Piovono informazioni per Nintendo Switch: mancano solo 3 mesi

1050 0

Devo dire la verità: immediatamente dopo l’annuncio di Nintendo Switch, ho ordinato alla mia banca di mettere su un fondo dedicato i possibili 250 euro pronti a finanziare l’acquisto della nuova console di Kyoto. E’ inutile dire che Nintendo è riuscita a promuovere la sua nuova creazione in un modo pressapoco perfetto, riuscendo a raggiungere un pubblico così vasto tanto da toccare anche coloro che i videogiochi proprio non li toccano.

Chi ha seguito la presentazione assieme a Projectnerd.it, saprà che la data d’uscita è fissata per Marzo 2016, a un prezzo di lancio che sembra oscillare tra i 250 e i 300 euro. L’economicità della console dovrebbe essere garantita dai chip Nvidia Tegra integrati nella console e da uno schermo limitato ai 720p, tutt’oggi montati su tablet economici. Sappiamo che Nintendo non ha mai tentato di proporre prodotti eccessivamente votati alla ricerca tecnologica più pura, favorendo prezzi di vendita più bassi puntando tutto sul software esclusivo.

poster
La relativa economicità della console è data dal suo Form Factor simile a un tablet

 

Come è anche giusto che sia, a soli tre mesi dalla sua probabile uscita, sul web stanno proliferando moltissime informazioni riguardo la nuova console. Secondo un ex dipendente Ubisoft di nome Sebastian Aaltonen, i porting tra le console dell’attuale generazione e Switch saranno difficili se non impossibili. A suo dire la difficoltà sta proprio nell’hardware completamente diverso della console Nintendo, la quale è mossa da Chip Nvidia sensibilmente diversi da quelli AMD che montano sia Xbox One che Playstation 4. A tal porposito Sebastian pensa che i porting “comodi e puri” che avvengono tra X1 e Ps4 non potranno essere possibili con Switch previo una ottimizzazione dedicata:

Circa il 50% dei moderni motori grafici utilizzano computer shader (lighting, post processing, AA, AO, reflections, etc). E il fatto che si parli di Maxwell non ha un grande impatto sul conto degli shader, anzi 25.6GB di banda sono davvero pochi se sei abituato ai 68GB di Xbox One, e già questi non sono considerati una gran cosa. per rimediare occorrebbe una architettura con ESRAM per ottenere delle buone performance… naturalmente sto esprimendo il mio punto di vista sul porting di giochi della attuale generazione su Switch. Switch certamente può vincere facile contro le vecchie console, e le caratteristiche di Maxwell aiuteranno a ottenere qualcosa di più con i vecchi pixel e i vecchi render. Non importa se la scorsa generazione di console ha avuto i suoi titoli AAA tanti anni faSebastian Aaltonen
xbox-one_t
Secondo l’Ex dipendente Ubisoft, Switch non raggiungerebbe in alcun modo le console dell’attuale generazione

Le considerazione di Sebastien sembrano essere totalmente contrastanti con quanto affermato nelle settimane passate, ove si evidenziava una potenza comunque notevole dell’hardware Nintendo grazie a un chip dedicato a basso consumo, ma dall’alta efficienza. Alla fine l’attuale tablet Nvidia Shiel K1 ha sorpreso molte persone, ma non bisogna dimenticare che titoli quali The Witcher 3 girano sul piccolo hardware nvidia con il supporto del cloud gaming. Sta di fatto che le esclusive Nintendo sembrano girare a meraviglia, o almeno da quello che si è potuto vedere con Zelda: Breath of the Wild durante le presentazioni avvenute nel corso di dicembre 2016. Al Tonight Show di Jimmy Fallon ha sorpreso un po’ tutti, permettendo di osservare una build del nuovo Zelda in Real Time a 60 fps granitici:

L’idea di una Nintendo Switch limitata dal punto di vista della sua potenza di calcolo è stata confutata anche da Epic Games.  Secondo il presidente giapponese della Software House americana Takayuki Kawasaki, sono molti gli studios al lavoro su progetti per Switch sviluppati grazie ai potenti strumenti dell’Unreal Engine 4. Il primo a debuttare con la quarta versione del leggendario Graphic Engine dovrebbe essere proprio Dragon Quest XI, attesissimo nuovo capitolo probabilmente in uscita nel corso del 2017 il quale in ogni caso non sarà esclusiva della console Nintendo.

Sempre parlando di Software, in alcuni cataloghi di EB Games, azienda controllata da Gamestop e un marchio ancora in auge negli States, sono comparsi i titoli di Mario kart 8 e The Elder Scrolls V: Skyrim tra i titoli disponibili per Switch. A segnalarlo è stato un utente Twitter che è riuscito a leakare alcune immagini della catena di negozi statunitense. Certamente la loro veridicità è pur sempre in discussione, ma si tratta di materiale molto interessante:

 

 

Sembra inoltre che la console sarà a breve disponibile per il Pre-Order nei Gamestop dislocati in tutto il mondo, a provarlo vi sarebbero delle fotografie che ritraggono i cartonati di promozione pronti a essere distribuiti nei vari negozi. Non si fa riferimento al prezzo, ma solo al mese d’uscita anche qui confermato per Marzo 2017. In ogni caso, nonostnate noi di projectnerd.it crediamo che la console possa essere proposta a un prezzo incredibile di 250 euro, secondo gli ultimi rumors serviranno 300 dollari per portarsi a casa la console.

In ogni caso il 13 Gennaio prossimo Nintendo dovrebbe tenere una conferenza potenzialmente dedicata a Nintendo Switch, pertanto è assai probabile che il prezzo di vendita lo potremo conoscere tra una decina di giorni. Nel frattempo la domanda a voi è lecita: vi siete già innamorati di Switch o siete ancora titubanti?

nintendo-switch_notizia
I cartonati di promozione esposti in alcuni Gamestop

Se volete conoscere la lista dei titoli disponibili al lancio, non dovrete far altro che cliccare qui.

Marco Masotina

Marco Masotina

Tosto come un Krogan, gli piace essere graffiante e provocante per scoprire cosa il lettore pensa dei suoi strani pensieri da filosofo videoludico. Adora i lupi, gli eventi atmosferici estremi, il romanticismo e Napoleone.