Airboy – Recensione

1660 0

La storia di questo fumetto è decisamente particolare e narra le vicende dello scrittore James Robinson, quando viene assunto da Eric Stephenson di Image Comics per scrivere il reboot di Airboy, insieme al disegnatore Greg Hinkle. I due, prima di dedicarsi al fumetto, cercheranno piaceri di ogni tipo, con sesso, droga e alcool finché non arriverà Airboy in carne ed ossa, che cercherà di rimettere sulla retta via i due autori. Si tratta quindi di un fumetto meta-narrativo, in cui i due reali autori del fumetto Stephenson e Hinkle, sono anche protagonisti in prima persona della storia narrata. Un tipo di narrazione di questo genere è ampiamente ritrovabile nella narrativa classica, ma se ci spostiamo nel mondo del fumetto diventa qualcosa di totalmente unico e originale. In questo modo i due autori non hanno semplicemente rivisitato la storia classica di Airboy, personaggio della Golden Age del fumetto americano, ma hanno ricreato una storia originale, mescolando passato e presente in un mix che non vi deluderà.

0039

Il volume, edito in Italia da SaldaPress, raccoglie i quattro numeri della serie, che partono dal racconto dei due autori per passare poi alla dimensione di Airboy e alla guerra ai nazisti.  Airboy è un fumetto evidentemente provocatorio e ironico, che mostra i vizi dei due autori con un linguaggio maturo, in cui non mancano parolacce e scene esplicite. Il tutto però risulta ben equilibrato e inserito nel contesto, senza mai sfociare nella eccessiva volgarità.

0035

I disegni di Hinkle sono di alta qualità, i personaggi sono sempre espressivi e riescono a cogliere le emozioni del momento. Gli scenari urbani sono tratteggiati con precisione e ricchi di piccoli dettagli che rendono ogni pagina un mondo tutto da scoprire. Menzione a parte va fatta però sull’uso del colore. Infatti il colore nell’intero fumetto ha un ruolo narrativo fondamentale. I disegni che si riferiscono ai due autori e al loro mondo sono colorati con tinte monocromatiche, differenziati solo dalle diverse tonalità e sfumature. Mentre Airboy e tutto ciò che è legato a lui, è colorato in modo classico, quindi multicolore. Questo rende un interessante effetto di contrasto tra ciò che i due autori e Airboy rappresentano. Da una parte un mondo dissoluto, pieno di vizi, dall’altra un grande eroe di guerra, pronto a combattere per il suo paese. Con un’altra prospettiva si potrebbe vedere anche la differenza tra i due autori reali e il personaggio di finzione.

Airboy sarà disponibile a partire dal 24 febbraio in edicola e fumetteria o sullo shop online SaldaPress.com

airboy_vol01_cover-2