Ho cercato Crash Bandicoot nell’ufficio brevetti americano, ecco cosa ho trovato

2456 2

E’ rimbalzata in tutta la rete la risposta di Adam Boyes, attuale Vice Presidente Publisher & Developer Relations presso Sony Computer Entertainment a un Tweet di un fan di Crash Bandicoot di lingua slava:

 

Tra il 22 e il 25 novembre 2013, dei rumors vedevano protagonista l’IP di Naughty Dog al centro di trattative fra Activision e Sony per decretare il futuro del peloso compagno di avventure. Il tutto si risolse in realtà in un pugno di cenere, con Activision che dichiarò di avere ancora in mano l’IP del bandicoot rosso senza però chiarire la posizione di SCE nella vicenda. In realtà non ci furono mai le prove della trattativa, mentre il sospettoso atteggiamento dell’azienda americana peggiore di tutto lo scenario videoludico suggerì una parziale sconfitta per la società di Bobby “son of a cat” Kotic.

Questa volta è stata Sony a smentire la notizia di un possibile acquisto della storica Proprietà Intellettuale, la quale ha affermato quanto i diritti sul marchio siano ancora effettiva proprietà di Activision.

Non sarei un vero giornalista se non verificassi ogni affermazione di un qualsiasi esponente del mondo videoludico, pertanto mi sono recato nel sito internet dell’ufficio brevetti statunitense e ho fatto una ricerca sul marchio “Crash Bandicoot“, ecco cosa ho trovato:

Schermata 2016-05-09 alle 20.19.14
Ufficialmente il brevetto è nelle mani di Activision
Schermata 2016-05-09 alle 20.19.37
La prima richiesta fu depositata il 10 ottobre 1996, da Universal Interactive Studios
Schermata 2016-05-09 alle 20.19.50
Il brevetto può essere utilizzato per i seguenti prodotti: Cd-Rom precaricati (videogames), magliette, action figures di plastica, costumi per Halloween, carte da gioco, diari, calendari e stickers
Schermata 2016-05-09 alle 20.20.27
La storia del brevetto di Crash Bandicoot fino all’ultima azione
Schermata 2016-05-09 alle 20.23.31
La deposizione della forma e delle immagini del primo Crash Bandicoot con licenza americana dI UNIVERSAL slegata da SCE (notare il publisher KONAMI)
Schermata 2016-05-09 alle 20.27.17
In questo documento di Activision, si fa riferimento a un “Future Warfare” come marchio depositato nel 2010. A distanza di 6 anni, Infinite Warfare si è già rivelato un flop.

Questi documenti, tutti consultabili al sito internet dell’Ufficio Brevetti statunitense, sono più chiari dell’acqua cristallina della fonte del fiume Po: i diritti di Crash Bandicoot sono in mano ad Activision, almeno in territorio statunitense. Tuttavia un piccolo dettaglio mi ha fatto davvero riflettere, ma si sa: le azioni delle corporazioni americane sono spesso spinte da chissà quali diaboliche strategie per segregare i propri segreti per non rivelarli a nessuno:

Schermata 2016-05-09 alle 20.43.45

Come si evince dall’immagine poco sopra, Activision ha designato come assegnatario delle proprie Proprietà Intellettuali la Bank of America, l’istituto di credito più importante degli Stati Uniti e il più grande del mondo per capitale di fondo. Per quale motivo ha “ceduto” i propri marchi alla Bank of America? Per farne che cosa? In questo caso, difficilmente scoprirei la verità senza ritrovarmi l’FBI a casa tra poche ore.

Purtroppo ciò che ha affermato Boyes è vero e c’è poco da fare. Il brevetto del marchio e di tutti i suoi affini sono attivi e proprietà della società di Kotic. Certamente questa scoperta getta delle ombre riguardo alla nostra convinzione di un possibile annuncio di un nuovo Crash Bandicoot da parte di Sony nel prossimo E3 2016: la mossa potrebbe essere avanzata da Activision stessa e lì si che sarebbero cavoli amari.

A questo punto cosa pensate? La trattativa tra Sony/Naughty Dog e Activision è ancora in corso o tutte le voci di corridoio fanno riferimento a un nuovo capitolo pubblicato dalla diabolica azienda americana?

Marco Masotina

Marco Masotina

Tosto come un Krogan, gli piace essere graffiante e provocante per scoprire cosa il lettore pensa dei suoi strani pensieri da filosofo videoludico. Adora i lupi, gli eventi atmosferici estremi, il romanticismo e Napoleone.

There are 2 comments

  1. …che chi ci rimettono davvero sono i videogiocatori (ma soprattutto le generazioni di oggi)

    1. Agos

      Activision sta solo facendo un giocoforza con Sony: non so nemmeno per quale motivo i marchi siano stati ceduti a Kotic

Comments are closed.