elite dangerous

Elite Dangerous e la tragica storia dietro una luna

1977 0

Per onorare la morte dell’amico di un giocatore, Frontier Developments rinominerà una delle luna di Elite Dangerous.

In Elite Dangerous, giusto oltre la Coalsack Nebula, c’è una regione conosciuta come Praea Euq, un cluster di stelle inabitato.

Di miliardi di stelle, pianeti e innumerevoli lune, ce n’è una in particolare veramente speciale ad un pilota. Per ora, il suo nome è ‘Praea Euq WD-T C3-36 B 9 A,’ ma nell’update 2.4, Frontier la rinominerà ‘Miola’ come memoriale a João Pedro Miola. Aveva 19 anni quando è morto lo scorso mese di leucemia.

“E’ successo tutto così in fretta,” dice Felipe a Steven Messner di PCGamer su Skype dal Brasile. João era il suo migliore amico. “Più o meno un mese fa, siamo andati a casa di uno dei nostri amici e siamo finiti a cucinare sandwich al banco e guardato film… e ora questo.”

Compari affiatati

Mentre continuano a parlare, Felipe di 19 anni ha raccontato un po’ di storie dell’amicizia che aveva con João Pedro. “Ho sempre avuto difficoltà a socializzare e sono estremamente timido, per cui è difficile per me fare amicizia,” dice Felipe, aggiungendo che era costantemente vittima di bullismo a scuola. Ma João Pedro era diverso – socievole e testardo. “Era quella persona che non dava niente per scontato. Quando era arrabbiato su qualcosa, felice o triste, lo diceva. Avrebbe combattuto per quello in cui credeva, a tutti i costi.”

“Ci siamo incontrati un giorno quando l’ho sentito discutere con gli ufficiali a scuola su come poteva essere difficile evacuare la scuola in caso di emergenza. Dopo tutto, questo è quello di cui parlarebbe uno di 15 anni a degli ufficiali scolastici,” Felipe ride. “Ho pensato che fosse una persona interessante, quindi ho deciso di parlarci.”

elite dangerous

I due si sono ritrovati ad andare d’accordo in men che non si dica quando hanno realizzato di condividere la stessa passione per la scienza, aviazione e lo spazio. “Parleremmo di cose come la guerra – tipo se il ME-90 era meglio dello Spitfire nella seconda guerra mondiale. Sai no, la solita roba da geek.” Felipe ridacchia. “Eravamo sempre su Skype parlando e giocando ai videogiochi fino alle 3 di notte. I suoi genitori non approvavano chissà che.”

Poco dopo, lo spirito esuberante di João Pedro ha cominciato a mancare a Felipe. Diceva che avevano cominciato a fare un gruppo di studio per aiutare altri studenti perché la scuola aveva cominciato a saltare le classi per via di uno sciopero degli insegnanti. Dopodiché Felipe e João Pedro ebbero 20 studenti in più nel gruppo di studio. João Pedro aiutò Felipe ad aprirsi. “Più o meno 4 anni fa, non avrei mai potuto fare questa intervista con te,” ammette. “E’ veramente difficile per me.”

La specialità di Felipe era la storia e geografica, João Pedro eccelleva nella matematica e scienza. Non a caso, stava studiando per entrare in una delle università del Brasile sperando di diventare un ingegnere aerospaziale. “Ci stava andando giù di brutto con lo studio,” dice Felipe. “Giocavamo ai videogiochi parlando su Skype mentre lui risolveva dei calcoli per prepararsi al test. Fantasticava su quanto avrebbe voluto lavorare per la NASA o SpaceX, scrivendo curriculum e ritornando a costruire il programma spaziale per il Brasile.”

Guarda caso, Kerbal Space Program era uno dei videogiochi preferiti di João Pedro. “Ha sempre voluto disegnare razzi e guardava sempre dei tutorial su internet. L’ultima volta che abbiamo parlato, stava lavorando su un caccia a due motori simile ad un F-22,” dice Felipe.

elite dangerous
Una foto del caccia che João Pedro stava costruendo prima di morire.

Se João Pedro amava Kerbal Space Program, il gioco preferito di Felipe è Elite Dangerous. Se si guarda al suo profilo Reddit, è pieno di foto incredibili. Ma per quanto João Pedro amasse il gioco, non poteva permettersi un computer che lo potesse far partire. Aveva quindi Felipe che gli mandava foto delle sue avventure attraverso la Via Lattea.

João Pedro stava conservando i soldi per comprare un PC migliore per unirsi a Felipe quando ha cominciato a sentire i sintomi della leucemia. “Ha cominciato a sentirsi male per due mesi,” dice Felipe. “Faceva tanto Karate quindi sentiva parecchio dolore muscolare e ultimamente cominciava ad avere un po’ di mal di testa. I suoi genitori pensavano che forse aveva solo bisogno di un paio di occhiali – non sembrava niente di allarmante.”

“Dopodiché, il dolore era tale che è dovuto andare in ospedale,” continua Felipe. “I dottori avevano trovato che qualcosa non andava all’interno delle ossa, avevano quindi deciso di mandarlo all’ospedale in Brasile – il miglior posto che potevano trovare. Ci è stato per un’intera settimana. Gli hanno diagnosticato la leucemia.”

La diagnosi aveva scioccato tutti – specialmente Felipe. “Ci sono veramente rimasto. Gli ho inviato un messaggio e ci aveva messo molto più tempo del solito a rispondere. Avevo chiesto di lui a suo fratello su come stava, diceva che si sentiva triste e voleva solo tornare a casa così che potessimo andare al raduno dei Jedi questo Giugno.”

Tra le stelle

elite dangerous
Una delle immagini che Felipe ha salvato durante il viaggio alla Nebulosa d’Orione.

Durante la settimana in cui João era in ospedale, Felipe ha passato il tempo giocando Elite Dangerous. Si era avventurato fuori dalla bolla dell’umana civilizzazione per andare nello spazio inesplorato. Si era fermato in un sistema e aveva iniziato a scannerizzarlo alla ricerca di corpi planetari non ancora scoperti. Finita la scan, aveva scoperto un pianeta che orbitava attorno a due stelle binarie che ruotavano tra di loro al centro del sistema. Avventurandosi là fuori, per vedere pianeti e lune con i suoi stessi occhi, Felipe aveva fatto la sua prima scoperta dopo centinaia di ore di gioco. Nessuno prima di lui aveva trovato quel pianeta in questi anni da quando Elite Dangerous uscì.

Quando di solito i pianeti e le lune di Elite Dangerous sono dei corpi marroni privi di vita e colori, la luna che Felipe aveva scoperto era di un ghiaccio vivo con traccie fulminee di corallo. “Ho sempre pensato che le lune marroni fossero noiose perché la terra del mio paese è praticamente beige,” Spiega Felipe. “E’ qualcosa che vedo continuamente. Questa luna, però… mai visto qualcosa di simile. Bellissima. Amo il contrasto tra i colori. Ho pensato che João Pedro avrebbe voluto vederla, quindi ho screenshottato tutto quanto: la massa, la gravità, tutto.”

elite dangerous
La prima scoperta di Felipe, presto verrà chiamata “Miola”.

Nel mentre, Felipe non sapeva come erano diventate serie le condizioni di João Pedro, e aspettare le sue risposte creava sempre più ansia. “Non pensava in positivo in quello stato,” dice Felipe.

E poi, mentre era in classe, Felipe riceve un messaggio dal fratello di João Pedro. “Per qualche ragione, l’ho aperto e l’ho letto. Ho sbroccato, in classe, davanti a tutti.” dice gravemente. “Sono andato da suo fratello e ha spiegato tutto. I reni di João Pedro hanno smesso di funzionare e lo hanno dovuto attaccare ad una macchina per farlo sopravvivere. Quel giorno, hanno deciso di dargli la prima dosa di chemioterapia, ma il suo cuore non ha retto.”

“E’ stata dura, sai?”

Perdere il tuo migliore amico è un dolore impossibile da descrivere, dice Felipe. Non li perdi solo nel presente, ma anche in futuro. “Avevamo tanti progetti. Avevo comprato una Jeep perché ci sono tante cascate vicino casa mia, quindi pensavamo di andarci con i nostri amici. Avevo persino pensato di farlo Padrino ai miei figli dopo che mi sarei trovato una ragazza e averla sposata. Ma non succederà mai, e tutto quel che mi rimane… è il dolore.”

Dopo il funerale di João Pedro, alla disperata ricerca di qualcosa con cui distrarsi, Felipe dice di aver avviato Elite Dangerous. Là, nella finestra dei segnalibri, aveva trovato la luna che sperava di condividere col suo amico. Con nessun modo di rinominare la luna da solo, Felipe decide di raggiungere il subreddit di Elite Dangerous e di condividere la storia di João Pedro. “Tantissime persone mi hanno notato e simpatizzato e tante di loro si sono messe in contatto con Frontier Developments,” spiega, con la voce di chi aveva trovato supporto. “Ho realizzato che ci sono tante brave persone in questo mondo, anche se sono un po’ chiuso e non ci parlo. Mi ha fatto sentire bene.”

Giorni dopo, Frontier Developments contatta Felipe per esprimere le loro condoglianze, informandolo che avrebbero rinominato la luna “Miola”, in onore di João Pedro. Nel futuro update 2.4, quello del famoso Ritorno dei Thargoids cui non ha una data ma potrebbe arrivare alla fine dell’anno o il prossimo.

Anche se ci vorrà un po’ prima che il cambiamento avvenga, a Felipe non importa. “Ci vorrà molto, sicuro, ma non riesco a credere che stia succedendo.”

Per lui, è un piccolo segno di conforto in un mondo messo sotto sopra a causa della sua perdita – una piccola luna in una galassia di miliardi come questa. Felipe dice che una volta che il cambiamento sarà stato fatto, lo mostrerà alla famiglia di João Pedro. “So che avrebbe fatto la stessa cosa per me, se i nostri destini fossero invertiti. Avrebbe dato un nome ad una vera luna per me, perché non esiste che non sarebbe andato nello spazio,” dice Felipe ridendo.

Se doveste passare per la Coalsack Nebula, prendete in considerazione l’idea di fare un tour alla Praea Euq WD-T C3-36. Avrete bisogno di un Advanced Discovery Scanner per trovare la luna, ma ne varrà la pena. Con innumerevoli lune senza nome e pianeti, vale la pena vederne una che significa qualcosa.

elite dangerous
Felipe (sinistra) con Pedro (destra)
Manuele Musso

Manuele Musso

Scrittore improvvisato tra romanzi, sceneggiature e testi brevi. Ama i videogiochi, sarebbe capace di scrivere qualsiasi cosa su questi. Tende a guardare di più all'interfaccia di un videogioco piuttosto che al gameplay in sé, senza contare che pensa solo a quanto è smussato un poligono.