Jim Carrey in The Truman Show, fa l'inchino in cima alla scalinata azzurra prima di abbandonare il set.

Jim Carrey: dopo l’assoluzione, prende una decisione molto controversa Jim Carrey, in questo periodo molto sostenuto dai fan, è stato recentemente assolto, ma la decisione postuma sorprende e scuote interesse.

9931 0

Assolto e innocente, Jim Carrey si ritira dai social

Jim Carrey è stato assolto. La notizia ci rallegra e ci conforta. In questo marasma di spiacevoli avvenimenti, rende felici apprendere che uno dei beniamini del pubblico riesca ad uscire pulito da una situazione potenzialmente grave.

All’indomani dell’assoluzione, l’attore prende una decisione che lascia di stucco, e che potrebbe sollecitare i suoi detrattori a considerarla una mossa di copertura.

Ha deciso di lasciare Facebook, sollecitando tutti a seguirlo.

“Dobbiamo incoraggiare una maggiore tutela da parte dei proprietari di queste piattaforme di social media. Bisogna inviare un messaggio che richiede una supervisione responsabile: ciò di cui il mondo ha bisogno ora è il capitalismo con una coscienza. Invito tutti a fare quel che ho fatto io.”

– Jim Carrey

Carrey ha twittato la notizia martedì, vendendo le sue azioni su Facebook di cui non se ne conosce il valore, cancellando la sua pagina, giustificando la scelta come disappunto per lo sfruttamento, da parte del sito, dell’interferenza russa durante le presidenziali americane del 2016.

Ha aggiunto l’hashtag “#unfriendfacebook”.

La polemica di Jim ha un riscontro reale: l’azienda ha ammesso che almeno 126 milioni di persone hanno visto annunci acquistati dalla Russia destinati a influenzare l’elezione degli Stati Uniti nel 2016, e che i suoi algoritmi raccomandavano i contenuti creati da agenti russi.

Inizialmente Zuckerberg ha bollato la scelta aziendale come insana, scusandosi per aver sottovalutato le preoccupazioni elettorali. Alla scelta di Carrey, né lui né Facebook hanno ancora rilasciato un commento.

“Per lungo tempo l’America ha goduto di un vantaggio geografico nel mondo, con gli oceani su entrambi i lati a proteggerci. Ora i social media hanno creato dei cyber-bridge su cui chiunque non abbia a cuore gli interessi americani può viaggiare liberamente. Nessun muro ci proteggerà da questo.”

– Jim Carrey

La scelta ha un impegno sociale non da poco, risuona come un grido di battaglia preso con coraggio. Oppure, come alcuni già sospettano, potrebbe essere una mossa di copertura a seguito dell’assoluzione. Anche qui nascono le fazioni. #TeamJim o #VsJim?

Fonte: CNBC

Francesco Paolo Lepore

Redattore presso PJN e CinemaTown, laureato in Nuove Tecnologie dell'Arte, studente di Social Media Marketing. Il cinema è una costante della sua vita. Ha scritto e diretto diversi progetti per le università e il territorio. Amante dei mass media, ne studia minuziosamente i meccanismi utili alla comunicazione emozionale. Scrive da sempre, osserva da sempre, ricorda tutto da sempre.