Mafia 3 ha una data di uscita, grazie a dio

1189 0

Proprio così. Durante la giornata odierna, 2K ha divulgato in rete un nuovo trailer tutto dedicato a Mafia 3, il terzo capitolo della saga sandbox/open world tanto cara ai videogiocatori più esigenti. Nel trailer qui di seguito proposto (tra le altre cose in italiano), vi è un dettaglio che farà felici tutti coloro che davano per scontato l’uscita del titolo durante il 2017:

7 ottobre 2016, segnatevi tutti questa data perché sarà un giorno favoloso. Inaspettatamente, Mafia 3 è stato anticipato e la data simbolica fissata per la fine dell’anno, che sembrava preannunciare una pubblicazione postuma, si è invece rivelata una sorta di reppellente anti-Hype nel tentativo di dissuadere masse di videogiocatori in attesa della immissione nel mercato del terzo e attesissimo capitolo.

Dal trailer si possono estrapolare moltissime informazioni, sia sulla trama che sul gameplay, ecco la sinossi del gioco:

Mafia III è ambientato nel 1968 a New Bordeaux, una versione rivisitata di New Orleans impreziosita da splendide auto, vestiti e musica d’epoca. Dopo aver combattuto diversi anni in Vietnam, Lincoln Clay scopre la verità: famiglia non è con chi sei nato, è per chi muori. Ora, tornato a New Bordeaux, Lincoln deve fare i conti col suo passato criminale. Quando la sua famiglia adottiva, la mafia nera, viene tradita e sterminata dalla Mafia italiana, Lincoln fonda una nuova famiglia sulle ceneri di quella vecchia, intraprendendo un cammino di redenzione e vendetta per eliminare i responsabili. Intensi scontri armati, cruenti combattimenti corpo a corpo, folli inseguimenti d’auto, difficili scelte da vita di strada serviranno per sopravvivere a New Bordeaux. Ma con la giusta famiglia, è possibile scalare i vertici della malavita.

Per quanto riguarda il gameplay, si scorge il solito impianto open world corredato da un livello tecnico da urlo. Il traffico sembra essere una reale costante, mentre un combat system dinamico dovrebbe essere alla base delle sezioni di shooting e di scazzottate. La guida sembra una sorta di arcade tendente al simulativo (al minuto 1:30 si scorge anche il sistema di danni), ma si può osservare una fisica ben ricreata e dettagli da urlo, tra cui il sangue che si sparge dinamicamente sulle superfici circostanti.

Sembra anche tornare la campagna, feauture che fu implementata nel primo Mafia con un’area praticamente ricreata proceduralmente che permetteva al giocatore di scorrazzare su lunghe e infinite strade coi propri bolidi, sezione che non fu ripresa nel secondo capitolo. Tantissimi personaggi sembrano comparire nel trailer, segno di una storia corposa e sicuramente in linea coi canoni della serie:

Ecco come ha capitolato Christoph Hartmann, l’uomo a capo di 2K:

Mafia III continua l’orgogliosa tradizione di 2K nel creare incredibili esperienze narrative, promettendo di creare un nuovo standard nella narrazione videoludica. Con Hangar 13 al comando, Haden Blackman ed il suo team di talentuosi sviluppatori ci regaleranno un’esperienza indimenticabile questo Ottobre.

Gli sviluppatori assicurano una campagna più lunga rispetto a quella soddisfacente di Mafia II e noi non possiamo che esserne felici. In realtà siamo tristissimi perché dobbiamo ancora aspettare mesi e mesi per poterlo giocare tutto per intero, ma una cosa è certa: il prossimo ottobre ci chiuderemo tutti quanti in casa:

Abbiamo realizzato ore e ore e ore di contenuti e spero che gli appassionati saranno invogliati a rivivere l’avventura per cercare di scoprire le piccole gemme che si sono persi nella prima partita. Con i nostri lavori vogliamo rendere i giocatori i co-autori della storia; questa è la filosofia della nostra software house e questo è quello in cui vogliamo migliorare ancora

Di seguito una carrellata di immagini direttamente fornita dagli sviluppatori:

mafia-3_xboxone-1286
mafia-3_xboxone-9449
mafia-3_xboxone-279
mafia-3_xboxone-2415
mafia-3_xboxone-5570
mafia-3_xboxone-3532
mafia-3_xboxone-1377
mafia-3_xboxone-4118
mafia-3_xboxone-5987
mafia-3_xboxone-2471
Marco Masotina

Marco Masotina

Tosto come un Krogan, gli piace essere graffiante e provocante per scoprire cosa il lettore pensa dei suoi strani pensieri da filosofo videoludico. Adora i lupi, gli eventi atmosferici estremi, il romanticismo e Napoleone.