Hanami in Italia: alcuni suggerimenti da Project Nerd

1395 0

Viviamo il Giappone con un Hanami… nostrano!

Hanami “guardare i fiori” è un termine giapponese che sta diventando sempre più noto anche in Italia. Si tratta di una usanza dalle origini antichissime (più di un millennio) che letteralmente porta i giapponesi a “migrare” lungo il paese per vedere i più bei fiori di ciliegio. La festa consiste nel consumare un pic nic in compagnia di amici o familiari al di sotto delle piante ammirandone la fioritura.

Si può svolgere anche di notte: i sakura (ciliegi) vengono illuminati appositamente con delle luci per esaltarne la bellezza (yozakura).

hanamiAnche in Italia è giunta la primavera e se qualcuno di voi lettori volesse cimentarsi in questa festività giapponese, Project Nerd ha pensato di consigliarvi qualche località da visitare.
Tra i posti “must” da visitare in Italia, abbiamo il laghetto dell’Eur, a Roma. Qui è possibile ammirare i ciliegi in fiori arrivati direttamente dal Giappone, donati nel 1959 dal primo ministro all’Italia.
Se invece siete più vicini a Milano, il luogo che fa per voi è la Collina dei Ciliegi. Si tratta di una montagnola alta circa 25 metri. Su di essa, trovere circa 6.000 varietà di ciliegi da fiore.
Vi segnaliamo anche una attività interessante a Forlì (FC): Hanami a Scardavilla.
Di seguito il programma:
“In collaborazione con OLTRE il GIARDINO Associazione Culturale per il verde, FIAB Forlì organizza PIC-NIC tra i ciliegi in fiore domenica 2 Aprile 2017 per vivere l’emozione dell’Hanami a pochi passi da casa, con visita alla vicina “Riserva naturale orientata” di SCARDAVILLA, passando per il bosco di FARAZZANO.
Ore 9.00 piazza antistante il museo San Domenico, ritrovo e iscrizione partenza giro guidato pic nic sull’erba tra i ciliegi. Possibilità di acquistare ricotta/ravigiolo del caseificio Ruffilli di Meldola e piadina, comunicandolo alla partenza all’organizzazione. Rientro, passando per Meldola, attraversando il parco fluviale. *Ritrovo per coloro che vogliono visitare il bosco di Farazzano utilizzando l’auto: alle ore 10.00 l’appuntamento è presso il distributore Metano e Gas auto Zannoni sulla via Bidentina (SP4) in prossimità dell’incrocio con le via La Canapona e Crocetta (davanti all’autovelox!) Costo iscrizione 5€ Per Info : segreteria Oltre il Giardino 348 2424488 – Maria Silvia
FIAB 328 1418267 – Maura Ventimiglia Per questioni organizzative in accordo con le Guide naturalistiche della Riserva Orientata di Scardavilla è opportuno confermare la propria adesione
Il percorso in bici si snoda, dove possibile, al di fuori della viabilità in asfalto, su strade bianche, carraie inerbite e in terra, attraversando anche fondi privati aperti per l’occasione con il consenso dei proprietari.
Va affrontato specificamente in mountain-bike; le city bike sono sconsigliate o devono essere dotate di gomme robuste adatte all’uso fuoristrada con rapporti in grado di affrontare tratti di sterrato e di salita.
A ciascun partecipante si richiede casco e bici completa dei dispositivi previsti dal vigente codice della strada (sistemi di illuminazione anteriore e posteriore, catarifrangenti, campanello). Si raccomanda di avere al seguito una camera d’aria di scorta o dispositivi per il riparo delle forature.
Ogni partecipante interviene all’evento a titolo personale, assumendosi i rischi e le responsabilità derivanti dall’attività svolta. Gli organizzatori non sono responsabili per nessun motivo della sicurezza dei partecipanti.
La visita alla Riserva di Scardavilla richiede scarpe e abbigliamento idoneo a muoversi all’interno di una riserva naturale.
Tutta l’attrezzatura necessaria al pic nic è a cura di ciascun partecipante.
In caso di maltempo l’evento sarà rimandato a data da destinarsi”

Valeria Fantini

Valeria Fantini

Classe ’89 con un passato da gamer incallita, ex-cosplayer, si laurea in Lingue, Culture e Istituzioni Giuridiche dell’Asia Orientale, curriculum Giappone. Dopo una esperienza di vita di alcuni mesi in terra nipponica, rientra in Italia e apre la sua scuola di lingue. A partire dal 2015 lavora e collabora con enti fieristici e associazioni come interprete o come organizzatrice di aree tematiche sul Giappone.