Ken Levine: “giochi single player morti”

1334 0

Le parole di Ken Levine sono dure, difficili da accettare, ma forse veritiere. Effettivamente, nonostante non si autoproclami “genio” come Hideo Kojima, Ken Levine e il suo team, Irrational Games, hanno contribuito alla creazione di titolo tutti passati nella storia, tra cui System Shock 2 e Bioshock. Tutte queeste esperienze, condividono una profondissima e incredibile modalità in singolo che permette al giocatore di tuffarsi all’interno di avventura al limite dell’inimmaginabile.

Ma se tali sviluppatori lo hanno immaginato e successivamente creato, vuol dire che proprio loro sono dei geni

bioshock_infinite_alternatecover_falling
Bioshock Infinite è stata una delle mie esperienze videoludiche più intense e stimolanti di sempre. Voto? INESTIMABILE

Sta di fatto che l’ex-capo di questo favoloso studios ha esortato affermando quanto la creazione di titoli esclusivamente single player, per quanto possano essere ben fatti e interessanti, sia una attività sempre più rara e rischiosa, il che porta le grandi aziende a escludere a priori la creazione di un progetto votato esclusivamente al singolo giocatore:

I giochi stile BioShock sono sempre meno diffusi e popolari,sono titoli sono costosi da realizzare e i giocatori hanno più volte fatto chiaramente capire che vogliono spendere il loro denaro per esperienze durature. Non è semplice sviluppare un progetto ad alto budget e venderlo ad alto prezzo, a meno che questo non sia capace di assicurare divertimento a lungo termine. Dopo aver terminato lo sviluppo di BioShock Infinite abbiamo iniziato a sperimentare, attualmente stiamo creando un gioco open world dall’impronta fortemente narrativa e che sia fortemente rigiocabile, permettendo al giocatore di agire liberamente in ogni situazione.

Open world.

Ken Levine.

Sperimentale.

OGGI E’ UN GRANDE GIORNO PER IL PIANETA TERRA!

Ken-Levine.
Cioè, dai: quanto è figo? Se fossi omosessuale..

Adoro i giochi di Levine e company. Non posso farci nulla, è più forte di me. Comprendere che gli stessi creatori di Infinite stanno lavorando a un Open World con una forte impronta narrativa e quindi altamente rigiocabile, mi rende felice come una pasqua. Prima di tutto perché a me piacciono gli Open World, e poi cazzo: un Open World sviluppato dal team di Ken Levine! E’ come sapere che un nuovo messia scenderà presto in terra per permetterci di avere sconti Steam per tutto l’anno!

Io non vedo l’ora di vedere cosa tirerà fuori il team dal suo cilindro magico, tuttavia è giusto ricordare che Irrational Games, dopo circa 15 anni di attività, è purtroppo fallita. In ogni caso, giusto per informare il pubblico, fallire di punto in bianco vuol dire non pagare i debiti e non pagare i debiti (nel caso si siano attivate le dovute “furbate”), vuol dire spassarsela davvero.

E spassarsela davvero, per Levine, vuol dire videogames CAPOLAVORO.

Marco Masotina

Tosto come un Krogan, gli piace essere graffiante e provocante per scoprire cosa il lettore pensa dei suoi strani pensieri da filosofo videoludico. Adora i lupi, gli eventi atmosferici estremi, il romanticismo e Napoleone.