giocomix-immagine-ev

GioCoMix 2017, intervista ai fratelli Rincione Undicesima Edizione GioCoMix 2017, intervista a Marco e Giulio Rincione

3893 0

Durante l’undicesima edizione del GioCoMix, ProjectNerd ha avuto il piacere di conoscere e intervistare i fratelli Rincione.

Marco Rincione (1990) sceneggia fumetti e scrive racconti dopo la laurea in filosofia.
È autore dei fumetti “Paperi” e “#Like4Like” (Shockdom) e traduttore occasionale per la rivista online Crapula Club (crapula.it).
Ogni tanto aggiorna il suo blog di racconti brevi, “Parole senza inchiostro” (marcorincione.wordpress.com).

Giulio Rincione, fumettista e illustratore Palermitano (classe ’90), esordisce nel mondo del fumetto nel 2012, col suo primo fumetto “C” pubblicato su Verticalismi.
Dopo un anno di autoproduzione, approda in Shockdom e firma “Noumeno” e “Noumeno 2” sotto i testi di Staiano e Caputo, mentre il suo primo grafic novel da autore completo è “Paranoiae” (2015).
Insieme al fratello Marco Rincione, e sempre per shockdom, realizza la trilogia “Paperi” nel 2016 e “Vite di Carta” nel 2017.
Collabora inoltre con la Sergio Bonelli Editore, per la quale ha realizzato alcune tavole di Orfani, un episodio di Dylan Dog – color fest, un episodio di 4hoods e un “grouchino” scritto insieme al fratello Marco.
Ha collaborato inoltre come copertinista con Marsilio editore (Nudi come siamo stati di Ivano Porpora) ed Edizioni Inkiostro (Torture garden).

Annina

Annina

Nata nel vicinissimo 1984, completa gli studi presso il Liceo Classico Dettori, a Cagliari. La curiosità innata e l'amore per la scrittura sono alla base di ogni sua passione: dalla primissima per i fumetti di "Topolino", con una collezione di centinaia di volumi, a quella per anime, telefilm e film ricercati e rigorosamente selezionati. La passione per i giochi da tavolo e i mattoncini Lego l'accompagnano fin dall'infanzia, e ancora oggi sono parte integrante del suo tempo libero. Segue con ostinazione il motto "coltiva sempre il bambino che c'è in te".