Netflix su Switch: a breve il rilascio? Il futuro arride alle app su Switch

709 0

Secondo un utente Netflix di nome “KamehamehaX“, il rilascio dell’applicazione dedicata al celebre servizio streaming Netflix e quindi il rilascio delle applicazioni di terze parti in generale, dovrebbe avvenire a breve. L’utente, che ha preferito identificarsi sotto il suo nickname, ha affermato di aver appreso la notizia a causa di informazioni trapelate nel corso di una chiamata al servizio clienti: uno sbadato centralinista avrebbe quindi rivelato la imminente possibilità di usufruire di Netflix sulla propria Nintendo Switch.

La vicenda non è ancora stata confermata nè da Netflix e tanto meno da Nintendo, che tra le altre cose non si è ancora esposta sull’argomento App. Tuttavia, Reggie Fils Aime, presidente di Nintendo of America, aveva in passato affermato che Netflix (e altre applicazioni), sarebbero sicuramente arrivate su Switch, ma al momento non sono stati dati ulteriori aggiornamenti. Il fatto che KamehamehaX abbia risollevato la questione, non può che far gioire gli utenti della nuova console di Nintendo i quali avranno un motivo in più per utilizzarla perché anche se non si conosce tutt’ora la data di rilascio, sebbene siamo nella posizione di supporre che sarà fissata a breve, non vi sono motivi per pensare che Netflix e altri non debbano arrivare su Nintendo Switch. Voglio dire: io stesso utilizzerei la console per guardarmi qualche puntata della mia serie tv preferita comodo e sdraiato sul mio letto giusto prima di cadere fra le braccia di Morfeo.

nintendo-switch-netflix-2-902x507

L’approdo di Netflix su Nintendo Switch non è però così banale come si potrebbe pensare. La console di Nintendo è infatti a tutti gli effetti un tablet Android/Linux che potenzialmente sarebbe capace di far girare qualsiasi applicazione presente nel Play Store di Google. A tal proposito Nintendo non sembra ancora essersi interessata a una sorta di unificazione coi servizi di Google e sinceramente penso che mai vedremo una collaborazione stretta fra le due aziende. Nintendo infatti mantiene ancora alta la sua rigida morale riguardo ai contenuti acquistabili per le sue piattaforme, andando ad analizzare e quindi certificare ogni software che approda sugli hardware supportati dall’azienda di Kyoto.

Chi pensa che in un futuro potremmo avere un Play Store su Nintendo Switch si sbaglia e di grosso, anche se tecnicamente parlando sarebbe possibile. Gran parte delle applicazioni presente nello store di Google non soddisferebbero nemmeno minimamente i requisiti qualitativi imposti da Nintendo, il che farebbe perdere di significato un possibile approdo di Google sulla console Switch. Inoltre vi è anche da considerare il fatto che Nintendo non ha l’interesse di portare la percezione della sua console a “semplice” tablet da gioco: la squadra di Kamishima (l’attuale presidente), ha lavorato sodo per comunicare al pubblico la natura di console per videogiochi ibrida e di certo non intraprenderà un percorso inverso che possa portare Switch a mischiarsi nel grande marasma di hardware “smart” presente sul mercato.

switch-ui
Tecnicamente parlando Nintendo Switch può riprodurre qualsiasi applicazione presente nel Play Store. Tuttavia sembra che nintendo voglia essere molto cauta su questo aspetto

Questo però non vuol dire che molte delle app che già conosciamo non possano arrivare su Switch. Data la natura della console e la sua nativa compatibilità con ogni applicazione sviluppata per Android, è probabile che Nintendo possa portare sul suo hardware anche applicazioni che, con l’intrattenimento, hanno poco a che fare. Parlo dei Social Network, di siti di informazione e perché no: anche utility e applicazioni di comunicazione. E’ però improbabile che vedremo una invasione di questi software sulla console ibrida giapponese, ma certo in tal senso le possibilità si ampliano a dismisura poiché, a conti fatti, Switch, può diventare qualsiasi cosa e soprattutto evolvere nel tempo e adattarsi alle diverse nuove tendenze che sicuramente incontrerà.

Insomma: l’approdo di Netflix non sarà che l’inizio di una trasformazione lenta e inesorabile che Switch continuerà a perseguire, nella speranza che Nintendo possa continuare sulla giusta strada senza lasciarsi contaminare dal business più estremo e continuando a sviluppare videogiochi di altissima qualità.

In ogni caso, tra le app già preannunciate vi è il Browser Internet.

Marco Masotina

Marco Masotina

Tosto come un Krogan, gli piace essere graffiante e provocante per scoprire cosa il lettore pensa dei suoi strani pensieri da filosofo videoludico. Adora i lupi, gli eventi atmosferici estremi, il romanticismo e Napoleone.