alfetta fa ben capire le intenzioni del gioco.

Abbiamo quindi intervistato i ragazzi di Italo Games che prontamente ci hanno aggiornato sulle ultime novità di Milanoir. Potete trovare la videointervista proprio qui sotto assieme al trailer del gioco.

AgosRogger

AgosRogger

Tosto come un Krogan, gli piace essere graffiante e provocante per scoprire cosa il lettore pensa dei suoi strani pensieri da filosofo videoludico. Adora i lupi, gli eventi atmosferici estremi, il romanticismo e Napoleone.