Bulletstorm Full Clip Edition

Bulletstorm Full Clip Edition – Recensione

3099 0

Bulletstorm Full Clip Edition è un gradito ritorno che speriamo possa avere un seguito!

Versione Testata: PC

Bulletstorm Full Clip Edition è la rimasterizzazione in 4K dell’originale Bulletstorm uscito nel lontano 2011, al prezzo di 49,99€/45,99€, in arrivo il 7 Aprile su PC, PS4 e Xbox One.

STORIA

Bulletstorm Full Clip Edition

Grayson Hunt è un ladro, un fuorilegge, un pirata spaziale con un passato violento che si oppone strenuamente alla dittatura di un folle, il Generale Serrano, sua vecchia conoscenza. Così non appena si presenta l’occasione di saldare il salatissimo conto tra lui e il generale non ci pensa su due volte a sacrificare una nave e una ciurma spaziale della peggior specie.

Così iniziano le vicissitudini di Greyson Hunt e del suo fedele compagno e amico Ishi, gli ultimi sopravvissuti dello scontro orbitale tra Hunt e Serrano, anche lui schiantatosi su Stygia, un pianeta abbandonato dove i rimasugli della civiltà si concretizzano in rigurgiti mutanti e barbari piuttosto orripilanti.

Ma questa sete di vendetta ha trasformato Greyson Hunt in un ubriacone senza speranze sempre pronto a sparare a zero su tutto e tutti con battutacce della peggior categoria e Ishi in un cyborg, adesso privo di quei freni umani che gli hanno impedito per anni di uccidere l’amico Hunt.

La trama poi prosegue sulla scia delle storie avventurose anni 40/50 molto pulp/ fantascienza Golden Age dove la meraviglia e l’incredibile la fanno da padrone.

Per intenderci prendete un fumetto EC Comics della linea Weird-Fantasy, coloratelo con toni marroni e verde acceso che ben cozzano col rosso sangue che bagnerà i vostri vergini occhietti, e sostituite i dialoghi con battutacce e insulti di ogni tipo.

Bulletstorm presenta quindi una trama (soggetto) semplice e lineare e una sceneggiatura che trasforma il tutto in un giocattolone divertente e frenetico. Quindi sì le battutacce e le frasi ad effetto di Hunt sono perfette e smorzano l’atmosfera come solo pochi altri eroi videoludici hanno saputo fare (non avete mai sentito parlare del Duca?).

A sorpresa ho scoperto che a scrivere il soggetto e la sceneggiatura di Bulletstorm è stato quel mattacchione di Rick Remender che se siete poco avvezzi al fumetto americano contemporaneo posso garantirvi che è tra i migliori talenti in circolazione.

Inoltre sempre a lui si deve la storia di Dead Space. Quindi un applauso a questo versatile e simpatico scrittore!

GAMEPLAY

Bulletstorm Full Clip Edition

Quindi la storia è buona, semplice e divertente grazie ad una buona sceneggiatura.

Ma è con il gameplay che Bulletstorm brilla senza precedenti.

Già perché il sistema di gioco di Bulletstorm si riassume tutto nel motto: Kill with Skill! ovvero Uccidi con stile! Si spara un fracco a una tonnellata di nemici, uno più colorato e diverso degli altri con un comportamento e aggressività che ben si sposano con l’idea di creare uno sparatutto vecchia scuola frenetico, esagerato e divertentissimo.

L’obiettivo del giocatore sarà quindi quello di uccidere nel modo più violento possibile qualsivoglia nemico che finirà per essere carne da macello sotto i nostri colpi e il nostro fedelissimo cappio col quale potremo creare e sperimentare uccisioni che difficilmente avrete occasione di replicare in qualche altro sparatutto in questa generazione.

Vi sono 8 armi, tutte potenziabili grazie ai punti acquisiti con le uccisioni, e tutte presentano un fuoco secondario davvero unico che aumenterà notevolmente le possibilità del giocatore!

Oltre ai vari nemici (davvero coriacei ai livelli di difficoltà più elevati!) troveremo anche boss fight degne del miglior Duke Nukem, Shadow Warrior e Gears of War.

Le vie del signore sono infinite dicevano, e qui signore e signori si premia la creatività, la crudeltà e il politicamente scorretto. Cosa volete di più?

Oltre alla campagna in singolo giocatore troveremo la modalità Echo che ci farà rivivere alcune missioni con l’unico obiettivo di ottenere un punteggio sempre maggiore nel minor lasso di tempo disponibile.

Il Multiplayer?

C’è si chiama Anarchy ma non è altro che la modalità orda di Gears of War o Zombie di Call of Duty, giocabile in compagnia di altri 3 amici per un totale di 4 giocatori con i quali scalciare deretani come se non ci fosse un domani! Una modalità cooperativa che volendo si trasforma in un ottimo competitivo…

GRAFICA E SONORO

Bulletstorm Full Clip Edition

People Can Fly ha deciso di utilizzare il motore grafico più utilizzato sulla passata generazione (xbox360 e ps3), Unreal Engine 3 estremamente malleabile e in grado di adattarsi su qualsiasi piattaforma facendo della scalabiltà (aumento o diminuzione del numero di poligoni ed effetti grafici avanzati), il suo punto di forza. Ottimo frame-rate e caricamenti piuttosto veloci tra un capitolo e l’altro.

Il vero punto di forza del gioco è però nel comparto artistico dove i ragazzacci di People Can Fly, nonostante abbiano rubacchiato da Gears of War et similia sono riusciti a creare un mondo davvero spettacolare, ignoto e a volte coloratissimo che ben si mescola col tono scanzonato dell’opera.

Il sonoro è decente, nulla di trascendetale anche perché a farla da padrone saranno le urla dei malcapitati che si scontreranno con forza contro i nostri proiettili e la nostra crudeltà creativa!

Quali sono le differenze tra l’originale e questa rimasterizzazione?

A livello di gameplay cambia poco o nulla, essendo solo una rimasterizzazione, questa nuova versione rifà il trucco per quanto concerne la grafica e poco altro. Ci sono anche i due DLC Gun Sonata e Bloody Symphony ma Gearbox non ha aggiunto nulla.

L’inserimento di Duke Nukem inoltre, disponibile solo per chi preordina, per quanto divertente non giustifica in alcun modo la riproposizione di tale gioco che già su Steam si trovava a prezzi irrisori.

Perché Gearbox si è cimentata in questa rimasterizzazione?

Semplice: il gioco è validissimo e ha anticipato di parecchio il ritorno degli FPS vecchia scuola genere che sembra essere tornato alla ribalta grazie a Shadow Warrior, DOOM e i prossimi Prey e System Shock 3.

Non è da escludersi che Gearbox tasti il terreno con questa rimasterizzazione, per produrre un seguito….

Se lo avete giocato aspettate l’abbassamento di prezzo. Perché 49,99€/45,99€ (a seconda se giochiate su console o pc) non sono troppi ma neanche troppo pochi…

Mentre se lo avete perso o snobbato, ma provando uno dei titoli sopracitati vi è venuta voglia di qualche bel sparatutto vecchia scuola, spacca-mascella (o semplicemente siete stanchi dei soliti Cod e Battlefield), compratelo senza perdere tempo perché vi divertirete come non mai!

Riccardo Maggi

Un giullare alla corte di Internet...