1# Anatomia di una trilogia: Spider-Man

3970 0

Questa è Anatomia della Trilogia e benvenuti al primo appuntamento dedicato all’arrampicamuri di Sam Raimi e Tobey Maguire.
Stavo giusto guardando Civil War (ad un giorno dalla sua uscita nei cinema italiani) ed ero lì, pronto a riscoprire per l’ennesima volta un certo Spider-Man o come si vuole chiamare, Peter Parker.
RI-scoprire perché il cinema in particolar modo si è visto arrivare in poco meno di 20 anni ben 3 spidey diversi, non tutti riusciti (complice una sceneggiatura pacchiana o troppo seria).

E quindi perché non riscoprire anche quell’autentico gusto di “meraviglia” che ci ha accompagnato nei primi anni del 2000?
Perché diciamoci la verità, lo Spider-Boy di Tom Holland in Civil War mi ha fatto vedere l’uomo-ragno…per la prima volta al cinema! Nonostante i film precedenti, lo spidey che combatte e parla con Cap, Iron-Man e gli altri personaggi è DAVVERO lo spidey che stavamo aspettando.
E non solo per questo ma per il suo modo di intendere e vedere i combattimenti e la sua doppia vita di teenager e supereroe mascherato.
Si può dire tante cose cattive a Mamma Marvel al cinema (tipo che l’unico pregio di Civil War è proprio Spider-Man e che dovrebbe smetterla di inserire filoni Spy nei suoi film) ma non che non sappia gestire i suoi personaggi più illustri, anche in passato.

SPIDER-MAN (2002)

The_Leunam

Infermiere di giorno (e di notte, e nelle feste, e nei weekend) e giustiziere blogger di notte. Si diletta nella scrittura di libri e fumetti con spruzzate di sceneggiatura.