Nuova accusa per Kevin Spacey: un artista anonimo lo accusa “tentò di stuprarmi”

4831 0

Una nuova accusa per Kevin Spacey. Questa volta ad accusarlo di stupro è un artista anonimo che ha rilasciato la sua dichiarazione alla rivista Volture.

L’artista, ora 48enne, afferma di aver avuto una relazione sessuale con Spacey quando aveva 14 anni e Spacey 23.

Nell’intervista a Vulture, l’artista anonimo ha affermato di aver conosciuto Spacey nel 1981 quando aveva 12 anni e Spacey era uno dei suoi insegnanti di recitazione a New York; la relazione sessuale è iniziata due anni dopo, quando l’attore ha incontrato nuovamente Spacey a New York, in un parco.

Secondo l’artista, Spacey lo avrebbe notato e gli avrebbe chiesto di fare una passeggiata.

L’artista ha ricordato: “Era in modalità seduzione spinta e mi diede il suo numero di telefono, chiedendomi di chiamarlo” e aggiunge “Spacey mi disse: ‘voglio vederti e voglio che tu venga nel mio appartamento’; ha detto che era sempre stato molto attratto da me alla classe di recitazione ma mi era rimasto alla larga perché io avevo 12 anni”.

L’artista anonimo dice di aver chiamato Spacey il giorno dopo e di essere stato invitato nel suo appartamento nell’Upper West Side di New York. “Spacey mi disse che era innamorato di me e abbiamo iniziato una relazione sessuale, la prima volta che abbiamo fatto sesso, per lo più si è fatto penetrare da me” l’artista afferma di aver incontrato Spaceytre o quattro volte” dopo il loro primo incontro sessuale.

La presunta violenza si sarebbe verificata un anno dopo, quando l’artista aveva 15 anni; Spacey lo avrebbe invitato nel suo appartamento dove avrebbero poi fatto sesso, “voleva fare sesso ma questa volta voleva essere attivo e penetrarmi” dice l’artista che descrive la violenza in questo modo:

è venuto dietro di me, mi ha abbassato i Jeans e ha provato a penetrarmi, io gli ho detto che non volevo ma lui mi ha preso con forza, mi ha spinto e ha cercato nuovamente di penetrarmi; ho ripetuto più volte che non volevo essere penetrato ma lui ha continuato. Grazie a Dio ero abbastanza forte da riuscire ad allontanarlo da me; l’ho spinto via e sono corso, piangendo, giù dalle scale

Alla domanda di Vulture, se Spacey lo avesse penetrato, l’artista ha risposto “no. non credo. ho sentito molto male quindi qualcosa può essere capitato, ma credo di essermi divincolato prima; ho sempre pensato avesse cercato di stuprarmi, gli dissi di no più volte ma lui mi afferrò e mi spinse più forte; non può essere altro che un tentativo di stupro”.

L’artista afferma inoltre, di aver provato a chiamare Spacey pochi giorni dopo, ma l’attore non rispose; non si sentirono più per un anno finché quest’ultimo cercò nuovamente Spacey che però non incontrò più.

quando si legge ciò che ha scritto su twitter ci si accorge che è profondamente narcisista” aggiunge l’artista, riferendosi al post in cui Spacey ha dichiarato di non ricordare l’incontro con Rapp e ha rivelato la propria omosessualità.

Lui ha pensato che il problema fosse che la sua omosessualità venisse resa nota e quindi ha pensato ‘Oh, i gay piacciono alla gente, quindi dirò che sono gay e metterò in correlazione l’omosessualità con la pedofilia’. Questa è la cosa che più di tutte mi ha fatto venir voglia di parlare

Il rappresentante di Spacey ha detto a Variety che l’attore ora sta cercando di fare le sue valutazioni e di curarsi, in seguito alle accuse di molestie.

Giulia Cascella

Giulia Cascella

Giurista cinefila, classe 1990. La grande passione per il cinema mi ha accompagnata nei temibili anni adolescenziali, dove brufoli e amori platonici si sono mescolati ai protagonisti del grande schermo. Ho curato la regia di alcuni video pubblicitari e scattato diversi servizi fotografici.