L’amore che arde: Joan of Arc di Leonard Cohen In occasione dell'anniversario della nascita di Giovanna d'Arco, andiamo a riscoprire Joan of Arc, la meravigliosa canzone di Leonard Cohen a lei dedicata

10792 0

Giovanna, l’eroina di Francia, e il fuoco, suo timido amante

Now the flames they followed joan of arc

As she came riding through the dark

No moon to keep her armour bright,

No man to get her through this very smoky night.

 

Joan of Arc è una canzone di Leonard Cohen e fa parte del suo disco del 1971: Songs of Love and Hate.

Una delle cose che più colpisce di questo brano è la profondità che riesce ad attribuire ai suoi personaggi, nonostante la esigua durata.

Giovanna ci viene descritta come una eroina malinconica, vittoriosa e forte quanto sola e stanca. La guerra le ha regalato gloria e fama, ma l’ha spossata e l’ha fatta allontanare dal resto dell’umanità. Cohen ce la descrive come austera, fiera e infinitamente triste, pronta – nel momento in cui crede di non essere osservata – a sospirare al ricordo della sua umile vita passata.

È proprio in questo momento che il fuoco le si presenta davanti. L’ha seguita nascondendosi dietro al fumo, amandola senza avere il coraggio di manifestarsi. È stato l’attimo di debolezza della sua amata a fargli trovare il coraggio di uscire allo scoperto. In quel momento ha finalmente visto la donna che si nasconde sotto all’armatura, ha visto il doloro che il senso del dovere nascondeva, ha visto la debolezza e la solitudine. Ha visto tutto questo e l’ha amata totalmente. L’ha amata per la sua forza e la sua fierezza e l’ha amata per la sua solitudine e la sua debolezza.

 

Joan of Arc di Leonard Cohen: una canzone d’amore

It was deep into his fiery heart

He took the dust of joan of arc,

And then she clearly understood

If he was fire, oh then she must be wood.

 

Come si è detto sopra, Joan of Arc fa parte del disco Songs of Love and Hate.Un titolo, quello dell’album, che ci fornisce una indicazione importante sulla natura della canzone dedicata all’eroina francese.

Il tema principale del brano è indubbiamente l’amore. L’amore passionale, l’amore violento, l’amore che ci consuma fino a incenerirci. L’amore tra Giovanna d’Arco e il fuoco, appunto.

La guerriera sa benissimo che il fuoco non potrà che farla bruciare, ma non può non amarlo, allo stesso modo il fuoco ama profondamente Giovanna, ma non può fare a meno di arderla. Lui è il fuoco e la sua amante deve essere legna, deve bruciare.

Tramite questa metafora, Cohen ci descrive la sua idea di amore totale. Per il cantautore canadese, l’amore è un sentimento assoluto, che ci spinge a donarci completamente all’altro, fino ad annullarci, fino appunto ad ardere completamente. Non si tratta per l’autore di un qualcosa di negativo: Giovanna d’Arco, nel morire tra le braccia incandescenti del suo amante non prova rimpianto, ma si rende conto di essere di fronte alla fine naturale della sua meravigliosa storia d’amore.

Songs of Love and Hate (1971), il disco di Cohen in cui appare per la prima volta il brano Joan of Arc.
Songs of Love and Hate (1971), il disco in cui Joan of Arc fa la sua prima apparizione.
Davide Ricci

Davide Ricci

Studente presso l'università di Firenze, dove frequenta il corso di laurea triennale in discipline delle arti, della musica e dello spettacolo (D.A.M.S.). Cinefilo polemico e appassionato, ha iniziato a scrivere recensioni e approfondimenti riguardanti la settima arte su di un blog personale, che ancora oggi gestisce. Grande lettore di narrativa fantastica sin da piccolo, ha al suo attivo la pubblicazione di diversi racconti. Per alcuni di essi è stato anche premiato in concorsi letterari di livello nazionale.