Nintendo Mobile: free-to-start è il modello preferito

894 3

Si sa: Play store e App Store sono sono piene di app pattume. Per quanto riguarda i videogames, la stra-grande maggioranza dei prodotti proposti adotta il modello free to play in modo assai controverso, chiedendo ai giocatori denaro proprio nei momenti meno propizi. Pagare per fare qualche livello in più al giorno o per ricevere un’arma obbligatoria per proseguire nell’avventura mobile preferita, ha sicuramente allontanato masse di videogiocatori dai dispositivi mobili.

Il modello free-to-play è associato ai prodotti di scarsa qualità e noi di Nintendo non vogliamo adottarlo

Fa sapere Satoru Iwata, presidente di Nintendo, parlando agli investitori dell’azienda giapponese all’annuale meeting

BN-DC933_Ninten_G_20140606061051
Satoru Iwata parla agli investitori della società

Noi preferiamo il modello “Free-to-Start“: faremo provare parte dei nostri prodotti ai videogiocatori interessati e, se vorranno, potranno acquistare la versione completa e terminare il loro videogioco preferito nella certezza di non dover più sborsare un centesimo. Inoltre, tale modello ci permetterà di proporre titoli di qualità nei riguardi degli standard Nintendo.

Insomma: sembra che l’accordo DeNa/Nintendo stia dando i suoi frutti. Siete d’accordo con Iwata? Giusto per ricordare, anche Blizzard ha implementato da tempo tale sistema il che ha permesso a una moltitudine di giocatori di scegliere se acquistare i loro titoli: uno strumento decisamente utile ai consumatori.

 

In ogni caso, fa sapere Iwata, altri dettagli sulle produzioni mobili arriveranno a fine anno.

Marco Masotina

Tosto come un Krogan, gli piace essere graffiante e provocante per scoprire cosa il lettore pensa dei suoi strani pensieri da filosofo videoludico. Adora i lupi, gli eventi atmosferici estremi, il romanticismo e Napoleone.

There are 3 comments

  1. Io sono decisamente interessato ai titoli Nintendo. Se una società di 150 anni ha visto qualcosa in questo settore, allora i videogiochi per smartphone possono davvero fare il salto di qualità. W Nintendo!

  2. Sono assolutamente d’accordo! Non vedo l’ora di vedere i titoli Nintendo ridisegnati per iPad e iPhone! Conoscendo Nintendo non è escluso che faccia già integrazione con l’Apple Watch o cose del genere!

    1. Basta che ProjectNX soddisfi davvero i miei bisogni anche se, teorizzo io, secondo gli indizi disseminati da Nintendo, probabilmente sarà molto legata agli smartphone

Comments are closed.