DOTA 2 perde utenti. Di chi è la colpa?

1646 0

 

Diciamoci la verità: i MOBA piacciono a tutti e ce ne sono per tutti i gusti. C’è quello in cui una partita dura un’ora, quello da mezz’ora, quell’altro con più eroi di supporto e così via. E’ impossibile restare indifferenti al potenziale e alla varietà delle partite dei MOBA. Tanti fattori, tanti eroi, tante abilità. Ma niente dura per sempre.

 

Uno dei pù celebri titoli di questo genere, DOTA 2 (Valve) avrebbe perso circa il 15% dell’utenza. A dimostrarlo sono i dati di Steamcharts, che mostrano una riduzione dei giocatori di quasi 100.000, passando da 607.000 circa a 510.000 circa negli ultimi due mesi.

 

Le cause sarebbero diverse. In primis l’alto numero di bug che l’ultimo update ha portato e l’assenza di vere novità nel gameplay.

 

Di sicuro, Heroes of the Storm di casa Blizzard ha portato via una fetta di utenti, con le sue partite di 20 minuti e un’importante novità come gli eventi, che aggiungono altra strategia a un genere che è rimasto invariato per tanti anni.

 

Steamcharts sottolinea come un’ulteriore conferma sia stato il calo di interesse nella finale del torneo The International, ovvero il torneo più importante di DOTA 2.

 

 

Ricordiamo che Valve ha annunciato DOTA 2 Reborn, di cui si non si sà molto per poter giudicare ma noi di PJN, per quanto fan di Heroes of the Storm, non mancheremo di seguire Valve nella sua missione.

 

4423614055360928595_steamworkshop_webuoad_previewfile_215508497_preview

Daniel Mars

Daniel Mars

Tanti anni sui videogiochi lo hanno convinto che non esiste niente di più importante del GAMEPLAY quando si parla di Gaming. Nonostante illustri capolavori moderni come Fallout 3 o il primo Dead Space, resta ancorato al passato con giochi come Earthworm Jim, Killer Istinct e Megaman X. E' anche fissato con gli X-Men, Donnie Darko e il Monopoly.