ARBEGAS- Dio elettrico Arbegas

6860 0


I cartoni animati di Arbegas (titolo originale Kosoku Denjin Albegus/Dio elettrico Arbegas) sono stati trasmessi in Italia verso la fine degli anni ’80, nelle varie emittenti televisive locali. La serie è stata prodotta nel 1983 dalla Toei Animation per un totale di 45 episodi.
Come in tutte le serie robotiche degli anni ’70 – ’80, non poteva mancare il robot goffo e impacciato simile a Boss Robot di Mazinga Z e al Mechadon di Jeeg Robot, che in qusto caso si chiama Gori Robot (o Gorilla Robot). Quando devono pilotare i Robot Daisaku, Tetsuya e Hotaru per mezzo delle loro navicelle si inseriscono nella schiena dei robot oppure possono unirsi per formare un’aereo chiamato Super Arbegas.

Storia:
Nella Terra del futuro gli shuttle vengono usati alla stregua di semplici aerei per il trasporto di persone. Purtroppo ad uno di questi, misteriosamente, accade un incidente che causa la morte di 250 passeggeri tra cui 25 giapponesi.
Daisaku Enjoji assiste alle notizie del telegiornale in compagnia della sua famiglia. Subito dopo lui e suo fratello partono con il loro jet-alfa per recarsi alla loro scuola dove si festeggia il meeting internazionale sportivo dei robot, nel quale la scuola ha conquistato il primo, il secondo ed il terzo posto. Ad essere premiati sono tre ragazzi: Tetsuya, la bella Hotaru Mizuki, e lo stesso Daisaku, i quali hanno conquistato rispettivamente il terzo, il secondo ed il primo premio alla competizione, guidando con perizia i loro enormi robot.

Proprio durante la cerimonia di premiazione, quando la gente è occupata ad esprimere il proprio entusiasmo nei confronti dei tre giovani, la terra trema ed l’orizzonte si illumina di un bagliore terribile e familiare: sembra che la città sia squassata da alcune esplosioni. I tre giovani partono immediatamente per vedere cosa stia succedendo e lo fanno a bordo dei tre robot, pronti a dare una mano in caso di incidenti o simili.
Lo spettacolo di fronte al quale si trovano i ragazzi però li lascia senza parole: non si tratta di incidenti ma di una vera e propria invasione aliena su più fronti. Da un lato enormi mostri alieni distruggono carri-armati e caccia, dall’altro delle sfere che arrivano dal cielo si mutano in soldati alati che si “occupano” delle persone normali. A sovraintendere il tutto una enorme base aliena.
A cercare di fermare gli invasori, oltre ai militari, ci pensa uno studente della scuola a bordo del suo Gori (gorilla) robot, ma viene immediatamente attaccato e distrutto dagli alieni… poco più che un siparietto comico.
Arrivano quindi i tre ragazzi a bordo dei tre robot, ma gli alieni sembrano semplicemente imbattibili. Le loro armi sono più forti ed in pochi secondi fanno a pezzi il robot di Daisaku, seguito subito da quello di Hotaru. In confronto ai mostri alieni i robot terrestri sembrano di cartone e non di metallo!
Ai tre ragazzi non rimane che una fuga precipitosa. Gli alieni non si preoccupano nemmeno di inseguirli poiché non rappresentano alcun tipo di minaccia per la loro incolumità.

La scena si sposta quindi alla base terrestre, in Giappone, capitanata dal professor Mizuki (il padre di Hotaru). I tre ragazzi si sono rifugiati all’interno della base e stanno usando le sue apparecchiature per riparare i loro robot gravemente danneggiati e vengono intercettati da padre di Hotaru che fa fare loro un giro della base, lodandoli per il coraggio che hanno dimostrato.

Nel frattempo gli alieni, i pericolosi Derinjer, stanno portando avanti il loro piano di conquista militare dell’intera galassia. La Terra non offre certo una resistenza degna di questo nome e la conquista partirà proprio dal Giappone ed in breve si diffonderà per l’intero pianeta. Attaccano quindi in forze il Giappone, proprio quando il professore consegna ai ragazzi tre nuovi robot che ha costruito per loro. Non c’è nemmeno il tempo di spiegare come funzionino. I tre ragazzi, nonostante il parere contrario del professore, saltano a bordo dei robot e si lanciano contro i Derinjer.

Questa volta gli scontri vanno in maniera completamente diversa: i nuovi robot sono veloci, agili e molto resistenti. Grazie alle loro armi speciali (delle enormi spade) riescono ad avere la meglio su tutti i robot alieni. La battaglia sembra vinta e non resta altro che distruggere la base nemica, ma i loro avversari dimostrano di avere ancora una freccia al loro arco: il mega-combattente, un robot di dimensioni e forza doppie rispetto ai precedenti. La battaglia in breve tempo torna a volgere a favore degli invasori, ma il professor Mizuki, proprio nel momento di maggiore difficoltà, rivela ai ragazzi il sistema con cui potrebbero salvarsi: premere all’unisono una sequenza di tasti e leve all’interno dei loro robot che permetteranno una ulteriore trasformazione. I ragazzi eseguono gli ordini passo dopo passo ed in breve tempo i tre robot si trasformano in un unico robot: il Dio Elettrico Arbegas!

Ancora una volta una sconfitta certa si trasforma in una clamorosa vittoria! Gli alieni sconfitti fuggono domandandosi da dove sia uscito fuori questo possente nemico ed i ragazzi tornano alla loro vita di tutti i giorni… sino al prossimo attacco!

All’inizio della serie ogni pilota usava un piccolo velivolo aereo per entrare nel robot e i tre aerei si combinavano insieme per formare Super Arbegas, un velivolo aereo più potente.

Questi veivoli furono rapidamente sostituiti da altri piccoli aerei che si trasformavano in druidi bipedi che si combinavano assieme per dare il Nuovo Super Arbegas.

  
Ciò dimostra come questa sfortunata serie in corso d’opera sia stata sottoposta a diverse modifiche.

Personaggi:

Daisaku: Uno dei tre giovani piloti di Arbegas; ragazzo molto estroverso e a volte un po’ immaturo può essere considerato il leader del gruppo.
Tetsuya: Altro membro dei piloti di Arbegas; tipo molto serio e attaccabrighe che nel corso della serie si innamora della figlia del generale Dari.
Hotaru: L’unica ragazza tra i piloti di Arbegas; è la figlia del Prof. Mizuki, è una studentessa modello e anche una brava tennista.

Prof. Mizuki: È lo scienziato che ha progettato e costruito il Dio Elettrico Arbegas ed è anche il padre di Hotaru; alla fine della storia si sposa con la sua assistente Saeko.
Saeko: Assistente del prof. Mizuki.


Goro: Goffo ragazzo che pilota anche lui un robot chiamato “Gori robot”; è innamorato (non corrisposto) di Hotaru.

Nemici:

Grande Deran: È il capo supremo dei derinjer; è lui che ha dato vita a tutti i suoi sottoposti, viene rappresentato come una sfera di energia dotata di intelligenza.
Pres. Bayos: Compare a metà serie per sostituire il pres. Anzas e diventa il nemico principale dei terrestri; lo scontro finale si svolgerà proprio con lui.
Barone Daimon: Infido servitore prima di Anzas e poi di Bayos; muore nell’ultimo episodio dopo la scomparsa di Deran.
Mirazero: Spia dei derinjer che organizza spesso tranelli per i terrestri; anche lei muore nell’ultimo episodio dopo la scomparsa di Deran.
Gen. Dari: Assistente di Bayos; è l’unico membro dei derinjer a passare dalla parte di Arbegas. Muore nel penultimo episodio.
Pres. Anzas: Nemico della prima parte; muore in combattimento contro Arbegas .
Gen. Daston: Ufficiale al servizio di Anzas; combatte personalmente contro Arbegas perdendo la vita .
Catastora: Comandante dei derinjer, in passato era un “pirata dello spazio”; viene ucciso per tradimento su ordine di Anzas.

I mecha:

_L’Alpha Robot pilotato dall’esperto di Kendo Daisaku Enjoji è armato con Boomerang Elettrici (Denjin Boomerang) e con la Spada Alpha (Denjin Hook).

Nome in Codice: Alpha Robot.
Guida: tramite l’innesto del veicolo Jet Alpha.
Dimensioni: altezza 20 metri; peso 400 tonnellate.
Armamento: Boomerang Elettrici, Spada Alfa.
Piloti: Daisaku Enjoji.

_Il Beta Robot del solitario esperto di meccanica Tetsuya Jin è armato con le Catene Elettriche (Denjin Nunchaku) e con la Spada Beta (Denjin Tonfa).

Nome in Codice: Beta Robot.
Guida: tramite l’innesto del veicolo Jet Beta.
Dimensioni: altezza 20 metri; peso 400 tonnellate.
Armamento: Catena Elettrica, Spada Beta.
Piloti: Tetsuya Jin.

_Il Gamma Robot pilotato dalla bella Hotaru, figlia del Prof. Mizuki, è armato con Frecce Elettriche (Denjin Plasma Arrow) e con la Spada Gamma (Denjin Cutter).

Nome in Codice: Gamma Robot.
Guida: tramite l’innesto del veicolo Jet Gamma.
Dimensioni: altezza 20 metri; peso 400 tonnellate.
Armamento: Frecce Elettriche, Spada Beta.
Piloti: Hotaru Mizuki.

I tre robot possono unirsi in sei differenti configurazioni:

Alpha\Gamma\Beta – Dimensione Spazio (Space Dimension), adatta per i combattimento nel cosmo; il volo del robot viene ottimizzato per lo spazio siderale grazie a dei speciali stabilizzatori che vengono attivati.

Beta\Gamma\Alpha, Dimensione Cielo (Sky Dimension), adatta per gli scontri aerei; il robot viene ricoperto da un sottile campo energetico che ne diminuisce l’attrito con l’aria, rendendo il suo volo più veloce ed aereodinamico.

Beta\Alpha\Gamma – Dimensione Sotterranea (Magma Dimension), per gli scontri nel sottosuolo; il robot viene ricoperto da un sottile campo di forza che ne aumenta la resistenza al calore.

Gamma\Alpha\Beta – Dimensione Mare (Marine Dimension), per gli scontri marini; i servomotori marini che si attivano fanno si che il robot possa muoversi agilmente sott’acqua.

Gamma\Beta\Alpha – Dimensione Terra (Guard Dimension), per gli scontri terrestri; il campo di forza che ricopre il robot è più spesso, proprio per contrastare gli scontri fisici.

Alpha\Beta\Gamma – Dimensione Denjin (Denjin Dimension), la configurazione più potente;
Dimensione Denjin – Dio Elettrico Arbegas
Il robot si strasforma nel potentissimo Dio Elettrico, il cui corpo viene ricoperto da una potentissima carica di energia elettrica che ne aumenta la potenza; in questa configurazione può essere usata la Spada Sanbai (Denjin Sanbai Kaenken \ Spada di Fuoco a Tre Colpi del Dio Elettrico), generata dall’unione delle spade dei singoli robot.

Arbegas può volare grazie ad un sistema anti-gravitazionale interno; è alto 40 metri e pesa 1200 tonnellate, mentre i tre robot sono singolarmente alti 20 metri.

Nome in Codice: Arbegas.

Tipologia: Dio Elettrico\Robot Riconfigurabile Multi-Funzione Multi-Ambiente.
Trasformazioni: Sei Modalità di Combattimento (Dimensione Mare, Aria, Sotterranea, Terra, Spazio, Denjin).

Componenti: Alpha Robot, Beta Robot, Gamma Robot.
Guida: ogni piloti comanda due Dimensioni (Spazio\Denjin – Daisaku, Aria\Sotterranea – Tetsuya, Mare\Terra – Hotaru).

Dimensioni: altezza 40 metri; 1200 tonnellate.
Arma Finale: Spada Sanbai, utilizzabile solo in Dimensione Denjin.
Piloti: Daisaku Enjoji, Tetsuya Jin, Hotaru Mizuki.

Gori Robot.

Gori è goffo sia nella forma che nei movimenti, utilizza armi abbastanza caserecce (forconi, zappe, ecc…).
Venne costruito da Gori per partecipare allo stesso concorso vinto dai tre piloti di Arbegas.
E’ il Boss Robot della serie.

Nome in Codice: Gori Robot (Gorilla Robot).
Armamento: forconi, zappe, ecc…
Piloti: Gori.

Curiosità:
I cartoni animati di Arbegas (titolo originale Kosoku Denjin Albegus) sono stati trasmessi in Italia verso la fine degli anni ’80, nelle varie emittenti televisive locali. La serie è stata prodotta nel 1983 dalla Toei Animation per un totale di 45 episodi. Si può considerare l’ultima delle serie robotiche dell’epoca e i suoi personaggi sono stati di base per la produzione di altri anime successivi come Saint Seya.

Alan Rossi

Alan Rossi

Esperto di anime, è l'enciclopedia vivente di vecchi anime e di Tokusatsu!