Curiosità: farsi insultare da una seiyuu? Ora è possibile!

1177 0

Si sa, i giapponesi si son sempre distinti per la loro eccentricità nell’ entertainment, stupendo ogni volta il pubblico, anche quello al di fuori del Giappone.
E ancora una volta han saputo sfornare un curioso modo di intrattenere gli utenti web, ossia facendosi “insultare” da un’intelligenza artificiale tramite una chat, ma come funziona?
Project Samantha è un progetto che nasce da una collaborazione tra la Sony Music Enternaiment e l’Institute of Language Understanding e consiste nella creazione di questa intelligenza artificiale che è in grado di svolgere alcune funzioni.
Attualmente è ancora in versione Beta e questo progetto permette al momento di chiaccherar con questa IA, di nome Motoko, personaggio creato dall’artista mebae.

13062245_1781208612112788_5805212393106607892_n

Motoko è la classica “bato shojo”, ossia una bulletta che si diverte ad insultare gli utenti che chattano con lei (tramite questo <— sito), con risposte che cambieranno in base a quel che le viene scritto e nonostante lei scriva unicamente in giapponese, comprende anche l’inglese semplice (persino parte delle volgarità).
Tra le varie funzioni possibili da Motoko, vi è quella di rispondere anche vocalmente, inviando ai malcapitati piccoli spezzoni audio, con la voce della seiyuu e cantante  Inoue Marina  (nota per ruoli come Yoko Littner di Gurren Lagann e Armin Arlert di Attack on Titan).

13087364_1781208628779453_2914100284074089226_n

Ad oggi Motoko ha insultato un totale di 3.515.313, numero ancora in aumento e questo progetto continuerà fino alla metà di Agosto.


Sara Roncaglia

Appassionata al Giappone sin dalla tenera età. I suoi hobby sono il disegno, la musica e il cosplay, da sempre è invaghita del mondo del doppiaggio e dopo esser cresciuta con il doppiaggio italiano, scopre il vasto mondo del doppiaggio giapponese, di cui è grandissima fan e spera di poterne conoscere qualcuno! Info sui seiyuu? Lei è la persona che fa per voi!