Milan Gamesweek 2016: intervista a Elf Games

753 0

No Marco, non puoi andare da solo con i tuoi amici al parco giochi: potrai farlo solo quando sarai più grande”.

Quante volte da piccini abbiamo desiderato di crescere in fretta per poter finalmente avere accesso ad attività che altrimenti non avremmo potuto intraprendere? Sicuramente tantissime volte, così tante che alla fine è successo per davvero e siamo diventati grandi forse troppo in fretta. Tutti noi alla fine siamo cresciuti e abbiamo imparato che da bambini non si stava poi così male, dannando i nostri stupidi desideri di crescere velocemente. A quanto pare non la pensa così il protagonista di “Oh! I’m Getting Taller”, il nuovo titolo targato Elf Games, studio di sviluppo indipendente italiano che già avevamo conosciuto al Retrofuturo Festival.

Con “Little Briar Rose” ormai in procinto di essere finalmente pubblicato nella sua forma finale dopo esser stato notato da moltissimi videogiocatori appassionati di videogiochi Indie, Oh! I’m Getting Taller promette una avventura leggera e simpatica con sempre una morale di fondo a guidare il giocatore nelle sue scelte.

portfolio-21
Little Briar Rose non può che lasciare a bocca aperta

Non a caso Oh! I’m Getting Taller possiede finali multipli che saranno decisi dall’azione del giocatore che sostanzialmente avrà la responsabilità di guidare il personaggio nel suo percorso di crescita in livelli Platform diluiti da un pizzico di Puzzle Games, giusto per rendere le cose più piccanti e interessanti. Lo stile grafico è invece quello tipico di Elf Games, semplice, ricercato e adeguato nella sua personalità simpatica e leggera che a tratti ricorda quanto già fatto con Little Briar Rose, ove il raffinato stile a “Vetrate” mi aveva davvero colpito.

gettingtaller1
Cosa vuol dire diventare grandi? Ce lo spiega Elf Games!

Abbiamo incontrato Elf Games durante il Milan Gamesweek 2016 e gli abbiamo posto domande interessanti in merito a Oh! I’m Getting Taller. Se volete scoprire che cosa ci hanno rivelato, non dovete fare altro che cliccare “Play” nel video qui sotto.

 

Di seguito il trailer del gioco:

 

Marco Masotina

Marco Masotina

Tosto come un Krogan, gli piace essere graffiante e provocante per scoprire cosa il lettore pensa dei suoi strani pensieri da filosofo videoludico. Adora i lupi, gli eventi atmosferici estremi, il romanticismo e Napoleone.