Gordian – Approfondimento

6798 0

Gordian: uno dei classici degli anni 80/90, una ventata di novità negli anime robottoni di quel periodo


Toshi Gordian (Il combattente Gordian)
1979 – Tatsunoko Production 72 episodi
[embedyt] http://www.youtube.com/watch?v=UWOQNQMqwUE[/embedyt] [embedyt] http://www.youtube.com/watch?v=k7dm5Gx8xUo[/embedyt]


Negli anni ottanta del ventesimo secolo una tremenda catastrofe si abbattè sull’Umanità: il pianeta Ricones penetrò nel sistema solare attraversando le orbite della Terra e di Marte, seguito da uno sciame di asteroidi. Una pioggia di meteoriti si abbattè sul nostro pianeta con effetti catastrofici, e le calamità naturali che ne derivarono la ridussero quasi interamente ad un vasto deserto decimando la popolazione umana.
I superstiti iniziarono una lenta opera di ricostruzione, edificando delle nuove città stato. Tra le più importanti si distinse Victor City, una città fondata soprattutto grazie al genio del professor Kyotaro Otaki, studioso di biochimica spaziale.
Nei pressi di Victor City lo scienziato realizzò anche una base segreta, Santore, da impiegare come sede per il Progetto X. Tale progetto prevedeva misure e contromisure da adottare per evitare una seconda catastrofe cosmica che avrebbe potuto minacciare nuovamente l’umanità.
Il professor Otaki venne ucciso da un fuorilegge ma, con l’aiuto della figlia maggiore Saori, riuscì prima di spirare a raggiungere l’interno di Santore e trasferire la sua coscienza all’interno dei computer dell’installazione, per poter proseguire il suo Progetto.
Anni addietro lo scienziato aveva rinvenuto sulla superficie terrestre del materiale da uno dei satelliti di Ricones e ne aveva estratto uno speciale minerale dalle proprietà sorprendenti, l’X-Tron. Scoprì che con questa sostanza era possibile realizzare una indistruttibile corazza protettiva attorno ad un corpo umano. Per far ciò era necessario un procedimento di purficazione di tale materiale e per questo Otaki aveva realizzato sotto Victor City un ambiente adatto a questo scopo.
Conscio del valore della sua scoperta e sapendo che l’X-Tron avrebbe potuto finire nelle mani sbagliate, lo scienziato costruì tre robot da battaglia per proteggere Victor City e le sue scoperte: il Protesser, il Dellinger e il Garbin, tre automi di dimensioni crescenti in grado di incastrarsi uno all’interno dell’altro per formare il più potente Gordian.Sedici anni dopo l’assassinio del professore, Victor City si trova assediata dall’esercito Madocter, appartenenti ad una dinastia la cui origine si perde nella notte dei tempi, a partire dalla civiltà egiziana passando per tutti i personaggi storici di grande importanza e che hanno giocato un ruolo cruciale nella storia dell’umanità, come Cleopatra, Gengis Khan, Maria Antonietta, Napoleone, Otto Von Bismarck, Hitler, e molti altri. L’obiettivo di questa dinastia, autoproclamatasi razza eletta, è quello di eliminare gli esseri umani, considerati inferiori, e acquisire le conoscenze del Progetto X, così come è scritto nell’Apocalisse del Gran Maestro Dokuma, sovrano indiscusso della loro razza.
Daigo Otaki è un giovane scapestrato, con la passione del football americano, che cresce nel tranquillo Cape Village, allevato dallo zio Gen poichè convinto di essere orfano di entrambi i genitori. All’età di 17 anni, accompagnato dalla fedele pantera-robot Clint, decide di arruolarsi nelle file dell’esercito dei Mechacon di Victor City, per fare la sua parte nella guerra contro i terribili Madocter.
Daigo scopre di avere una sorella maggiore, Saori, che vive nella base segreta di Santore e che lo mette a conoscenza degli avvenimenti accorsi a suo padre e soprattutto dell’esistenza di Gordian, il robot progettato appositamente per entrare in sicronia con il corpo e la mente del ragazzo.
Tra le varie sconvolgenti novità, Daigo viene a conoscenza del fatto che lui e la sorella sono stati sottoposti dal padre a degli esperimenti per il progetto X e che la Terra è destinata alla distruzione, in quanto è previsto che vi sarà una seconda catastrofe molto più devastante della precedente.
Pilotando il Gordian, ma senza svelare la sua identità, Daigo diventa il paladino di Victor City, fronteggiando e respingendo gli attacchi Madocter e dando man forte al limitato esercito cittadino.
Un primo punto di svolta si verifica quando Daigo, nel corso di una battaglia, giunge accidentalmente nei sotterranei di Victor City dove viene a contatto con l’X-Tron, il materiale scoperto dal padre in grado di scambiare “energia emozionale”, l’elemento costituente del progetto X. L’X-Tron è anche l’energia che alimenta Gordian e dopo quanto accaduto, il robot risulta ulteriormente potenziato, con nuove armi e una nuova incredibile potenza distruttiva.
La guerra tra Mechacon e Madocter per il possesso di Victor City si fa sempre più aspra fino a che quest’ultimi riescono ad impossessarsi della città; i Mechacon e buona parte dei civili della città trovano rifugio nella base di Santore, dotata al suo interno anche numerosi moduli abitativi.
La guerra continua: i Madocter, controllando la città, si sentono sempre più vicini alla scoperta del Progetto X mentre i Mechacon, staziati a Santore, scoprono che è Daigo a pilotare Gordian.
Quando la guerra ha raggiunto un momento di stallo i terrestri scoprono il leggendario Schermo del Sole, un particolare fenomeno naturale che si narra apparire solo nell’imminenza di una catastrofe. Tale leggenda è stata profetizzata sia dalla popolazione indiana che dai Madocter, e si presenta come un affascinante quanto enigmatico fenomeno naturale, e che la scienza ufficiale non sa spiegare.
Lo schermo compare improvvisamente nella vallata di Santore, dall’epicentro del quale parte uno strano raggio luminoso; Geronimo e i suoi uomini (ai quali si aggrega anche Roset) decidono di seguire il raggio, per dare una risposta al grande enigma. Seguendo la traccia marcata il gruppo raggiunge le rovine di Kanado dove viene scoperta una antichissima astronave aliena all’interno della quale incontrano Adam III, abitante dell’antico pianeta Estrom che li accoglie e racconta loro la sua storia.
Cinquantamila anni fa Ricones si avvicinò al Sistema Solare ed il popolo di Estrom, satellite di Ricones, venne in contatto con l’evoluta cività sviluppata sul pianeta Dokma (corrispondente all’attuale Marte). Ben presto le due civiltà iniziarono una tremenda guerra, il cui prezzo fu la quasi completa estinzione delle due razze. I sopravvissuti di entrambe le fazioni decisero allora di rifugiarsi sulla Terra, sulla quale trovarono l’uomo di Neanderthal. Gli scienziati, combinando i loro geni con quelli del nostro primitivo antenato, riuscirono a ottenere due specie, sufficientemente forti per sopravvivere e proliferare: gli Estromiani diedero vita all’Homo Sapiens, mentre i Dokma crearono i Madocter.
Adam III rivela anche l’esistenza di una gigantesca astronave, l’Anoha, realizzata per fuggire dalla Terra in caso di una nuova catastrofe e abbandonare il pianeta per raggiungere nuovi mondi.
La tragedia infatti è imminente, perchè Ugape, uno degli asteroidi che accompagnava Ricones, è entrato nell’orbita terrestre e si prevedono conseguenza terribili per il pianeta, anticipate da cataclismi causati da una discontinuità di irradiazione solare, per il nucleo di X-Tron del corpo celeste.
La spedizione, guidata dallo Schermo del Sole, riesce a trovare la nave spaziale lasciata dai discendenti di Estrom ma scoprono che i motori principali, per poter essere avviati, necessitano di X-Tron. Inizia un nuovo conflitto tra umani e Madocter per la conquista dell’astronave, che raggiunge livelli veramente drammatici.
Gli scienziati di Santore, con l’aiuto del prof. Otaki, scoprono un metodo per sfruttare l’energia dell’X-Tron e convogliarla dentro l’Anoha, ma la stessa scoperta viene fatta anche dai Madocter.
Ne segue una cruenta battaglia: Gordian porta i terrestri alla vittoria ma Victor City ne esce completamente rasa al suolo. Gli eroi pagano a caro prezzo questo trionfo: il prof.Otaki ha dovuto sacrificare la sua esistenza elettronica e trasferire l’energia che alimentava il suo computer ai cannoni X-Tron, necessari per vincere la battaglia finale.Dokuma, rivelatasi un’entità bio-tecnologica costituita da un grosso cervello collegato con dei computer, fugge nello spazio insieme ai suoi seguaci.
Le conseguenze della prossimità di Ugape hanno condizionato il clima del pianeta: la Terra si trova ormai sotto la morsa del gelo e inizia la cosiddetta Nuova Era Glaciale. La popolazione di Santore si divide in due: una parte che decide di affrontare il viaggio siderale alla ricerca di un pianeta ideale imbarcandosi sull’Anoha, e una parte, capitanata da Geronimo, che preferisce rimanere sul pianeta fra le mura di Santore, solido rifugio alimentato dall’X-Tron.
Le vicende si spostano così nello spazio, dove continua il conflitto per la sopravvivenza tra terrestri e Madocter.

Gli eroi
_Daigo Otaki è il ragazzo protagonista della serie. Figlio del brillante scienziato Kyotaro Otaki viene però cresciuto dallo zio Gen, nella città di Cape Village, dove diventa un promettente giocatore di football americano. Lascia il villaggio per arruolarsi nell’esercito dei Mechacon anche se si rivela essere un soldato alquanto svogliato e indisciplinato. Durante una battaglia incontra Saori, una ragazza che si dichiara essere sua sorella maggiore. Ella lo mette al corrente del padre deceduto e del fatto che lui può trasformarsi in Gordian, un gigantesco robot creato appositamente per lui per poter combattere le forze nemiche dei Madocter.Accettando con molte reticenze questo ruolo, si rivelerà il paladino della giustizia salvando più volte la città di Victor City.
Nei colloqui con la sorella egli scopre che da piccoli i due furono sottoposti ad esperimenti per l’avanzamento del Progetto X e sul corpo del ragazzo, quando questi era piccolo, furono trapiantati dei congegni per interfacciarlo con il Gordian, e scambiare con il robot “energia emozionale”

_Clint è la pantera robot di Daigo. Fedele compagna di avventure, aiuta il ragazzo nei combattimenti corpo a corpo avventandosi anche contro i mezzi meccanici nemici.Morirà nell’ultima puntata durante un combattimento nello spazio per salvare Gordian da morte sicura.

_Saori Otaki E’ la sorella maggiore di Daigo. A differenza del fratello, la ragazza vive con il padre fino al momento del suo assassinio. Dopo aver aiutato il genitore a raggiungere Santore per trasferire la sua coscienza in un computer prima dei affrontare la morte, il padre la nomina custode della base, mettendola al corrente dell’esistenza del fratello e del fatto che sarebbe ricomparso 16 anni più tardi per diventare il pilota di Gordian.
Calma e responsabile, Saori gioca un ruolo quasi materno con il fratello minore, di cui deve spesso controllare l’irruenza e l’istintività, ma grande è il loro legame affettivo anche se scoperto in età adulta.

_Kyotaro Otaki Studioso di biochimica spaziale, Kyotaro Otaki è il padre di Daigo e Saori ed è lo scienziato che ha concepito e realizzato il Progetto X, una fonte di energia alternativa in grado di salvare l’Umanità dallla seconda catastrofe spaziale. Viene assassinato dal mercenario Cross Cross, che lo uccide per sbaglio credendolo un abile pistolero. Prima di morire però lo scienziato si fa portare dalla figlia Saori, ancora bambina, a Santore, la base ipertecnologica da lui realizzata all’interno di una montagna. Giunto sul posto Kyotaro riesce a trasferire la sua mente in un computer e sopravvivere come entità virtuale per proseguire il suo Progetto X.
_Barry Hawk Capitano delle Forze Mechacon e diretto superiore di Daigo. Grande amico del ragazzo, lo leva spesso dai guai combinati durante la permanenza nell’esercito.
_Roset Ragazzina della base di Santore che aiuta Daigo e Saori a custodire il segreto della base e portare avanti i progetti del professor Otaki. E’ spesso in compagnia del piccolo Chokoma.
Verso la fine della serie si legherà all’indiano Geronimo, con il quale deciderà di restare assieme alla fazione di terrestri che non si imbarcherà sull’Anoha.
_Chokoma Ragazzetto orfano della base di Santore che, insieme a Roset, collabora con Saori.

_Dalph Grasso soldato dell’esercito Mechacon. E’ il compagno di stanza di Daigo nonchè suo grande amico. Presentato come un grasso fannullone dalle abitudini strampalate, Dalf nella serie rivelerà un grande coraggio e notevole determinazione nella guerra contro il nemico, aiutando più volte il giovane eroe.
_Peggy Ragazza soldato dell’esercito Mechacon e girlfriend “non ufficiale” di Daigo. Stizzosa e irascibile, Peggy nascone dietro questi atteggiamenti scontrosi una grande attrazione per Daigo.

I nemici
I Madocter Organizzazione di stampo militare la cui origine si perde nella notte dei tempi, a partire dalla civiltà egiziana passando per tutti i personaggi storici di grande importanza e che hanno giocato un ruolo cruciale nella storia dell’umanità, come Cleopatra, Gengis Khan, Maria Antonietta, Napoleone, Otto Von Bismarck, Hitler, e molti altri. L’obiettivo di questa dinastia, autoproclamatasi razza eletta, è quello di eliminare gli esseri umani, considerati inferiori, e acquisire le conoscenze del Progetto X, così come è scritto nell’Apocalisse del Gran Maestro Dokuma, sovrano indiscusso della loro razza.
In realtà i Madocter sono originari del pianeta Dokma (corrispondente all’attuale Marte) che cinquantamila anni prima dovette migrare sulla Terra per sopravvivere al conflitto con la razza spaziale di Estrom.
Gli scienziati Madocter, come quelli di Estrom, dovettero combinare i loro geni con quelli dell’uomo di Neanderthal per ottenere una specie sufficientemente forte per sopravvivere e proliferare: mentre gli Estromiani diedero vita all’Homo Sapiens, i Dokma crearono i Madocter.
_Il Gran Maestro Dokuma Entità a capo dei Madocter. E’ rappresentata da due occhi luminescenti fluttuanti su uno schermo scuro in un palazzo chiamato Palazzo Dokuma. Impartisce gli ordini con voce tonante riferendosi alla sua Apocalisse, un libro che i suoi ministri consultano e che contiene il piano da seguire nelle varie missioni. Verso la fine della serie si rivela come un grosso cervello collegato a un computer.
Determinato a impossessarsi dei segreti del Progetto X di Kyotaro Otaki e dei segreti dell’X-Tron, darà filo da torcere ai terrestri, inseguendoli persino nello spazio siderale. Durante l’ultimo epico conflitto spazial tra terrestri e Madocter Dokuma riesce a seguire la nave degli eroi quando attraversa il varco per l’universo parallelo chiamato Ultracosmo ma lì troverà la morte per mano di Helen, l’entità superiore che ha richiamato l’Anoha per mostrargli la via per il Pianeta Ideale. La sete di potere e la malvagità del Madocter sono state giudicate dalla dività spaziale che mette definitivamente a tacere la minaccia del Gran Maestro.Condottiero Barras Entrato in scena inizialmente col il grado di generale, grazie ai meriti sul campo si guadagna i favori del Gran Maestro diventando Condottiero e guidando così le azioni militari dei Madocter. Perderà la vita verso la fine della serie combattendo contro Gordian a bordo di un triplice robot simile a quello di Daigo.
_Generale Saxidar Generale più anziano dei Madocter. In genere è colui che è incaricato di leggere l’Apocalisse di Dokuma.
_Generale Elias Generalessa dei Madocter. Astuta, ambigua e ammaliatrice, è un ufficiale temibile e spietato quanto i suoi colleghi.
Generale Barbadas Viene chiamato col nome di generale ma gerarchicamente sottoposto ai generali sopracitati ed è colui che spesso e volentieri combatte sui Madocuter in prima linea contro Gordian. Muore sul campo di battaglia contro il triplice robot di Daigo.
I Mecha
Santore La base di Gordian, il cui nome significa Torre Sacra. Base ipertecnologica costruita dal professor Kyotaro Otaki all’interno di una montagna isolata (da cui emergono due giganteschi volti scolpiti nella parete) per lavorare al Progetto X. In punto di morte il professore riesce a trasferire la sua coscienza in un computer della base e a sopravvivere come entità virtuale. Saori, figlia del professore, diventa la custode di Santore. Quando i Madocter conquistano Victor City, Santore diventa il rifugio per centinaia di profughi e nuova base per l’esercito dei Mechacon.
La base di Santore cela parecchie risorse segrete tra cui un complesso sistema di protezione: montagne circostanti si aprono dividendosi in cinque parti, scoprendo al loro interno dei cannoni X-Tron, la cui potenza distruttiva potrebbe incenerire Victor-City in un solo attimo.
_Protteser  è il robot più piccolo del terzetto di Gordian. Ha l’aspetto di un giocatore di football americano (come la passione sportiva dell’eroe) con tanto di caschetto protettivo e palla da gioco che in realtà è utilizzata come arma di attacco.
Nell’Incastro Bionico si incastra all’interno di Dellinger.
Palla da football perforante, Spada dirompente, Energia paralizzante

_Dellinger  è il secondo robot del terzetto. Di colore rosso e bianco, questa forma intermedia viene utilizzata abbastanza di rado. Nell’Incastro Bionico accoglie al suo interno il piccolo Protesser e a sua volta si incastra all’interno di Garbin.
Armi: Spada Solare, Turbine atomico, Ascia Iperatomica, Raggruppamento ad energia solare / Dispersione ad azione perturbante, Una mazza scramasax .

_Garbin è il terzo robot del terzetto. Di colore blu, Garbin è il robot più grosso e che nell’Incastro Bionico accoglie al suo interno Deringer che a sua volta contiene Protesser.

Il terzetto unito forma Gordian.

Altezza: 15 metri
Armi a disposizione: Le armi di Garbin coincidono sostanzialmente con quelle di Gordian.
Incastro BionicoAll’interno di Santore, Daigo si dirige di corsa verso un ascensore antigravitazionale che, passando attraverso un cilindro trasparente, lo porta all’hangar di partenza dove sono situati i tre robot.
Il primo robot è Procteser e al grido di “Inserimento energia vitale!” il robot si apre e in una scarica di energia luminosa il giovane si incastra nel robot. A questo punto Procteser viene posto su una piccola pioattaforma e viene lanciato in un tunnel antigravitazionale. Il secondo robot, Dellinger, e il terzo, Garbin, posti su apposite piattaforme, vengono lanciati e una volta fuori dalla base si possono unire in Gordian: Procteser si incastra in Dellinger che poi a sua volta si inserisce in Garbin formando Gordian.
Incastro Bionico La sequenza degli urli è:
Inserimento Energia Vitale, Procteser, Lancio Procteser, Dellinger, Garbin, Lancio Dellinger, Lancio Garbin,
Incastro Bionico!
In battaglia di solito Daigo urla “Unione Triade Gordian!”.
Per disincastrarsi si attua il procedimento inverso. Questa manovra viene spesso utilizzata da Daigo per liberarsi da situazioni pericolose. Il robot si “apre” e permette l’uscita del robot più interno.
In un episodio però l’uscita dei robot più interni avviene (misteriosamente) per smaterializzazione degli stessi sotto il grido di “Scomposizione unità Gordian”. Normalmente usa il grido “Sganciamento Dellinger” e “Sganciamento Procteser”. Dopo l’eventuale scomposizione, la riunione avviene sotto il grido di “Unione triade Gordian!”
Gordian Gordian è il robot risultante dal triplice incastro dei tre robot, Protesser, Deringer e Garbin. Il robot è pilotato da Daigo che, incastonato al suo interno, controlla i movimenti con la forza dei suoi pensieri.
Gordian viene alimentato da X-Tron allo stato puro, l’energia “viva” di tipo radioattivo scoperta dal professor Kyotaro Otaki, padre di Daigo, e utilizzata per la realizzazione del Progetto X.
I tre robot possono anche agire in modo indipendente, sfruttando il sovrannumero contro il nemico.
Altezza: 15 metri
Peso: 5000 tonnellate
Armi: Spada di Gen(Scudo, Lancia Missili, Daga, Ascia), Missile Podalico, Pugni Atomici, ecc.
Armi congiunte: in alcune occasioni Gordian si scinde nei tre robot che, agendo in modo indipendente ma cooperativo, danno origine a delle vere e proprie armi congiunte tra cui:
Super energia solare / Fusione Superenergia: le tre unità si uniscono in circolo e si avvitano in un turbine di energia
“Spade solari: attacco!”: con questa esclamazione i tre robot corrono verso il nemico armati di spada e scagliano un triplice fendende.

Alan Rossi

Alan Rossi

Esperto di anime, è l'enciclopedia vivente di vecchi anime e di Tokusatsu!