Recensione Byzanz Byzanz: riuscirete a piazzare le giuste offerte, vendere le merci acquistate e divenire i migliori mercanti della città?

5537 0

Nel meraviglioso mercato di Byzanz le merci più pregiate del paese vengono messe all’asta al miglior offerente.
I giocatori interpreteranno dei mercanti che piazzeranno offerte al mercato di Bisanzio con l’obiettivo di ottenere più set possibili aventi tre carte della stessa merce.
Durante il gioco le carte della vostra mano verranno considerate denaro per effettuare le offerte e punti da poter ottenere a fine partita per un set.
Piazzare la giusta offerta, ottenere il meglio che il mercato possa offrire, vendere le merci acquistate nel momento più opportuno sono i segreti per diventare il miglior mercante di Bisanzio!

byzanz-fronteretro
Byzanz è un gioco di Emanuele Ornella, con illustrazioni di Doris Matthaus, e distribuito in Italia da Playagame Edizioni.

Caratteristiche:
Giocatori: 3-6
Durata partita: 45 min
Età: 8+
Peso: 341 g

Contenuto:
96 Carte Merci (6 diversi tipi di merci, ciascuno con 16 carte)
16 Carte Mercante
6 Carte Offerta
1 Plancia del Mercato
1 Regolamento

byzanz-contenuto

Regolamento:
Lo scopo è quello di ottenere più punti rispetto agli altri giocatori.
Per fare i punti sarà necessario vendere le merci.
Per vendere una merce dovrete avere tre carte della stessa tipologia (non importa il valore della merce), oppure utilizzare le carte “Mercante” per sostituire eventuali merci mancanti.

byzanz-mercante
Quando venderete un tris di merci terrete con voi il prodotto con il valore più alto, in modo tale da ottenere un buon punteggio finale.
Es. Nel caso in cui vendiate 3 legni,con valori 3, 1 e 2, terrete la carta di valore 3 nella vostra pila dei punti.
E’ possibile vendere anche un tris di mercanti che vale 5 punti.
Potrete vendere le merci in qualsiasi momento, ma non si potranno avere più di 8 carte merce in mano.

byzanz-gioco
Byzanz si divide principalmente in due fasi:

– Asta delle merci

– Mercato di Bisanzio

Nella fase di “Asta”, verranno scoperte (in base al numero di giocatori) delle carte al centro del tavolo.
I giocatori dovranno puntare delle merci (che varranno come monete) e verrà preso in considerazione il numero scritto nella carta e non la merce stessa.
I mercanti non potranno essere usati durante l’asta.
Il giocatore che vince l’asta prenderà la carta Offerta disponibile e le carte in asta, e dovrà di conseguenza mettere nella plancia del mercato le carte usate per vincere l’asta, più una carta a scelta tra quelle vinte. Non potrà partecipare alle successive aste nel corso del suddetto turno.
Si effettueranno tante aste quanti sono i giocatori finchè tutte le carte Offerta termineranno.
Nella “Fase del mercato”, partendo dalla carta Offerta più bassa il giocatore sceglierà una colonna merci del mercato e prenderà tutte le merci corrispondenti.
Il gioco continuerà finchè non ci saranno più carte merci nel mazzo.
A fine gioco si conteranno i punti.

byzanz-gioco2

Conclusioni:
Le dimensioni della scatola, come per Dungeon Rush, Honshu e Bottle Imp risultano pratiche e maneggevoli, con all’interno un comodo divisore che lascia due spazi per le numerose carte.
Le illustrazioni sono in linea con l’ambientazione del gioco, e i colori sono importanti nella plancia quanto nelle carte per un’immediata individuazione e collocazione delle diverse merci.

byzanz-carte
Noi di Projectnerd, abbiamo trovato il regolamento un pò tortuoso, ma una volta iniziata la partita è diventato tutto più chiaro.
Byzanz è piacevole e divertente, e le aste permettono di interagire con gli altri giocatori.
La strategia è importante per cercare di guadagnare il massimo dei punti durante le vendite.
Un pizzico di fortuna è sempre ben accetto, ma la tattica vincente è quella di utilizzare bene le proprie carte.
Vi ricordiamo che Byzanz è un’esclusiva Playagame Edizioni.

Anna Argiolas

Anna Argiolas

Nata nel vicinissimo 1984, completa gli studi presso il Liceo Classico, a Cagliari. La curiosità innata e l'amore per la scrittura sono alla base di ogni sua passione: dalla primissima per i fumetti di "Topolino", con una collezione di centinaia di volumi, a quella per telefilm e film ricercati e rigorosamente selezionati. La passione per i giochi da tavolo e i mattoncini Lego l'accompagnano fin dall'infanzia, e ancora oggi sono parte integrante del suo tempo libero. Segue con ostinazione il motto "coltiva sempre il bambino che c'è in te".