Metacritic: ecco i peggiori e i migliori videogiochi del 2017 Switch domina un po' ovunque, meritata la posizione di titoli "Indie" tra i migliori del 2017

12209 0

Penso che tutti voi conosciate Metacritic. Il noto sito statunitense utile al fine di permettere a stampa e pubblico di interagire coi prodotti che l’industria dell’intrattenimento promuove tramite la pubblicazione di recensioni, ha stilato la classifica dei videogiochi migliori e peggiori di tutto il 2017 facendo una media fra i voti della stampa e i voti del pubblico.

Quella che ne è uscita è una classifica forse prevedibile, ma pur sempre interessante. Eccola riportata di seguito:

 

Migliori videogiochi del 2017

  • The Legend of Zelda Breath of the Wild – 97/100
  • Super Mario Odyssey – 97/100
  • Persona 5 – 93/100
  • Divinity Original Sin 2 – 93/100
  • Horizon Zero Dawn – 89/100
  • What Remains of Edith Finch – 88/100
  • Steamworld Dig 2 – 88/100
  • Nex Machina – 88/100
  • Night in the Woods – 88/100
  • NieR Automata – 88/100

 

Peggiori videogiochi del 2017

  • Vroom in the Night Sky (17/100)
  • Road Rage (26/100)
  • Randall (38/100)
  • Dying Reborn (38/100)
  • Troll and I (39/100)
  • Drive Girls (39/100)
  • Inner Chains (40/100)
  • Tokyo Tattoo Girls (41/100)
  • Touhou Kobuto V Burst Battle (42/100)
  • Rugby 18 (42/100)

 

Nella classifica dei migliori videogiochi del 2017 poco stupisce la posizione di Breath of the Wild. Il GOTY migliore di sempre secondo un mondo che si è scoperto fanatico dei prodotti Nintendo è stato apprezzato sia dalla critica che, soprattutto, dal pubblico. Ottima la posizione di Super Mario Odyssey, il quale conferma Nintendo Switch come la proposta hardware migliore dell’intero scorso anno.

Nella classifica compaiono nomi importanti quali Persona 5 e Horizon: Zero Dawn, ma ben più piacevole è l’apparizione di SteamWorld Dig 2 (amatissimo in Giappone), What Remains of Edith Finch (apprezzatissimo anche nella nostra recensione), e Nex Machina. Videogiochi di nicchia che a quanto pare hanno colpito il cuore di moltissimi gamer, sottolineando come l’intero settore stia, pian piano, volgendo a un salto di qualità artistica e morale non da poco (e la cosa mi rende molto felice).

migliori giochi del 2017 zelda breath of the wild
Anche se qualcuno di voi ancora non lo concepisce, Zelda: Breath of the Wild è davvero un bel gioco

Poco da dire invece riguardo ai “peggiori” titoli dello scorso 2017. I videogiochi in lista sono effettivamente sconosciuti ai molti, ma posso garantirvi la loro pessima qualità. Se proprio non volete gettare al vento il vostro denaro (cosa che è sempre meglio non fare), potete guardare un video gameplay su Youtube di Vroom in the Night Sky o di Troll and I per comprendere la qualità dei prodotti citati nei videogiochi più brutti del 2017. Non sono però d’accordo con la posizione di Inner Chains: il titolo di Telepath Tree (si, beh: il nome della Software House è orribile), non è così male. Certo non è un capolavoro, ma sul mercato nel 2017 è uscito molto di peggio..come Destiny 2 o Cuphead..

No dai, sto scherzando: almeno Cuphead è un bel gioco 😉

Inner chains
Nonostante sia finito nei peggiori giochi del 2017, Inner Chains non è poi così disastroso

 

 

 

Marco Masotina

Marco Masotina

Tosto come un Krogan, gli piace essere graffiante e provocante per scoprire cosa il lettore pensa dei suoi strani pensieri da filosofo videoludico. Adora i lupi, gli eventi atmosferici estremi, il romanticismo e Napoleone.