Apple investe nell’economico, a suo modo

869 0

Apple e prodotti economici non sono affatto due costanti esattamente popolari. Da sempre l’azienda di Cupertino produce prodotti di alta gamma con prezzi molte volte esorbitanti, ma se il pubblico affezionato alla mela più famosa del mondo è disposto a sborsare così tanto denaro per gli apple-device, allora non ci sono accuse che si possano fare alla creazione di Steve Jobs e Steve Wozniak.

Proprio dentro il Town Hall, fulcro dell’Apple Campus, Tim Cook, attuale CEO della società statunitense, ha presentato una serie di iniziative e di prodotti volti a cambiare il volto e la reputazione dell’intero organizzativo. Innanzitutto Apple vuole diventare più verde. Tutti gli iPhone 6 e 6s sono completamente riciclabili. Un simpatico video ha mostrato come ogni telefono possa essere completamente smontato con un processo totalmente automatizzato, con la possibilità di riciclare qualsiasi componente del device LIAM, così si chiama il robot adibito allo smontaggio, permetterà una economia più sostenibile e rispettosa per l’ambiente. Oltre a ciò, Apple è impegnata direttamente nella ricerca contro le malattie che ogni giorno colpiscono milioni di persone. CareKit è un kit di sviluppo creato da Apple per permettere agli sviluppatori di tutto il mondo di creare applicazioni capaci di monitorare le condizioni di salute dei possessori di un iDevice, nell’ottica di creare un servizio ad-hoc tra paziente e infrastrutture sanitarie.

[embedyt] http://www.youtube.com/watch?v=AYshVbcEmUc[/embedyt]

 

Nonostante la nobile causa di Apple è sicuramente uno spunto di riflessione per l’intera economia globale, il piatto forte della conferenza è stato sicuramente l’annuncio di iPhone SE, un nuovo modello del melafonino che riprende totalmente le forme della quinta incarnazione, con uno schermo a 4 pollici come a molti piace e le stesse caratteristiche Hardware dell’iPhone 6s. Il prezzo è davvero accattivante: 399$ per la versione da 16GB e 499$ per la versione a 64GB. A tal proposito, iPhone SE trattasi di un terminale di fascia alta con la qualità costruttiva di Apple proposto a un prezzo da fascia alta entry-level di Android. Non tutti si aspettavano una Apple così agguerrita con il suo nuovo SE e il suo già forte appeal sarà sicuramente pretesto di un possibile acquisto da parte di milioni di consumatori. Da notare che anche la fotocamera rimane invariata: 12Mp capace di girare video in 4K con le stesse funzionalità già viste su 6s, compreso il retina flash per selfie al buio.

 

Viene anche presentato un iPad Pro da 9,7 pollici, con le stesse caratteristiche del fratello maggiore, ma più compatto e ideale per un uso portatile, seguendo l’intuizione di Microsoft con Surface. Una aggiunta in più che sicuramente non fa male, anche al prezzo a quanto pare, che scende a 599$, in vendita dal prossimo 24 Marzo 2016.

f1458583062

Durante la presentazione dei device economici, Apple ha però perso punti in borsa. Durante la presentazione dell’iPhone SE l’azienda di Tim Cook ha perso quasi 1% (0,69% per la precisione), sintomo di un mercato azionario che ovviamente vuole prezzi alti. Che la direzione di Apple voglia sfidare i propri azionisti per tutelare gli interessi della propria clientela nella ricerca di nuovo pubblico? Forse, ma ciò che è certo che il Town Hall non verrà più utilizzato per le future conferenze di Apple, dato che il tutto si sposterà nel nuovo campus che sarà attivato durante il prossimo 2017.

Marco Masotina

Marco Masotina

Tosto come un Krogan, gli piace essere graffiante e provocante per scoprire cosa il lettore pensa dei suoi strani pensieri da filosofo videoludico. Adora i lupi, gli eventi atmosferici estremi, il romanticismo e Napoleone.