Il Mercato Digitale Ha fatturato Maggiormente Di Quello Fisico

1253 0

Seguo il mondo dei videogiochi quotidianamente, e diversi anni fa quando si parlava di mercato digitale, si credeva, che quest’ultimo fosse inaspettatamente un male che non sarebbe mai decollato, tutti volevano la loro copia fisica per giocare recapitata nel negozietto sotto casa.

Recentemente invece la Ubisoft seguita a ruota da Bethesda, hanno dichiarato pubblicamente i loro dati di vendita.

Sorprendentemente le copie provenienti dai mercati digitali delle loro ultime “punte di diamante” hanno fatturato maggiormente in digitale se si prende come riferimento il mercato globale.

Sono sicuro che tra voi cari lettori vi sia già qualcuno pronto a difendere a suon di crociata personale il mercato fisico, e capisco pienamente il vostro punto di vista, le copie fisiche dei videogiochi sono sempre belle, fanno sempre effetto come una bella libreria stracolma di volumi.

ps2large

Ma io voglio andare controcorrente e credo nel mercato digitale come possibilità.

Come appunto ha specificato Ubisoft, il mercato digitale permette un maggiore guadagno a causa del minor numero di royalties richieste, per questo è possibile, scontare maggiormente i titoli come accade su Steam.

Io da giocatore PC non compro più in fisico da almeno tre anni, ed il motivo per me è semplice:

Su PC attualmente i dischi contengono solo i file .exe per avviare l’installazione ed il download tramite Steam.

Anche su console non è più veritiero il detto:” inserisco il disco e gioco”; poichè in maniera sempre più frequente, le copie fisiche comprate al D1, necessitano sempre con maggior frequenza di grosse patch prima di essere avviate.

So che qui in Italia il discorso connessioni è molto particolare, ma ciò non toglie che se analizzando nel profondo questa situazione il mercato digitale potrebbe offrire grosse possibilità, con giochi venduti a prezzi minori, download avviabili una settimana prima per agevolare chi ha una connessione poco performante, ma soprattutto evitare di preordinare un gioco per via dei bonus specifici, e poi ritrovarsi una copia non del D1 perchè il negozio ha finito le scorte in magazzino, o ancora peggio dover aspettare 1 settimana prima che il gioco sia nuovamente disponibile (ovviamente senza bonus pre-ordine).

In sostanza io credo che il mercato digitale possa essere un alleato del Videogiocatore, ed i recenti dati di vendita confermano la mia ipotesi.

Ma è curioso notare il fatto che questo ribaltamento del mercato fino a quattro anni fa era solo un’ utopia poco apprezzata.

chissà cosa ci riserverà il futuro…

 

valecant

404 Ottimismo Not Found.