Bryan Singer: le dichiarazioni di Gabriel Byrne sono assolutamente false, Kevin Spacey non ha molestato nessuno sul set de “I Soliti Sospetti” Gabriel Byrne incolpa Kevin Spacey della sospensione delle riprese de "I Soliti Sospetti" ma il regista nega le sue dichiarazioni.

10444 0

Da quando Kevin Spacey, è stato accusato di molestie sessuali, sembra non trovare pace. Ogni giorno qualcuno fa una nuova dichiarazione aumentando la lista dei presunti molestati e affondando sempre di più la carriera dell’attore premio Oscar.

A parlare, oggi, è l’attore Gabriel Byrne che ha rilasciato alcune dichiarazioni riguardanti la cattiva condotta del collega Spacey sul set de “I Soliti Sospetti”.

Secondo quanto dice Byrne, la produzione de “I Soliti Sospetti” era stata sospesa a causa dell’inappropriata condotta sessuale di Spacey.

“Non conoscevo l’entità della violenza” ha spiegato Byrne“Era uno specie di scherzo, tutti commentavano ‘Questo è Kevin, è fatto così’, ma nessuno si era reso realmente conto della sistematicità delle sue molestie. E’ stato solo molti anni dopo che io e gli altri colleghi abbiamo scoperto che la produzione era stata sospesa per un motivo ben preciso, cioè per il comportamento inappropriato di Spacey. La produzione del film riprese poi regolarmente e Kevin Spacey vinse un Oscar come miglior attore non protagonista per il film.

Ieri però il regista del film, Bryan Singer, ha commentato le dichiarazioni di Gabriel Byrne, negando il fatto che la cattiva condotta sessuale di Kevin Spacey avesse fatto sospendere le riprese del film.

Kevin Spacey e Bryan Singer (regista de “I Soliti Sospetti”

Singer ha dichiarato ad un giornalista di TMZ, di non essere a conoscenza del presunto incidente e che la produzione è stata sospesa per un giorno, per motivi che non riguardavano nessuno degli attori, tanto meno Spacey.

“Le dichiarazioni di Gabriel sono assolutamente false e mi sconcertano. Chiederò a Gabriel quando lo vedrò, mi capita di incontrarlo spesso”

Il regista ha poi aggiunto che gli piacerebbe lavorare nuovamente con Spacey.

“l’ho aiutato a far decollare la sua carriera”, ha detto. “è un mio conoscente, lavorerei con lui, dipende dal progetto”

alla domanda di TMZ: “pensi che Spacey sarà di nuovo in grado di lavorare”, il regista ha risposto, “Lui sarà sempre in grado di lavorare, dipende solo dal pubblico”.

Ma per quale motivo Gabriel Byrne ha rilasciato tali dichiarazioni, se sono assolutamente false?

Giulia Cascella

Giurista cinefila, classe 1990. La grande passione per il cinema mi ha accompagnata nei temibili anni adolescenziali, dove brufoli e amori platonici si sono mescolati ai protagonisti del grande schermo. Ho curato la regia di alcuni video pubblicitari e scattato diversi servizi fotografici.