LA VIA DELLE FIABE per mano – I viaggi che vi consiglio!

2058 0

491102

Ormai l’estate è quasi finita, ma io vorrei comunque provare a proporvi un’idea di vacanza, non troppo convenzionale, per le prossime ferie!

Quindi, miei cari, non smettete di sognare, che Natale è vicino!

Il Natale si sa, è il periodo Disney per eccellenza: ci raggomitoliamo tutti sotto le coperte di lana e rivediamo ogni Classico che la TV ci propone.

Quest’anno vi suggerisco di alzarvi dal divano, munirvi di zainetto e cartina e prepararvi a partire alla volta della… Germania!

Si sa che i crucchi non sono famosi né per la loro simpatia, né per la loro cucina, ma hanno comunque qualcosa di imperdibile: LA VIA DELLE FIABE.

Ora vi spiego meglio.

Chi di noi da piccolo non ha ascoltato prima di addormentarsi una delle fiabe dei Fratelli Grimm? Sono sicura che voi tutti conosciate Cenerentola, La Bella Addormentata nel Bosco e Raperonzolo, e sono altrettanto certa che sappiate nominarmene molte altre!

Personalmente ero più il tipo da Robin Hood o Peter Pan. Amavo le avventure pericolose e personaggi eroici e combattivi, ma non per questo non ho apprezzato la via delle fiabe.

L’itinerario che vi propongo dura almeno una decina di giorni se si considera un giro completo della Germania, per cui bando alle ciance e iniziamo con la scheda!

SCHEDA:

Durata Complessiva: 12 giorni, 10 notti;

Città Visitate: Berlino, Amburgo, Brema, Bad Oeynhausen, Hameln, Bodenwerder, Burg Polle, Oberweser, Gottingen, Hofgeismar, Trendelburg, Schwalmstadt, Marburg, Christenberg, Hanau, Francoforte, Monaco;

Costo: circa 800 Euro.

LUOGHI DI INTERESSE:

Perché dunque vi consiglio questo viaggio? Per chi fosse appassionato di castelli, medioevo e cavalieri probabilmente non devo aggiungere nulla, ma a persone meno interessate a questi dettagli, posso dire che si visitano i luoghi di ambientazione e le residenze che hanno ispirato i fratelli Grimm nella scrittura dei loro racconti.

Tutti i posti sono tenuti al meglio e i biglietti di ingresso sono economicissimi, soprattutto se si ha il tesserino dello studente.

RACCOMANDAZIONI:

Il viaggio è faticoso, serve almeno un guidatore e uno o due cambi.

Lo consiglio se si cercano avventura ed emozioni. Adatto a ragazzi, famiglie e coppie.

Alcuni castelli sono su alture e ci si arriva camminando e, anche se non serve essere particolarmente allenati, lo raccomando comunque a persone che non abbiano problemi a fare passeggiate scoscese.

In Germania sono molto fiscali, quindi vi ricordo di portare documenti validi per avere sconti. Difficilmente accettano la Carta di Identità con lo stato civile.

 

Ora iniziamo con la parte più divertente… IL VIAGGIO vero e proprio!

Ci sono due itinerari possibili, uno che percorre direttamente la via delle fiabe, e quello, invece, più completo e lungo che ho fatto io.

Vi espongo il secondo itinerario che è quello che conosco meglio, e anche quello che vi permette di apprendere più a fondo la cultura tedesca.

Io ho affrontato il viaggio a cavallo tra la fine di luglio e i primi giorni di agosto e ho trovato quasi sempre il cielo annuvolato. Vi ricordo che la Germania è un posto mediamente freddo, soprattutto d’inverno, per cui munitevi di kway e vestiti pesanti!

Ora iniziamo a descrivere ogni tappa:

1° GIORNO: BERLINO

Berlino, oltre che essere la capitale della Germania e una città imperdibile, è anche quella più comoda da raggiungere, con svariati voli quasi ad ogni ora. Per questi motivi l’abbiamo scelta come prima tappa.

Lì abbiamo girato a piedi, i mezzi sono molto comodi, anche se la metro funziona in maniera un po’ differente dalla nostra e ho avuto qualche problemino di orientamento all’inizio.

Il primo giorno consiglio di vedere il PERGAMON MUSEUM, ovvero il museo di arte e architettura antica, nel quale sono interamente ricostruiti molti elementi, ed è davvero emozionante passare attraverso queste istallazioni.

Il biglietto per gli studenti dovrebbe costare 8 Euro e l’apertura è alle 10.00. Non bisogna prenotare i biglietti, la fila dura una ventina di minuti ed è al coperto.

img_7221

Berlino è una città quasi interamente ricostruita, per cui un giro in centro è d’obbligo per vedere le piazze più belle, come ALEXANDERPLATZ e il SONY CENTER a Bellevuestrasse 5.

img_5185

2° GIORNO: BERLINO

Il secondo giorno abbiamo visto due musei imperdibili: IL MEMORIALE PER GLI EBREI UCCISI D’EUROPA e il MUSEO EBRAICO.

img_7299

Per entrambi la fila è breve e la visita piacevole. Aprono alle 10.00 e hanno un costo compreso tra i 3 e i 10 Euro a seconda delle riduzioni.

Abbiamo anche visto la Piazza della Repubblica, senza vedere il REICHSTAG perché non avendolo prenotato non c’erano posti disponibili.

img_7229

Consiglio vivamente una passeggiata per la famosa EAST SIDE GALLERY attraverso tutte le parti conservate del muro decorate da meravigliosi graffiti.

La Porta di BRANDEBURGO è a due passi dal Reichstag e lì vicino c’è il MUSEO DI DALI’ con acquerelli giovanili e qualche statua.

A Berlino sono anche imperdibili le cioccolaterie e i mercati, dove si mangia davvero bene.

img_7297

3° GIORNO: BERLINO-AMBURGO

Il terzo giorno è stato quello del trasferimento. Abbiamo preso la macchina in affitto e ci siamo spostati dalla capitale ad Amburgo.

Questa città portuale è molto piccola e si gira anche comodamente a piedi.

Da vedere c’è poco, e soprattutto dall’esterno. Il palazzo dell’ELBPHILHARMONIE e gli SPEICHERSTADT ne sono degli esempi.

img_7255

Per viaggiatori più meticolosi suggerisco il MINIATURE WUNDERLAND, il quale contiene appunto miniature e ricostruzioni della città.

HEIDE PARK anche è molto caratteristico e imperdibile soprattutto per mangiare e rilassarsi.

Altri luoghi di interesse possono essere il Municipio (Rathaus) e il Kunsthalle.

Pochi sanno che Amburgo, oltre che la città della perdizione, è conosciuta come la città dei Beatles, ovvero dove il gruppo ha esordito.

Ci sono molti monumenti che lo ricordano, soprattutto nel quartiere a luci rosse.

4° GIORNO: AMBURGO-BREMA

img_7329
Brema centro
2
Schnoor

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

È con questo trasferimento (da Amburgo a Brema) che inizia la via delle fiabe vera e propria.

Brema è una delle cittadine più carine che abbia visto in questo viaggio. Al tramonto dà il meglio di sé.

Consiglio di passare attraverso parco, che si sviluppa per lungo, e costeggiarlo passando per l’Am Wall, una delle strade principali.

La città ha due centri molto vicini, uno politico Altstadt, con la Rathaus, il duomo e la Marktplatz (dove sta la statua dei Musicanti di Brema), e uno storico SCHNOOR, con tutte case medievali e negozietti particolari.

  • Da vedere di fiabesco: le statue dei musicanti e il quartiere medievale sovra citato;
  • Fiaba: Musicanti di Brema.

img_7328

5° GIORNO: BREMA-BAD OEYNHAUSEN-HAMELN

3
Bad Oeynhausen
img_7500
Hameln

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Prima di arrivare ad Hameln, è una tappa obbligata Bad Oeynhausen, dove si trova un museo molto pittoresco: IL MUSEO DELLE FIABE.

All’interno della cittadina c’è anche un grande parco naturale, IL PARCO DELL’ACQUA MAGICA, con una parte con pareti attrezzate e una parte di sentieri.

Il museo è aperto dalle 10.00 alle 12.00, e dalle 14.00 alle 17.00 dal mercoledì alla domenica.

Attenti agli orari che i tedeschi sono molto fiscali.

  • Da vedere di fiabesco: Museo delle Fiabe, Parco dell’Acqua Magica.

Per quanto riguarda Hameln è una piccola perla della Germania.

Ha un centro davvero contenuto e, al di fuori di esso, la città si estende per pochi chilometri.

Girando per le vie principali si deve obbligatoriamente fare attenzione a dove si cammina o… ops! Si rischia di schiacciare qualche topolino inciso sui sanpietrini locali.

  • Da vedere di fiabesco: Statue varie in centro, Museo di Hameln, Musical del Pifferaio Magico (ogni domenica alle 12.00);
  • Fiaba: Il Pifferaio Magico.

img_7360

img_7361

 

 

 

 

 

 

 

 

6° GIORNO: HAMELN-BODENWERDER-BURG POLLE-OBERWESER-GOTTINGEN

img_7513
Bodenwerder
img_7516
Burg Polle

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

img_8467
Oberweser

Questo trasferimento è molto rapido, iniziano ad accorciarsi le distanze. Ci si mette una mezz’oretta in totale.

Bodenwerder è la città del Barone di Munchausen. Un borgo davvero piccolo e grazioso che da vedere offre il MUSEO DEL BARONE DI MUNCHAUSEN con tutti gli oggetti del barone e le raccolte della favola in varie edizioni nel corso degli anni.

L’ingresso costa 2 Euro e la visita è molto breve. Vengono forniti anche dei fogli con le spiegazioni di tutto in italiano.

Le cartoline che vendono sono davvero graziose e te le timbrano con la firma del barone, una cosa molto caratteristica.

  • Da vedere di fiabesco: Museo del Barone di Munchausen;
  • Fiaba: Barone di Munchausen.

img_7368

Dopo essersi rimessi in marcia si raggiunge Burg Polle in 20 minuti, dove si possono ammirare le rovine del CASTELLO DI CENERENTOLA. Qui la salita è ripidina, ma in compenso il prezzo per la visita è molto contenuto, si tratta di 2 Euro a persona.

img_7523img_7515

Salire in cima è particolarmente bello sia per le foto, sia per la vista mozzafiato. Sopra la salita ci sono delle panche comodissime dove è possibile sdraiarsi e prendere un po’ il sole.

 

  • Da vedere di fiabesco: Castello di Cenerentola;
  • Fiaba: Cenerentola.

Purtroppo gli spostamenti devono essere veloci per poter vedere tutti i musei e evitare di trovare chiuso, per cui vi ricordo che la maggior parte dei musei tende a chiudere per le 5.00-5.30. Purtroppo la mattina bisogna svegliarsi presto ed essere in macchina entro le 9.00.

A Oberweser c’è poco da vedere visto che sono solo stati ambientati il Gatto con gli Stivali e Biancaneve e i Sette Nani, però dista un’oretta da Burg Polle per cui è molto carino passarci. Ci sta qualche statua pittoresca ma niente di più.

  • Fiaba: Il Gatto con gli Stivali, Biancaneve e i Sette Nani.

A 30 km da Oberweser si trova Gottingen, con molti alberghi dove si può passare la notte.

7° GIORNO: GOTTINGEN-HOFGEISMAR-TRENDELBURG-SCHWALMSTADT-MARBURG-CHRISTENBERG-ASFELD-HANAU

img_7559
Marburg
img_7568
Schwalmstadt

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

img_7570
Christenberg
img_7574
Alsfeld

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

img_7553
Hofgeismar
img_8468
Trendelburg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per arrivare a Hofgeismar la strada è breve. Qui si può ammirare il bellissimo CASTELLO DELLA BELLA ADDORMENTATA NEL BOSCO, con dei boschi meravigliosi attorni popolati da tantissimi cervi e dai loro cuccioli.

Il Castello ha sempre il prezzo di 2 Euro e la visita è breve anche se si trova divisa su due piani. La vista è spettacolare, e se siete fortunati quanto me incontrerete qualche bella coppia di sposi che ha scelto il castello come set per le foto.

  • Da vedere di fiabesco: Castello della Bella Addormentata nel Bosco;
  • Fiaba: La Bella Addormentata nel Bosco.
  • img_7383

Il passaggio a Trendelburg è così rapido che dire 10 minuti è dire tanto. Qui c’è la meravigliosa TORRE DI RAPERONZOLO in tutta la sua altezza, interamente visitabile fino alla cima… indovinate il prezzo? Esatto! Sempre 2 Euro. La vista è bellissima, si vede tutto il borgo (10 case in totale) immerso interamente nella natura. Il ristorante è molto buono anche per noi italiani che siamo un po’scettici verso la cucina crucca.

  • Da vedere di fiabesco: Torre di Raperonzolo;
  • Fiaba: Raperonzolo.

img_7381

img_7543

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo giorno è sicuramente uno dei più faticosi, il passo successivo è arrivare a Schwalmstadt (un viaggio pieno di nomi impronunciabili) e ci si impiega circa mezz’ora. Qui ci sono dei bei boschi da vedere passeggiando o in macchina. Molto adatta a gite e picnic.

  • Fiaba: Cappuccetto Rosso.

Questa giornata faticosissima non finisce qui, si passa a Christenberg che conta 2 abitanti al massimo, dove si trova un bar/ristorante, una chiesa con il cimitero e la CASA DI HANSEL E GRETEL con il famoso bosco. Questa tappa è obbligata e molto affascinante. Consiglio di chiedere ai signori del bar di visitare la casa e la chiesa poiché sono gentili e molto cordiali. Vi riempiranno di chiavi, di cui quella della chiesa che è enorme. La casa è davvero carina e si vede velocemente. L’ingresso è gratuito, anche se comunque ci sta una cassetta per le donazioni. Raccomando anche una passeggiata per il bosco che è davvero pittoresco.

  • Da vedere di fiabesco: Casa di Hansel e Gretel;
  • Fiaba: Hansel e Gretel.

Asfeld anche è molto bella e si tratta di una cittadina già più grande, con una piazza piena di banchetti e attività divertenti. Qui si visita il Museo delle fiabe sempre a 2 Euro e la casa delle fiabe se si prenota una visita guidata.

Marburg è adattissima per cenare, poiché, al contrario degli altri borghi, ha un’intensa vita notturna ed è piena di posticini dove cenare o bere. Di strettamente fiabesco qui c’è ben poco, ma sulla collina alle spalle della cittadina c’è un grandissimo castello che si affaccia su tutta la valle. Qui intorno ci sono ristoranti più costosi che offrono una vista meravigliosa soprattutto al tramonto.

img_7393

8° GIORNO: HANAU-FRANCOFORTE

Dopo aver passato la notte ad Hanau o esserci tornati il giorno dopo, vi consiglio di vedere la STATUA DEI FRATELLI GRIMM e di farsi un giro per il borgo che merita tantissimo.

img_7413

Dopo si va a Francoforte dove ci sono tante cose da visitare, anche se per fortuna molto ravvicinate.

Qui taglio corto indicandovi più celermente le cose migliori da vedere:

  • Cose da vedere:

Romer (municipio) (Römerberg 27)

Goethe House (Großer Hirschgraben 23-25),  h 10.00-17.00 ; 3 €

Main Tower (Neue Mainzer Str. 52-58),  h 10.00-21.00 ; 7.5 €

Duomo (Domplatz 1)

Hessenpark (Laubweg)

img_7585

img_7580

 

 

 

 

 

 

 

 

 

9°-10°-11°-12° GIORNO: FRANCOFORTE-MONACO

img_7623
Neuschwanstein

Noi abbiamo scelto di restare tre notti a monaco per vederla al meglio, ed è quello che vi consiglio di fare per gustarvela senza correre, ma vedete voi secondo le vostre comodità o preferenze.

Qui mi soffermo solo sul CASTELLO DI NEUSCHWANSTEIN di Ludovico II. Il Castello è quello da cui ha preso ispirazione il logo della Disney e che viene ripreso in moltissimi film. Va prenotato onde evitare file lunghe e noiose. Si perde tempo e magari ti viene data la disponibilità per il giorno dopo. Il castello è meraviglioso merita tantissimo, la visita fa vedere solo una piccola parte visto che per ora è in ristrutturazione, ma sempre fantastico. Ci sono stanze molto particolari e la vista toglie il fiato. L’unico problema è che sta parecchio in alto e non lo consiglio a persone che hanno difficoltà a camminare. Sia sopra sia sotto ci sono bagni e posti dove mangiare qualcosina, quindi non temete miei pigroni golosi che potete stare tranquilli.

Un altro consiglio della serie must have è Legoland di cui vi parlo nel dettaglio in un altro articolo, per chi avesse il piacere o la curiosità di leggerlo: http://www.projectnerd.it/2017-09-legoland-viaggi-vi-consiglio/

img_7610

Altri consigli ve li allego in maniera più sbrigativa:

  • Cose da vedere:

Castello di Neuschwanstein (Neuschwansteinstraße 20)

Linderhof (Linderhof 12), h 9.00-18.00 ; 8.50 €

Castello di Nymphenburg (Schloß Nymphenburg 1); 11.5 €

Marienplatz

Museo BMW (Am Olympiapark 2), h 10.00-18.00 lunedì chiuso ;  9 €

Chiesa di San Pietro (Rindermarkt 1)

Residenz (Residenzstraße ), 11 Euro

Asamkirke (Sendlinger Str. 32)

Allianz Arena (Werner-Heisenberg-Allee 25)

img_7641img_7593

Alcune mappette utili:

img_8457
Brema
img_8460
Hameln
Vittoria Borghese

Vittoria Borghese

Laureata in Architettura e appassionata di fumetti.