bagarinaggio

PJN Inchieste – Bagarinaggio sui prodotti Nerd

2014 0

Il fenomeno del Bagarinaggio è nato decenni or sono, ed è presente soprattutto su eventi sportivi o concerti, consiste nell’acquistare molti biglietti d’ingresso dell’evento in questione e, quando questi vengono esauriti, i bagarini li rivendono a cifre esorbitanti.

Anni fa’, infatti non era strano trovarli girovagare intorno agli stadi, cercando con cura il potenziale cliente.

Con l’avvento di internet e delle prevendite si pensava di debellare questo fenomeno, ma come ha dimostrato anche un famoso servizio de “Le Iene“, si è invece consegnato a questi strozzini un nuovo modo di agire e la possibilità di fare i loro loschi affari direttamente da casa.

Purtroppo questo fenomeno piano piano sta coinvolgendo anche il nostro caro mondo nerd.

Voi direte

In che senso? Stanno bagarinando sugli ingressi a fiere?

Possibile, di questo però non ho prove certe, ma il vero bagarinaggio in questi anni sta coinvolgendo il settore dei pezzi da collezione, come per esempio le Collector’s Edition dei videogiochi.

Io, come molti di voi, avendo la passione per i videogames ho una selezioni di titoli che adoro e che solitamente cerco di acquistare in edizioni particolari. I vari Assassin’s Creed per esempio. Da anni oramai tutte le case produttrici, all’uscita di ogni videogioco, danno un ampia scelta di edizioni, certe con bonus digitali o artbook compresi, ma quelle più gettonate dai fans, sono senza dubbio le edizioni collector’s con action figures annesse.

Queste edizioni son diventate per un certo periodo comunissime, visto anche il numero elevato di pezzi prodotti, tanto che solitamente catene tipo Gamestop dopo qualche mese le mettevano in vendita con mega offerte per liberarsi dell’ingombro, ma negli ultimi anni le collector’s hanno ripreso il loro ruolo di edizione per collezionisti con tiratura limitata.

E qui entrano in gioco i nostri bagarini infatti appena queste edizioni hanno ripreso ad essere prodotte in pochi pezzi, queste “MERDE DEL WEB” hanno iniziato i loro loschi affari.

Come agiscono? Le loro azioni sono le stesse dei bagarini comuni, quindi acquistano vari pezzi della collector ed appena questa esaurisce, le rimettono in vendita su Ebay al doppio o al triplo del prezzo originale.

bagarini

Volete qualche esempio? La Collector’s Edition di The Witcher 3 per PS4 o Xbox One, terminata sul sito di Gamestop nel giro di poche ore… è apparsa su Ebay a 350€ dopo pochi minuti dall’esaurimento scorte (trovate ancora molte inserzioni a riguardo).
Magari attendevate con ansia Final Fantasy XV e volevate la super collector da 269 €?? Terminata in 1 ora e rivenduta per cifre mostruose (dai 580 € ai 1000 €).

bagarini

Uno dei casi più eclatanti è stato quello della collector’s del videogioco Batman: Arkham Knight, infatti l’edizione che comprendeva la Batmobile è andata esaurita in 19 minuti sul sito di Gamestop e rivenduta pochi minuti dopo sempre su Ebay al triplo (visti i pochi pezzi e l’esclusività di vendita di Gamestop che la rendevano rarissima) peccato però, per i nostri “amici”, che questo colpo non abbia dato i frutti sperati, in quanto questa collector è stata annullata per difetti di produzione della batmobile e gli utenti rimborsati.

Ma le collector’s dei videogames non sono le uniche ad essere colpiti da questi poco di buono infatti, eravate tra i nostalgici che volevano acquistare il MiniNES? Anche questa chiccheria per collezionisti è andata terminata in poche ore, venendo poi rivenduta su Ebay.

bagarini

Il tetto massimo secondo me si è verificato nei giorni scorsi, dopo la prematura morte della nostra cara Carrie Fisher, la Principessa Leia di Star Wars, infatti la nostra Annina ha pensato di onorare la sua memoria dedicandole la rubrica “I Nerd Consigli per gli Acquisti” trovando delle amare sorprese.
Infatti anche in questo caso i nostri “bagarini” hanno lasciato il segno, letteralmente arando tutto il materiale riguardante Leia da store ufficiali e rimettendoli in vendita a prezzi improponibili.

pop-leia

Le limitazioni tipo un pezzo a cliente, non li turbano, basta farsi vari account e spedire a 2 o tre indirizzi diversi per non dare nell’occhio, Gamestop ha tentato di mettere un freno alzando il tetto minimo per le prenotazioni ma neanche questo li ha scoraggiati.

Naturalmente non sto accusando chi, prende magari 2 pezzi di cui uno lo tiene sigillato, per poterlo rivendere nei periodi bui, (io per esempio non riesco a rivendere nulla, quando ho dato la PS4 standard per prendere la versione Pro… l’ho salutata) ma chi acquista 20 o 30 pezzi dello stesso articolo per poter guadagnare soldi facili con noi poveri nerd.
Per esempio, riprendendo il discorso di The Witcher 3 il primo DLC in versione collector’s (per intenderci quello comprensivo dei mazzi di Gwent) è stato preso d’assalto e rivenduto in poche ore, con venditori di ebay che ne hanno rivenduto anche 50 pezzi.

Oramai la prassi è sempre la stessa e purtroppo a differenza del bagarinaggio vero e proprio, non c’è una legge che possa punire questi STRONZI, che possono fare tutto alla luce del sole nella massima legalità. Credo che oramai l’unico modo di poterli combattere è il boicottarli, non acquistando ai prezzi folli da loro proposti, perché se non riescono a rivendere andranno necessariamente in perdita e magari smetteranno di rovinarci le nostre collezioni.

Ignazio Piras

Ignazio Piras

Da che ha ricordi... ricorda di essere un NERD