Xbox One sempre meno One: via il registratore

1325 0

L’eredità della disastrosa presentazione di Don Mattrick del 2013 sembra pian piano sfociare in un piano di rimandi e annullamenti. Nel 2013 Xbox One venne presentata al pubblico come una sorta di registratore per televisioni di nuova generazione con cui anche giocare ai videogames (senza la possibilità di permutarli in futuro). Lo shock fu tale che per Sony fu facile prendere il sopravvento sulla concorrenza.

Sta di fatto che nel tempo la politica di Phil Spencer è riuscita a scindere l’idea di Xbox come reigstratore per televisori e console per videogiochi, dividendo distintamente le due anime dell’hardware Microsoft. Sta di fatto che le funzionalità di automatizzazione si sono comunque rivelate pur sempre comode e per quanto riguarda la mia esperienza ho utilizzato spesso le funzionalità “televisive” di Xbox One. Sembra che Microsoft abbia però intrapreso una decisione più netta e severa nei confronti di ciò che era la filosofia del suo prodotto.

don-mattrick-xbox-one_1280.0
L’autore del più grande disastro di comunicazione della storia videoludica, proprio lui: Don Mattrick!

 

Grazie a Dio Xbox One non si è imposta sul mercato come inizialmente pensato dalla dirigenza Mattrick, ma sotto la protezione di Spencer si è rivelata una console con cui condividere i migliori momenti della giornata. Sta di fatto che il grande pubblico è rimasto scottato e la difficoltà di trovare una strategia di comunicazione più efficace sembra insormontabile. A tal proposito un rappresentante M$ ha dichiarato quanto segue:

Dopo un’attenta analisi, abbiamo deciso di mettere in pausa i lavori sullo sviluppo delle funzionalità di registrazione dei programmi TV in onda, per concentrarci maggiormente su nuove esperienze di gioco per Xbox One e Windows 10.

Le parole dell’esponente sono chiare e condivido la posizione dell’operato di Redmond. Questo fa comunque intuire il futuro supporto a Xbox One, eliminando le tenebre di un nuovo e imminente Hardware (che comunque arriverà tra massimo un anno e sei mesi per quanto mi riguarda). E’ difficile ipotizzare il futuro della console, ma è probabile che Microsoft voglia far diventare Xbox One una sorta di centro operativo simile a una estensione del Pc, poiché stando alle dichiarazioni dell’azienda è in arrivo un nuovo aggiornamento che unificherà lo store Windows 10 a quello Xbox.

Sarà interessante osservare come si evolverà la situazione.

Marco Masotina

Marco Masotina

Tosto come un Krogan, gli piace essere graffiante e provocante per scoprire cosa il lettore pensa dei suoi strani pensieri da filosofo videoludico. Adora i lupi, gli eventi atmosferici estremi, il romanticismo e Napoleone.