Bendis

Brian Bendis: annunciate nuove serie Le nuove storie targate Jinxworld, etichetta di proprietà dello stesso Bendis, saranno esclusiva DC Comics

5352 0

Brian Bendis ha annunciato durante il Emerald City Comic Con di Seattle quattro nuovissime serie che verranno pubblicate in esclusiva da DC Comics. Tutte e quattro le nuove storie fanno parte dell’etichetta di proprietà di Bendis: Jinxworld.

Bendis

Pearl racconta la storia di una donna che, oltre a lavorare come tatuatrice, fa parte della Yakuza. Un giorno conoscerà un membro di una gang rivale, i due si innamoreranno perdutamente e prenderanno la decisione di fuggira dalla loro vita violenta. Una sorta di Romeo e Giulietta in chiave Yakuza. Il primo numero di questa nuova serie è stato annunciato per l’estate e vedrà Bendis collaborare con Micheal Gaydos, disegnatore con cui ha già lavorato per la serie Alias.

Cover invece vedrà sempre Bendis ai testi mentre ai disegni David Mack, altro disegnatore con cui ha collaborato molte volte. Questa serie racconta di un gruppo di fumettisti assoldati come spie dai servizi segreti. Sarà interessante vedere come riusciranno a far combaciare la doppia vita di spie e fumettisti. L’uscita è prevista tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019.

E’ stata anche annunciata la terza stagione di Scarlet e sarà disegnata da Alex Maleev. Bendis non ha ancora annunciato il formato dell’opera ma è certo che sarà pubblicata tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno. L’ultimo annuncio riguarda una graphic novel di Powers che vedrà ai disegni Michael Oeming, la storia si concentrerà su una coppia di poliziotti della sezione Poteri della polizia. Come intuibile dal nome i due indagheranno sui i crimini legati ai criminali dotati di  dei poteri. E’ stato confermato che la storia sarà pubblicata la prossima estate.

Fonte:cbr

Andrea Patruno

Nerd certificato dal 1991, ha imparato a leggere con Topolino e romanzi storici. Tutt'ora divora libri, fumetti, film e serie TV. Laureato in comunicazione e marketing, con specialistica successiva in comunicazione, con una tesi dal titolo "Nuovi media e comics nella multicanalitá: la modernità semantica emergente del fumetto".