I Racconti dell’Era del Cobra – Recensione

1848 0

I Racconti dell’era del Cobra è un gioiello!

Cosa aspettate? Fiondatevi a comprare questo volume ADESSO!

STORIA

I Racconti dell'Era del Cobra

Questa è una storia classica. Troverete una bella principessa da salvare, un ladruncolo dalle mille virtù, un uomo ossessionato dal rispetto e un nano che trama lo spettacolo perfetto.

Le loro vite s’incroceranno e si scontreranno, a causa di un destino infausto che distruggerà ogni innocenza e pigrizia lasciando spazio solo alla vendetta, al dolore e all’odio.

Ma si sa là dove alberga il buio più profondo anche la più tenue luce una volta accesa illumina con la potenza di 10 soli.

Questa è una tragedia d’amore. Una fantasia come poche. Un classico.

Enrique Fernàndez scrive e disegna questa perla dimostrandosi uno dei più interessanti autori spagnoli in circolazione.

Questa è forse una belle più belle storie che vi possa mai capitare di leggere a fumetti. Le principali influenze per questa maestosa opera sono l’immaginario de “Le Mille e Una Notte” per lo scenario medio-orientale e indiano e Shakespeare per il nodo cruciale della vicenda e il carattere di alcuni personaggi.

Senza dimenticare “Le Avventure del Barone di Munchausen”, in particolare per i temi portanti dell’opera quali la potenza e vitalità delle storie che non sono altro che microcosmi di un macrocosmo di individui cioè le loro vite.

Ma è doveroso citare anche La Principessa Sposa, magnifico libro di William Goldman che interrompe, come il drammaturgo in questa storia, le vicende per stuzzicare il lettore ed eliminare il superfluo.

Voi cosa sareste disposti a fare per ottenere ciò che più bramate al mondo? Che sia l’amore della vostra metà perduta, il rispetto o una risata cosa osereste fare?

Leggetelo. Che siate amanti del fumetto o meno, questa è una delle storie da leggere senza se e senza ma.

DISEGNI

racconti-era-cobra2

Come detto poc’anzi Fernàndez scrive e disegna questa storia.

Che disegni signori. Le matite di Fernàndez sono spettacolari. Il suo è uno stile unico, parecchio influenzato dall’animazione americana ma anche dal fumetto europeo e d’oltreoceano. A mio avviso, ma potrei benissimo sbagliarmi, sembra un perfetto mix di Jacovitti e Toppi, per rimanere in ambito italiano.

Il suo disegno non è “perfetto”, al buon Enrique non interessa minimamente essere preciso bensì trasmettere anche graficamente lo stato interiore dei nostri personaggi. Preparatevi quindi a distorsioni da incubo per i momenti più tetri e grasse e morbide circolarità per i momenti più intimi e sognanti.

Ma l’opera non sarebbe così spettacolare senza i colori magnifici che vi troverete ad ammirare. Il loro ruolo è quello di emozionare e trasmettere la giusta atmosfera e la precisione di quest’arte di colorare la si può attribuire solo a pochissimi autori di fumetto.

CURA EDITORIALE

I Racconti dell'Era del Cobra

L’edizione di Tunué mostra ancora una volta quanto questa casa editrice proponga a prezzi vantaggiosi opere di qualità elevatissima.

Il volume si presenta come un brossurato della miglior specie essendo rilegato a filo e dal formato di 19,5X27 con 112 pagine a colori. Alla fine della storia troverete qualche pagina piena di bozzetti, schizzi e disegni preparatori che sapranno coinvolgervi ancora una volta.

Vi lascio QUI una piccola anteprima del volume direttamente dal sito di Tunué. Ancora una volta vi ricordo di catapultarvi e leggere questo gioiello di fumetto.

  • 9/10
    Storia - 9/10
  • 9/10
    Disegni - 9/10
9/10

Riassunto

I Racconti dell’Era del Cobra è un piccolo capolavoro, un vero gioiello grafico e narrativo, originale e classico allo stesso tempo. Una di quelle storie eterne che nutrono la fantasia di grandi e piccini da millenni e ben delineano la più importante differenza tra gli uomini e gli animali: noi viviamo, sogniamo e raccontiamo storie. Un volume da leggere!

Riccardo Maggi

Un giullare alla corte di Internet...