E alla fine arrivano…i mostri Sbarca in Italia grazie alla BAO publishing il caso editoriale del 2017 "La mia cosa preferita sono i mostri"

6896 0

Il prossimo mese arriverà finalmente in Italia il nuovo capolavoro del fumetto mondiale “La mia cosa preferita sono i mostri” della semi sconosciuta Emil Ferris che oltreoceano ha già stracciato tutti i record di vendita con oltre 70.000 copie vendute per il primo volume.

copertina

L’opera completa sarà composta da due volumi molto corposi (oltre 400 pagine) e si tratta di qualcosa di completamente nuovo, non assimilabile al concetto classico di fumetto ma piuttosto come un’evoluzione artistica di un diario. Ogni pagina è infatti quella di un quaderno ad anelli su cui la protagonista racconta i suoi pensieri e la sua storia attraverso disegni e prosa, riportando i suoi sentimenti e le sue sensazioni attraverso una rappresentazione grafica fantastica degli stessi.

karen
La protagonista e scrittrice è Karen Reyes, una bambina di dieci anni, che vive nella Chicago degli anni ’60, un’epoca particolare e ricca di cambiamenti sociali, appassionata di horror e mostri, impegnata a riportare la propria vita nel suo diario, come tutti gli adolescenti di questo mondo. Ma Karen si sente diversa, ed infatti è abituata a visualizzarsi (e disegnarsi) come una ragazza licantropo e così ci racconta il suo mondo e tutti i mostri che incontra.

I mostri del titolo sono i protagonisti del suo vissuto, un po’ bizzarro ma in cui ognuno di noi potrà riconoscersi; la ragazzina, proprio per il suo essere particolare, è vittima di bullismo . Tutto prosegue nella normalità fino alla scoperta del presunto suicidio della sua vicina di casa Anka, una sopravvissuta all’olocausto nazista, e più Karen indagherà più comprenderà che ci sono terribili segreti provenienti dal passato che coinvolgeranno lei e la sua famiglia.

mostri
Art Spiegelman (Maus) ha definito Emil Ferris come uno dei più importanti artisti di fumetti del nostro tempo e alcune delle immagini del libro potrebbero facilmente competere con opere presenti in musei e gallerie.

lettering
Da applausi inoltre  il lavoro compiuto dalla BAO per tradurre il lettering di molte pagine adattandolo allo stile della Ferris e permettendo agli italici lettori di godere appieno dello splendido lavoro grafico senza perdere l’efficacia dei tanti giochi di parole.
Che dire di più,un comparto grafico stupefacente, l’originalità dell’impaginazione e soprattutto i temi, come il bullismo e l’antisemitismo, purtroppo terribilmente attuali, sono tutti ingredienti per uno splendido capolavoro che potrete acquistare presto qui.

Buona lettura!!

Pietro Citro

"La fantasia e l'immaginazione permettono all'uomo di evolversi", questo da sempre uno dei miei motti. Nerd fin da tenera età, lettore compulsivo di qualsiasi forma di carta stampata, adoro le librerie e tutti i segreti nascosti tra le pagine perchè, come si dice, ogni storia val la pena di essere raccontata e quindi letta.