28 giorni dopo – Ritorno a Casa – La recensione

11520 0

Nel penultimo numero avevamo lasciato Selena e Clint in direzione Londra, nella zona verde e sicura. Ma saranno davvero al sicuro?

Selena

Eccoci all’ultimo numero di questa miniserie edita dalla Cosmo.
Il nostro duo composto da Selena e Clint dopo mille scontri, incontri e lotte è arrivato finalmente a Londra.
Scortati dall’esercito americano entrano in quella che viene denominata la zona verde.
Una cittadina fortificata e all’apparenza sicura.

Non appena varcata la soglia della zona verde vengono subito catapultati in ospedale dove vengono analizzati, studiati e visitati centimetro per centimetro. L’equipe medica vuole essere certa che chi viva all’interno della “cittadella” non sia infetto.

Le visite mediche vengono superare e subito gli viene attribuito un’appartamento.. leggendo questa prima parte si ha una sorta di dejavu.. dobbiamo visti tutto questo?

Ma è facile, siamo ormai catapultati nel secondo film : 28 settimane dopo!

Selena è comunque diffidente, troppi militari, troppe persone. Ormai le vicende vissute l’hanno cambiata totalmente. Diffidare vuol dire sopravvivere!

Clint cerca di organizzare la fuga verso gli States tramite il suo editore, tutto sembra pronto.

Il giorno successivo Selena scappa, in città non si parla d’altro della fuga di qualcuno che però è stato preso quasi subito.

Clint è certo che sia Selena.. ma ricordatevi che siamo in 28 settimane dopo ormai..e quindi si tratta dei due fratellini protagonisti del secondo film.

Ora sappiamo come si evolverà la situazione, oltre ai due fratelli ritornerà anche la madre che, nonostante sia immune alla trasformazione, è infetta.

Di lì a poco la paura, la morte e la disperazione torneranno a devastare Londra.

Ne usciranno vivi Selena e Clint? Per scoprire questo non vi resta che leggere il sesto e ultimo numero di 28 giorni dopo!

Selena

Concentriamoci ora suina visione più globale di questa serie. Innanzitutto è promossa a pieni voti.

Nonostante una trama già vista e rivista sia su carta che su schermo la storia mi ha tenuto incollato pagina dopo pagina. Non mi ha mai annoiato neanche nei momenti più calmi.
Proprio questi momenti calmi sono stati pochi, il ritmo è stato altissimo costantemente. Una storia di sopravvivenza pazzesca.

L’unica che pecca che ho trovato è stato quello che riguarda il destino di Jim e Hannah. Abbiamo capito sia dall’incubo di Selena che da alcune frasi che sono morti. Ma com’è è successo? Sono stati infettati o sono stati uccisi da qualcuno?

Sarebbe stato bello spiegare meglio questa parte così da dare alcune risposte alle domande che ci si è posto alla fine del primo film.

Devo dire che la scelta di chiudere l’intera storia in soli sei numeri è stata azzeccata. Allungarla troppo l’avrebbe resa stucchevole e ripetitiva.

Selena

È un vero peccato ed è assurdo che quasi nessuno parli di un’ottima serie come questa!

Fidatevi di me e recuperatela tutta perché con poco meno di 20€ avrete una storia davvero bella da leggere!

Nonostante siano passati 10 anni da 28 settimane dopo sono sempre speranzoso di vedere un terzo film di questa saga che ho davvero amato!

Andrea Patruno

Andrea Patruno

Nerd certificato dal 1991, ha imparato a leggere con Topolino e romanzi storici. Tutt'ora divora libri, fumetti, film e serie TV. Laureato in comunicazione e marketing, con specialistica successiva in comunicazione, con una tesi dal titolo "Nuovi media e comics nella multicanalitá: la modernità semantica emergente del fumetto".