Top 10 dei giochi in uscita nel 2017!

1832 0

Il 2016 è stato un anno importante per quanto riguarda le uscite dei videogiochi: tra un E3 e l’altro siamo stati inondati di titoloni e piccole perle che hanno fatto sudare di fatica i nostri pollici, hanno stressato le nostre menti emozionate e hanno messo a dura prova il nostro portafogli. Sebbene il 2017 per ora sembri leggermente meno intasato di quanto lo è stato il 2016, a livello di qualità generale ci attestiamo esattamente sugli stessi gradi. Ecco dunque perchè la necessità di una Top 10 dei giochi in uscita nel 2017, come quella che vi apprestate a leggere.

10) Cuphead


Se la nostalgia per gli shoot’em up a scorrimento laterale non vi è mai veramente passata, e ne avete ancora di più per la magnifica estetica da cartone animato anni ’30, allora Cuphead è in grado di soddisfare entrambi i vostri bisogni. Quello che da una parte sembra un delirio artistico pieno di creature aberranti e filtri cartooneschi, dall’altra appare anche come un bullet-hell dal gameplay profondo e ben rodato durante gli anni. In uscita a metà 2017 per Xbox One e PC, è assolutamente da comprare.

9) Yooka-Laylee

Di questi tempi si fa sempre più difficile trovare dei platform 3D creati nel modo giusto, e fatta eccezione per i titoli Nintendo o le solite commercialate per i più piccoli sul mercato tradizionale non c’è molto altro. Fortunatamente ci viene in aiuto il crowdfunding, che tramite una popolare campagna su Kickstarter ha permesso ai fan del suo prequel spirituale, Banjo-Kazooie, di finanziare la nascita di Yooka-Laylee, rendendo di nuovo popolare il genere.

8) NIOH

Definito dai più come il “Dark Souls con i samurai”, NIOH riprende in effetti molte delle meccaniche che hanno reso celebre il capolavoro di From Software e le miscela alle atmosfere e lo stile artistico del giappone feudale. In altre parole, non potevamo chiedere di meglio! Speriamo solo che la profondità del gameplay terrà testa alle aspettative, contrariamente a quanto hanno fatto già molti altri Soulslike in precedenza (ehm ehm, Lords of the Fallen).

7) Detroit: Become human

Sia che li si amino o li si odino, i film interattivi di David Cage e soci della Quantic Dream hanno reso la scorsa generazione di console molto diversa dalle altre, influenzando e creando un genere a sè stante. È ora che anche PS4 meriti il proprio gioco Quantic Dream, e Detroit: Become human, con i propri dilemmi etici e le numerose possibilità di scelta, sembra proprio il candidato perfetto.

6) For Honor

Samurai, vichinghi e cavalieri medievali che combattono l’uno contro l’altro in improbabili (e cruenti, nonchè sanguinolenti) duelli. Da questo titolo desidero soprattutto un combat system abbastanza complesso da poter tenere testa ai miei desideri più sfrenati, e se ciò non verrà soddisfatto (pericolo molto possibile, temo), qualche dipendente di Ubisoft rischierà di essere decapitato con le stesse armi del gioco.

5) Horizon: Zero dawn

Il genere umano è regredito fino ad archi, frecce e pietre. La natura si è ibridata con la tecnologia. Per vivere bisogna cacciare enormi creature metà robot e metà animali, molto più letali delle loro controparti in carne ed ossa. Se credete che tali concetti narrativi bastino per fare un action-game in terza persona con i fiocchi (le cui vedute grafiche, tra l’altro, sono magnifiche) allora Horizon: Zero Dawn potrebbe essere il vostro gioco prediletto del 2017.

4) Prey

I giochi di gravità del primo Prey, oltre a dare alla testa, hanno anche fatto la storia; la loro mancanza si sente fin da quando è stato annunciato il sequel, diversi anni fa, che non abbiamo mai ricevuto. Bethesda ha deciso di riprendere le redini del brand e sta confezionando per il 2017 un nuovo, intrigante e splendente Prey. La paura, ovviamente, è che deluderà le altissime aspettative, ma diciamo che fino ad ora la cara Bethy ci ha azzeccato parecchio con i reboot.

3) Mass Effect: Andromeda

Sul podio troviamo l’incarnazione next-gen di Mass Effect, che sembra più splendente che mai. No Man’s Sky con la propria fantomatica eplorazione dei pianeti ha deluso, ma Mass Effect sembra voler andare oltre questo velo pietoso ed offrire astri molto più dettagliati, battaglie profonde e del roleplaying come solo Bioware sa fare. Preparatevi ad entrare nello spazio profondo per cercare casa.

2) The Legend of Zelda: Breath of the Wild

Breath of the wild non è “solo” un nuovo, scintillante capitolo della storica saga di Zelda: rappresenta anche il riscatto di Nintendo verso il proprio pubblico, con la sua nuova console ibrida, Nintendo Switch. Zelda sembra poi aver subito molto delle influenze degli altri videogiochi più popolari nel corso degli anni, e infatti nella formula classica sono stati aggiunte diverse nuove features da craft-game, come la raccolta di materiali, la fisica indipendente e la possibilità, appunto, di costruire da sè il proprio equipaggiamento. Senza parlare poi della magnifica, va detto, ispirazione artistica e grafica del titolo. Assolutamente da non perdere.

1) Red Dead Redemption 2

Poco si sa, poco si è visto, eppure va bene così, perchè non bisogna aggiungere altro (per ora). Red Dead Redemption, con le sue lande aride da esplorare a cavallo, i duelli al revolver, le carovane da assaltare e le intricate sottotrame nella vita di John Marston, è stato uno dei capolavori più riusciti della scorsa generazione. Rockstar d’altronde è anche un marchio di qualità, e sono sicuro che non deluderà nemmeno questa volta.

Jake Joke

Jake Joke

Eclettico e poliedrico, ama fare esperienza di ogni sezione dello scibile umano, specie quando si tratta di videogiochi, dove non disdegna alcun genere. Librofilo, appassionato di Filosofia e abituato a fare pindariche elucubrazioni che spesso non portano da nessuna parte. Sogna di sposare Ken Levine.

There are 1 comments

Comments are closed.