10 Curiosità sui Pokémon

2170 0

10 Curiosità Sui Pokémon 

Quanti di noi avranno guardato almeno una puntata di questo must have giapponese, oppure in quanti hanno sempre sognato di lanciare una Sfera Poké per acchiappare i mostriciattoli più amati del mondo?

Ovviamente come molti altri anime e manga, anche Pokémon nasconde molte curiosità e misteri , che forse ancora non sai.

Ho selezionato per voi lettori di Projectnerd.it , una top 10 di curiosità sul mondo dei PKM, siete pronti a scoprirle?

download-12

  1. In origine la serie non doveva chiamarsi Pokémon ma bensì: Poket Monsters.
  2. I Pokèmon si basano su quello che sono gli insetti artificiali da collezione, questo perché lo stesso creatore dei Pokémon li collezionava da bambino.
  3. I videogames dei Pokémon sono i più venduti al mondo, subito dopo loro nella classifica troviamo quelli di Super Mario.
  4. All’interno del manga il compagno di Ash/Satoshi, non era Pikachu ma Cleafairy, tutto ciò nell’anime venne poi cambiato perché Pikachu risultava più carino e più colorato.
  5. I nomi dei mostriciattoli protagonisti non sono uguali per tutti i paese del mondo, ad esempio Bulbasaur in Giappone prende il nome di Fushigidane che significa “bulbo misterioso”.
  6. In un episodio, erano presenti troppi abbagli di luci (rappresentavano attacchi dei Pokémon) che hanno causato compulsioni epilettiche a 600 bambini , dopo quella tragedia  quella puntata non fu mai più trasmessa.
  7. In america un episodio non fu mai trasmesso  per via di James del Team Rocket travestito da donna e con un seno di proporzioni esagerate.
  8. Nel 2014 fu scoperta una nuova specie di Pterodattilo a cui hanno assegnato il nome di un Pokémon che ha la sembianze di uno Pterodittilo, ovvero Pterodactyl.
  9. Ci furono degli episodi che nella gran parte del mondo fu bloccata la visione nei canali televisivi per via della presenza di troppi corpi nudi femminili.
  10. Il doppiatore Giapponese di Ash interpreta anche la mamma di Ash

Sono state molto interessanti queste curiosità?

Per altri articoli come questi rimanete sempre collegati su Projectnerd.it

 

raisethemoon