AESVI ha un nuovo presidente: è Paolo Chisari

998 0

Sono onorato di aver ricevuto l’incarico di Presidente AESVI e ringrazio i soci per la fiducia che mi hanno dimostrato, oltre che il mio predecessore Andrea Persegati per l’ottimo lavoro svolto

Con queste parole il nuovo Presidente di AESVI, Paolo Chisari, ha aperto le danze per il nuovo mandato biennale per la dirigenza dell’Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani che dopo due anni di ben gestione con Andrea Persegati, entra nelle mani di Chisari con la consapevolezza di crescere sempre di più.

Paolo-Chiasari
Sappiatelo Donne, il Sig. Paolo è già sposato..

Nato nel 1966, Paolo ha ottenuto numerosi successi nella sua vita lavorando sempre a stretto contatto con i videogiochi. Dapprima collaborando ad alcuni importanti progetti per IBM e poi intraprendendo una carriera negli anni ’90 per conto di CTO, distributore di videogiochi Bolognese, partendo da semplice impiegato e arrivando alla posizione massima di Direttore delle Vendite, viene nominato nel 2003 General Manager di Activision Italia e successivamente General Manager e Senior Director Italy & Emerging Markets per la stessa azienda, diventando praticamente il capo del mondo.

Nonostante alcuni pensano che noi italiani non ricopriamo ruoli importanti nell’industria videoludica, Chisari è l’esempio adatto per controbatterli.

L’industria dei videogiochi si trova oggi in una fase molto importante del suo sviluppo da diversi punti di vista: tecnologia, mercato, pubblico di riferimento e filiera produttiva. Il mio preciso impegno come Presidente dell’Associazione sarà quello di trasferire le opportunità che il nostro settore può offrire per lo sviluppo economico, sociale e culturale del Paese verso le istituzioni, i media e i consumatori.

Noi di Project Nerd non possiamo che essere felici che AESVI sia diretto da una personalità così importante per l’industria videoludica e il nostro augurio è che AESVI così come l’intera industria italiana, possano crescere e prosperare nel miglior modo possibile

Marco Masotina

Marco Masotina

Tosto come un Krogan, gli piace essere graffiante e provocante per scoprire cosa il lettore pensa dei suoi strani pensieri da filosofo videoludico. Adora i lupi, gli eventi atmosferici estremi, il romanticismo e Napoleone.

There are 1 comments

Comments are closed.