[NdM] Ottobre 2015: Luca Buzzi

1743 2

luca_buzzi_ottobre

Ed eccoci arrivati al terzo appuntamento del Nerd del Mese.
Per questo mese abbiamo intervistato Luca Buzzi, cosplayer di fama internazionale, che ha rappresentato l’Italia ai campionati mondiali di Cosplay a Nagoya!

Ecco la scheda nerd:
[nerd_del_mese id=”201510″]

Daniel: Puoi raccontarci com’è stato vivere questo WCS?
Luca: Per me che ritornavo al WCS dopo l’esperienza del 2010 e del 2011 (nel 2010 come rappresentante e nel 2011 come campione uscente) è stato davvero bello poter vivere nuove esperieneze in qualcosa che riesce ad essere sempre un sogno.
 
sagitter17Daniel: Cosa si prova a rappresentare un intero paese in una gara importante come quella al WCS?
Luca: Tendo a non pensare alla responsabilità della cosa concentrandomi a fare ciò che ho in mente nel miglior modo possibile e a vivere l’eseperienza a pieno.
 
Daniel: Com’è stata l’accoglienza al vostro ritorno?
Luca: Devo dire che non mi aspettavo il numero di inviti che abbiamo ricevuto, mi sento quasi un VIPS 🙂
 
Spadin: Quali sono i cosplay che ricordi con più interesse?
Luca: Amando Zelda non posso che apprezzare il lavoro dei messicani che hanno vinto con Majora. In generale ho poi apprezzato il lavoro delle ragazze delle Filippine sia alla finale che al Red Carpet. Non avrei mai immaginato di vedere la finta ciurma di cappello di paglia intrepretata dai ragazzi di Taiwan in diversi eventi!
 
News51205Daniel: Puoi parlarci del vostro cosplay? Quanto tempo ha richiesto la realizzazione?
Luca: Gli Eva sono stati un lunghissimo lavoro iniziato 4 anni fa con la modellazione in 3D dei pezzi, poi la realizzazione degli stampi grezzi in mdf con la CNC seguita dalla rifinitura a mano e la termoformatura in plastica. A questo si è aggiunta un sacco di elettronica sia sui costumi che sulla scenografia con rifiniture e ripartenze innumerevoli
 
Spadin: Hai progetti futuri?
Luca: Io vorrei imparare a fare mascotte/pupazzi o mostri in lattice abbandondando per un pò la termoforamtura. Nel contempo mi piacerebbe fare gruppo con mia moglie e vedere cosa riusciamo a combinare insieme
 
Spadin: Qual’è il ricordo più bello che custodisci di questa esperienza?
Luca: Ce ne sono davero tanti, penso però che l’emozione di cominciare la finale con una sfilata sul palco è qualcosa di indimenticabile e stupendo.
 
Daniel: Quali consigli puoi dare a chi decide di fare cosplay?
Luca: Inanzitutto non scoraggiarsi! Col tempo, l’esercizio e qualche sacrificio si fa tutto! E’ meglio comunque non partire dal costume impossibile ma far proprie le tecniche  con costumi più semplici per arrivare a quelli complessi quando si ha padronananza con i materiali e la loro lavorazione.
 
Daniel: Oltre al cosplay, hai altre passioni?
Luca: Adoro i videogiochi Nintendo e mi piace andare in bicicletta
 
Spadin: Quali saranno i prossimi eventi in cui avremo modo di veder te ed il tuo compagno di avventure Manuel Capitani?
Luca: Ce ne sono diversi, ma al Romics dove dovremo passare il testimone ad una nuova coppia e ovviamente Lucca!
 
Spadin: Un ricordo piacevole ed uno negativo del Giappone!
Luca: E’ stata estremamente divertente l’ultima serata dell’evento ad un hotel con terme passate assieme a tutti gli altri rappresentanti, tra cibo, karaoke e tanti momenti di allegria e voglia di divertirsi!
Non altrettanto bello è stato avere la febbre alta il giorno prima della gara per un’influenza che ha colpito parecchie persone.
 
Daniel: Avete avuto aiuti particolari per realizzare i vostri cosplay degli Eva?
Luca: Di aiuti ne abbiamo avuti tanti! I più importatni sono stati quelli di Claudio, il padre di Manuel la cui elettronica e capacità di realizzare meccanismi hanno reso possibili tante nostre fantasie. Altra persona importante è stata mia moglie Valentina (conosciuta per altro al WCS 2010 in quanto rappresentante messicana) che ha contribuito con le sue capacità sartoraili e diverse buone idee sui costumi…peccato che pare sia stata più di aiuto ai messicani vincitori che l’hanno definita loro maestra! 🙂
 
Spadin: perché proprio Evangelion?
Luca: Evangelion è uno dei miei anime preferiti e ho adorato il secondo film della nuova serie. Inoltre volevo cimentarmi nella costruzione dei robottoni e desideravo tanto riprodurre una delle scene più violente come la distruzione dell’Eva03.
Ora un po’ di domande di carattere generale nerd:
Spadin: Se ti dico Guybrush Treepwood cosa rispondi?
Luca: Monkey Kombat!
Spadin: Se ti dico DLC cosa ti viene in mente?
Luca: Soldi da spendere
Spadin: Hai mai letto fumetti? Se sì, preferite Manga o Comics?
Luca: Manga, è sempre lo stesso autore che li scrive senza reinterpretare o “snaturare i personaggi”.
Spadin: Qual’è il tuo anime preferito? (dopo Evangelion ovviamente)
Luca: In realtà Evangelion è solo il terzo, prima ci sono Conan ragazzo del futuro e il Mistero della pietra Azzurra
 
Ed ora le domande conclusive:
Spadin: Ti senti nerd? se sì, cosa ti fa essere un nerd?
Luca: Sono orgoglioso di far parte della cerchia nerd da quando non eravamo minimamente rispettati!
Sono un ingegnere informatico, misogino, credente in Nintendo e Google, che odia giacca e cravatta e si è sposato vestito da Shinji in divisa scolastica facendo il pranzo in un laser game. Ho quasi dato fuoco alla casa nella lavorazione per gli Eva una settimana prima di sposarmi; chi non mi consce, vedendo casa mia, pensa sia un museo; mi dicono che assomiglio sia fisicamente che caratterialmente a Sheldon: devo aggiungere altro?
 
Spadin: Cosa vuoi dire ai nostri internauti che ti leggono?
Luca: Continuate a sognare e a divertirvi con le vostre passioni; mettetevi alla prova, potrete scoprire di saper fare cose che non vi sareste mai aspettati!
eva_03___eva_01_romics_by_luca_buzzi-d82xbaw
Iarin Fabbri

Iarin Fabbri

Spadin (alias Iarin Fabbri) è uno dei fondatori di Project Nerd. E' socio fondatore di Webbare.it che è l'azienda che si occupa di tutto lo sviluppo software e montaggi video e grafica per Project Nerd. Spadin è esperto di retrogaming e comics, più che esperto, possiamo definirlo memoria storica, e si tiene informato sulle serie tv e i cine-comics

There are 2 comments

Comments are closed.