Aliens 30° Anniversario – Recensione

2487 0

Aliens 30 Anniversario è il volume che ogni fan di Alien deve avere!

 

STORIA

Aliens 30 Anniversario

Sono passati anni dall’ultimo incontro con gli xenomorfi ma Newt non si è ancora del tutto ripresa così come il caporale Hicks. Entrambi continuano ad avere incubi e ricordi piuttosto spiacevoli a riguardo e non appena si presenta l’occasione di recarsi sul pianeta natale degli alieni e prenderli a calci nel di dietro i due non ci penseranno su due volte e inizieranno il loro personale viaggio di redenzione.

Peccato che nell’ultimo periodo questi incubi sugli xenomorfi li ha avuti anche un misterioso individuo che predica una nuova religione: La Chiesa dell’Immacolata Incubazione dove gli alieni sono i messia di una nuova e più alta verità!

Mark Verheiden, sulla base delle grandi intuizioni di Cameron e del suo Aliens, continua là dove c’eravamo lasciati e prosegue in profondità tanto sui due personaggi “minori”, Newt e Hicks, quanto sugli xenomorfi, presentandoci interessanti studi su questa misteriosa razza aliena che desta tanto interesse per le megacorporation e non solo.

Di riflesso si riconosce come la logica e la morale in questo caso siano inutili e di come la razza umana pecchi di hybris (tracotanza, orgoglio).

Non siamo gli unici esseri viventi nell’universo e non tutto ciò che vive dev’essere mosso dai nostri stessi principi o impulsi e qualsiasi nostra conoscenza riguardo la vita, l’universo e tutto quanto (cit), è una prospettiva infinitesimale nel disegno universale che non si piegherà di certo sotto la nostra intelligenza.

Storia dunque convincente, coerente con l’universo di Aliens ma non per questo priva di riflessioni socio-politiche importanti o nuove prospettive biologiche riguardo agli xenomorfi e ciò che hanno creato, pardon distrutto.

L’unica pecca nel racconto è che a tratti sembra confusionario in quanto ci sono così tante cose da raccontare che si cambia spesso prospettiva in modi bruschi e inaspettati, ma andando avanti le trame si allacciano e riuniscono e la storia si alleggerisce e si muove sinuosa e libera.

Il buon Mark però ha detto una cosa che in molti si dimenticano quando si parla del fumetto come medium inferiore al cinema (perché lì le immagini si muovono e così i soldi, una montagna di $$$$$$) o alla letteratura (perché è nata con l’uomo e ogni cosa è già stata scritta dai giganti, quindi amen!): quando fai un fumetto puoi dare sfogo alla fantasia senza preoccuparti del budget (cosa che per un film è fondamentale) o della limitatezza delle parole (non tutti possono scrivere di mondi e universi fantastici e trasmetterceli come un bel paio di illustrazioni).

Riflettete gente…

DISEGNI

Aliens 30 Anniversario
Mark A. Nelson.

Che dire? Senza di lui questo fumetto non avrebbe avuto lo stesso successo, ve lo posso assicurare. Ancora oggi le sue tavole sono perfette. Il bianco e nero qui disegna i toni e le atmosfere meglio di qualsiasi colore possa mai fare.

Senza dimenticare il tratto curato e ricco di Nelson che però si sporca sempre di quell’amore per il grottesco e l’orrore che in un fumetto di Alien è quanto mai necessario essendo la saga cinematografica che meglio mescola la Fantascienza e l’Orrore, due generi che hanno donato molto all’arte, e al fumetto (pensate agli EC COMICS!).

Inoltre la divisione in griglia delle tavole è spesso accattivante e perfettamente in linea con i toni e i sentimenti dei protagonisti come per esempio la tavola incubo dove la griglia non è più retta e sicura ma distorta, grottesca, il che ben rappresenta il terrore che un’incubo ci trasmette.

Per farla breve Mark A. Nelson ha fatto un lavoro eccelso che pochi altri disegnatori di quel periodo avrebbero saputo realizzare. L’unica cosa che fa storcere il naso è l’abuso dei retini, ormai scomparsi da 10 anni a questa parte ma una volta era impensabile realizzare fumetti senza retini, quindi dobbiamo accontentarci.

CURA EDITORIALE

Aliens 30 Anniversario

Questo Aliens 30 Anniversario è disponibile in una versione cartonata di 18,5×27,5 cm di 200 pagine in bianco e nero a 24,90€ con copertine, studi dei personaggi e delle tavole e soprattutto una prefazione di Mark Verheiden postfazione di Mark A. Nelson nella realizzazione di questa mini-serie davvero spettacolare che all’epoca divenne il best-seller della neonata Dark Horse.

Vi lascio poi il sito di Saldapress per spulciarvi altri titoli di questa casa editrice che continua a stupirci per il suo catalogo ricco e variegato!

  • 8/10
    Storia - 8/10
  • 8/10
    Disegni - 8/10
8/10

Riassunto

Caldamente consigliato ai fan della saga che troveranno finalmente pane per i loro denti ma anche a chi cerca un’avventura che sappia mescolare perfettamente fantascienza e orrore e sia una gioia per gli occhi ancora oggi. Se volete celebrare al meglio la saga di Alien compratevi questo piccolo gioiello targato Dark Horse, non ve ne pentirete!

Riccardo Maggi

Un giullare alla corte di Internet...