Reikenzan : hoshikuzu-tachi no utage

2877 0

Reikenzan: Hoshikuzu-tachi no utage

Una stella cadente segna il destino di un giovane e l’inizio di una nuova era, un Reikon talmente raro la cui nascita avviene una volta ogni mille generazioni , un futuro influenzato da una calamità , un ragazzo destinato al salvare il mondo dal misterioso e devastante potere che incombe sul mondo. Anni or sono il continente di Kyushu si scontrò con una potente entità, delle comete caddero sulla terra, quasi nessuno ricorda i fatti avvenuti quella notte, una cosa è però certa , in un piccolo villaggio ,un’anima viene risvegliata, richiamata dalla voce del tempo: è nato un bambino, nato come tutti noi, ma influenzato dal destino, dallo stesso spazio e dal tempo, il cui percorso è già stato scritto. Sono passati dodici anni da quella notte, e il bambino in fasce, Oriku-san, ormai è diventato un ragazzo che intende percorrere il cammino della conoscenza e della saggezza diventando un discepolo del clan Spirit Blade. Questo , è uno dei cinque clan più importanti , l’unico modo per entrarvi a farne parte è superare un torneo organizzato da i saggi del clan, figure che si potrebbero considerare come delle divinità all’interno del clan di appartenenza. Durante il torneo viene fuori l’intelligenza e la perspicacia del ragazzo, mentre infatti tutti gli altri non hanno idea sin dall’inizio che pesci prendere, lui ha già organizzato un piano strategico per ottenere il massimo del punteggio ad ogni prova, gli equipaggiamenti per superare le difficoltà della prova, infatti, dipendono dai punti della prova precedente. Grazie a lui infatti, ben 15 partecipanti vengono ammessi come discepoli al clan, tuttavia per i Saggi il numero è fin troppo alto, nonostante il clan sia uno dei più potenti e prestigiosi per l’appunto, sembra stia perdendo influenza e diventando sempre meno potente. Decidono allora di aggiungere un altro test, i partecipanti dovranno essere esaminati , in base alla loro preparazione, livello del Reikon, intelligenza e così via. Durante questo ultimo test emerge la verità sul Reikon di Oriku-san, un Reikon rarissimo, il Reikon Celestiale, dello stesso tipo che possedeva il leggendario imperatore Tokusho, conosciuto come il Reikon più potente del mondo, non solo in quest’era ma anche in quella avvenute precedentemente, nessun altro ha mai mostrato di possederlo, addirittura pochi sanno della sua esistenza , sono state dimenticate anche le tecniche necessarie per svilupparvi le qualità  , è per questo che nonostante la natura rara del Reikon questo sia completamente inutile in qualsiasi clan. Nonostante le difficoltà però riesce ad entrare, diventando addirittura primo discepolo, i suoi allenamenti verranno seguiti da un Saggio in persona. Per sua sfortuna, l’unica disponibile a fargli da maestra è la Saggia Obu, tutt’altro che saggia, ma un’ ubriacona patentata combina guai, poco apprezzata da tutti i Saggi per via del suo carattere scherzoso e certe volte pervertito. Oriku-san non ha scelta e comincia così gli allenamenti inutili a cui viene sottoposto per due anni dalla sua maestra. Gli allenamenti per rinvigorire il fisico si rivelano invece le basi per potenziare il suo Reikon, Obu infatti ha inventato una tecnica che si evolve in base al Reikon della persona che lo usa, questa potrebbe essere l’unica possibilità per Oriku-san di risvegliare tutti i suoi poteri dormienti. Comincia così ad allenarsi giorno dopo giorno, tra arti marziali, gli studi delle varie discipline e allenamenti con la spada per diventare sempre più forte ed arrivare alla fase 9 dell’allenamento che gli permetterà di usare la tecnica tanto attesa.

Anime atteso da molti ma che personalmente mi ha lasciato l’amaro in bocca. Mescola combattimenti , arti marziali, comicità, fantasia e magia, dovrebbe quindi essere un’anime da non perdere, di una bellezza sconvolgente, eppure non del tutto vero. Durante l’anime ci viene narrato l’addestramento del ragazzo, a volte da insegnanti scadenti ed altri fortissimi. Le puntate si susseguono così senza una “vera” storia, si pensa che questa però sia solo una stagione introduttiva, è stata già annunciata infatti che verrà fatta la seconda stagione e mi pare d’obbligo poiché diciamocelo, per chi l’ha visto tutto come me ammetterà che il finale fa pena, non è il mondo di chiudere una stagione, neanche siamo nel culmine della storia che magari si interrompe per creare suspense, invece tutto il contrario. Per non parlare del fatto che non spiega cosa sia esattamente questo Reikon, che deve essere potenziato per sviluppare nuove abilità, sarebbe un po’ come il chakra dell’anime Naruto, ma nell’anime non viene spiegato. Non fraintendetemi è un anime che vi consiglio, diverte, esilarante e chi più ne ha più ne metta, specie ora che hanno finito la sub titolazione in italiana è da vedere tutto per intero, gang spiritose e personaggi che fanno morire dal ridere, sia imponenti  che buffissimi, se dovessi dare un voto darei 7, ma è solo un voto provvisorio, ma è incompleto e confuso, aspetto con ansia la seconda stagione che spero dia inizio alla vera storia dell’anime. Do però un 10 alla sigla iniziale che è il top.