giocomix-immagine-ev

GioCoMix 2017, Intervista a Livio Gambarini Undicesima Edizione GioCoMix, intervista a Livio Gambarini, autore di Eternal War - Gli Eserciti dei Santi

3891 0

Durante l’11° edizione del GioCoMix, ProjectNerd ha avuto il piacere di incontrare e poter intervistare Livio Gambarini.
Classe 1986 e bergamasco d’origine, è scrittore, editor e insegnante di narrativa.
Tutor e docente del corso di Alta Formazione Il piacere della scrittura dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, tra il 2011 e il 2015 ha curato progetti editoriali per il portale LaTelaNera.com.
Co-sceneggiatore dei videogiochi Fangold e Land of Britain di Potato Killer Studio, ha parallelamente intrapreso la strada della sceneggiatura cinematografica.
Le sue storie hanno ricevuto premi e menzioni in concorsi letterari come Chrysalide (Mondadori), Parole di Vapore (Liberodiscrivere) e Scrittori in Carrozza (Ponte alle Grazie).
Il romanzo d’esordio Le Colpe dei Padri, ambientato nella Lombardia del 1300, è stato il best seller della casa editrice Silele Edizioni e ha inaugurato una trilogia a cui è seguito I Segreti delle Madri.
Il romanzo Eternal WarGli Eserciti dei Santi (Acheron Books) è stato finalista del Premio Italia come miglior romanzo fantasy italiano del 2015, riscuotendo apprezzamenti per la rivisitazione della Firenze di Guido Cavalcanti e Dante Alighieri, in cui fatti storici si inseriscono in una cornice di magia, folklore e avventura che racchiude gli incubi e le meraviglie dell’immaginazione classica e medievale.

Annina

Annina

Nata nel vicinissimo 1984, completa gli studi presso il Liceo Classico Dettori, a Cagliari. La curiosità innata e l'amore per la scrittura sono alla base di ogni sua passione: dalla primissima per i fumetti di "Topolino", con una collezione di centinaia di volumi, a quella per anime, telefilm e film ricercati e rigorosamente selezionati. La passione per i giochi da tavolo e i mattoncini Lego l'accompagnano fin dall'infanzia, e ancora oggi sono parte integrante del suo tempo libero. Segue con ostinazione il motto "coltiva sempre il bambino che c'è in te".