Scena del fumetto da cui è tratta la morte di Cap in Avengers: Infinity War

Avengers: Infinity War, il trailer mostra la scena in cui uno dei protagonisti morirà Il nuovo trailer di Avengers: Infinity War ha mostrato parecchi dettagli sugli avvenimenti del film. Uno dei quali, è la morte di un protagonista.

7364 0

Gli Avengers subiranno perdite per mano di Thanos

C’è molto di cui parlare nel trailer finale di Avengers: Infinity War, tra nuovi personaggi, nuove alleanze, battaglie in varie parti della galassia e sopratutto, il destino dell’Universo in gioco. In mezzo a tutto questo, c’è un breve assaggio del combattimento finale di un Vendicatore per eccellenza contro Thanos. Sappiamo che non tutti gli Avengers usciranno vivi dal film, sono aperte infatti le scommesse e le speculazioni su quali saranno i Vendicatori che periranno in guerra. Se diamo un’occhiata ad uno degli avvenimenti fumettistici principali, che hanno ispirato Avengers: Infinity War e che viene mostrato nel trailer, potremmo effettivamente essere in grado di prevedere quale Vendicatore ci lascerà la pelle.

Come spiega CBR, il film è basato su una serie di fonti diverse, ma senza dubbio una delle più grandi ispirazioni sono Jim Starlin, George Perez e l’iconico fumetto di Ron Lim, The Infinity Gauntlet. Proprio come nel film, il Thanos di Starlin cerca di sradicare metà della popolazione dell’universo, ma una grande differenza è che nei fumetti raggiunge il suo obiettivo prima che gli Avengers sappiano della sua esistenza. Dopo che l’universo è stato decimato, sono Adam Warlock e Silver Surfer ad organizzare gli eroi sopravvissuti in un’armata per sconfiggere Thanos. Il titano, però, stermina le fila, finché uno solo degli Avengers resta in piedi: Captain America.

Lo scontro finale nel fumetto, in cui gli Avengers sono sterminati e resta solo Cap a difendere l'Universo.
Lo scontro finale nel fumetto, in cui gli Avengers sono sterminati e resta solo Cap a difendere l’Universo.

A questo punto della storia, Thanos ha eliminato tutti quelli che ha trovato sul suo cammino, siano state divinità, alieni ed entità cosmiche. Tuttavia, Capitan America non sussulta mentre compie quei fatidici passi verso Il Titano Pazzo. Steve Rogers sancisce uno dei suoi più grandi discorsi di sempre, dicendo al suo nemico: “Fintanto che un uomo ti sta contro, Thanos, non sarai mai in grado di rivendicare la vittoria.”

Questo momento è solo un espediente di Adam Warlock. Mentre Thanos viene distratto da Capitan America, Warlock infatti lancia Silver Surfer per provare a rubare il Guanto dell’Infinito, ma senza successo. Thanos, rendendosi conto di quanto questa distrazione gli sia quasi costata la fonte del proprio potere, ritorna da Cap, e con un semplice schiaffo, lo uccide all’istante, lasciandone il corpo inerme a terra.

Uno dei momenti più sconvolgenti del nuovo trailer di Avengers: Infinity War, deriva da questo evento fumettistico, ed è il breve momento in cui Captain America si avvicina a Thanos, tentando di bloccare o sottrarre il Guanto dell’Infinito. Se quella scena ha qualcosa di simile all’incontro dal fumetto, i prossimi momenti potrebbero includere la morte di Capitan America, che potrebbe potenzialmente portare Winter Soldier o Falcon ad assumere il ruolo principale in Avengers 4.

Il momento in cui Cap potrebbe morire in Avengers: Infinity War, bloccando il guanto di Thanos
Il momento in cui Cap potrebbe morire in Avengers: Infinity War

Diretto da Joe e Anthony Russo, Avengers: Infinity War è interpretato da Robert Downey Jr., Chris Evans, Chris Hemsworth, Mark Ruffalo, Jeremy Renner, Scarlett Johansson, Anthony Mackie, Paul Rudd, Elizabeth Olsen, Tom Holland, Benedict Cumberbatch, Chadwick Boseman, Chris Pratt, Zoe Saldana, Dave Bautista, Bradley Cooper, Vin Diesel, Tom Hiddleston e Josh Brolin. Il film sarà nelle sale dal 27 aprile 2018.

Francesco Paolo Lepore

Francesco Paolo Lepore

Redattore presso PJN e CinemaTown, laureato in Nuove Tecnologie dell'Arte, studente di Social Media Marketing. Il cinema è una costante della sua vita. Ha scritto e diretto diversi progetti per le università e il territorio. Amante dei mass media, ne studia minuziosamente i meccanismi utili alla comunicazione emozionale. Scrive da sempre, osserva da sempre, ricorda tutto da sempre.