Jerry Lewis: storia e polemiche della leggenda americana Jerry Lewis è stato senza ombra di dubbio il gigante induscusso della comicità americana, ma è tutto oro ciò che luccica?

25245 0

Oggi avrebbe compiuto 92 anni il gigante del cinema comico americano Jerry Lewis, morto a 91 anni lo scorso 20 Agosto 2017 a Las Vegas.

Nacque a  Newark, New Jersey, 16 marzo 1926 con il nome di Joseph Levitch ed è stato un comico, attore e regista statunitense. Con Dean Martin ha dato vita a una delle coppie più divertenti del cinema americano ed ha avuto una carriera travolgente. Ha lasciato il segno nel cinema mondiale con film indimenticabili come  ‘Bentornato Picchiatello’, ‘Il cenerentolo’, ‘Ragazzo tuttofare’, ‘L’idolo delle donne’, ‘Jerry 8 e 3/4‘ e ‘Le folli notti del Dottor Jerryll‘. Ha anche insegnato cinema alla University of Southern California la prestigiosa università dove hanno studiato anche Steven Spielberg e George Lucas.

Jerry Lewis e Dean Martin - ProjectNerd
Jerry Lewis e Dean Martin – ProjectNerd

I riconoscimenti

Ha vinto, durante la sua lunga carriera, moltissimi premi tra cui:

  • 1952 – Vincitore del premio speciale Photoplay
  • 1952 – Nomination come Miglior Comico
  • 1954 – Vincitore del premio Golden Apple Award
  • 1965 – Nomination, Golden Globe in Boeing Boeing come miglior attore in un film commedia o musicale
  • 1965 – Golden Laurel, Premio Speciale – Family Comedy King
  • 1977 – Nomination al Premio Nobel per la pace, candidatura proposta dal Parlamentare USA Le Aspin. Aspin fece notare che in 11 anni, il Jerry Lewis MDA Telethon aveva raccolto più di 95 milioni di dollari per le associazioni contro la distrofia muscolare.
  • 1983 – Nomination, BAFTA Award come Miglior attore non protagonista per Re per una notte, British Academy Film Awards
  • 1997 – Premio alla carriera, American Comedy Awards
  • 1999 – Leone d’oro alla carriera alla Mostra del cinema di Venezia
  • 2004 – Premio alla carriera, Los Angeles Film Critics Association
  • 2005 – Governors Award, Primetime Emmy Awards
  • 2006 – Satellite Award come ospite speciale nella serie TV Law & Order: Special Victims Unit
  • 2009 – Introdotto nella New Jersey Hall of Fame
  • 2009 – Gli è stato conferito il Premio umanitario Jean Hersholt, una particolare categoria di Oscar assegnata ad una figura distintasi nell’impegno sociale.

Jerry Lewis ha ben due stelle sulla Hollywood Walk of Fame.

Ha vinto il premio di Miglior Regista dell’Anno per ben otto volte dal 1960 a oggi.

Il critico cinematografico francese Robert Benayoun, ha scritto:

Considero Jerry Lewis, da quando è morto Buster Keaton, il maggiore artista comico del nostro tempo. Rispecchia perfettamente i tempi in cui viviamo e contemporaneamente li critica.

Il regista francese Jean-Luc Godard, una volta disse:

Jerry Lewis è l’unico regista americano al giorno d’oggi, che cerca di sperimentare qualcosa di nuovo e originale nei propri film; è molto meglio di Chaplin e Keaton.

Le origini

Jerry Lewis agli esordi nel 1960 - ProjectNerd
Jerry Lewis agli esordi nel 1960 – ProjectNerd

Jerry trascorse l’infanzia girando in piccoli teatri di provincia con i genitori ed esordì nel 1931 in un coro. Fu poi affidato dai genitori a una zia ad Albany e, in seguito, mandato a studiare in un collegio a Irvington. Qui si fece notare per le imitazioni dei compagni e degli insegnanti. La sua carriera scolastica finì presto, quando venne espulso dal collegio per aver picchiato un insegnante che parlava male degli ebrei.

Cominciò a guadagnarsi da vivere sbarcando il lunario come commesso, magazziniere e fattorino d’albergo per poi arrivare a fare la maschera in un cinema-teatro di Brooklyn. Proprio qui, negli intervalli degli spettacoli provò a mettere in scena brevi sketch in cui imitava in playback le movenze di cantanti famosi. Esordì nella sua prima tournée nel 1944 toccando varie città degli Stati Uniti e del Canada.

Non è tutto oro ciò che luccica

Diverse sono le polemiche che lo hanno seguito durante la sua vita:

  • è stato spesso criticato dalle associazioni per i diritti dei disabili che lo hanno accusato di aver costruito la propria carriera scimmiottando i movimenti spastici dei disabili.
  • nel 1990 egli scrisse di suo pugno un breve saggio per la rivista Parade, intitolato If I Had Muscular Dystrophy (“Se avessi la distrofia muscolare”), nel quale descriveva i malati di distrofia come “delle mezze persone”.
  • nel febbraio 2000 sbalordì il pubblico presente allo U.S. Comedy Arts Festival dichiarando di non avere in simpatia le donne che fanno i comici. Lewis disse:

Non mi piace nessuna attrice comica. Una donna che cerca di far ridere non mi offende, però mi urta un po’ i nervi. Io, come spettatore, mi trovo a disagio. Continuo a pensare alle donne come a delle macchine sforna bambini»

  • durante il Telethon del 2007, Lewis si lasciò scappare in diretta TV la parola, “frocio”. Mentre parlava con un cameraman, scherzò: «Oh, la tua famiglia è venuta a vederti. Ti ricordi di Bart, il tuo figlio più grande, Jesse, il frocio ignorante…». In seguito si scusò.
  • il 25 luglio 2008, Lewis fu denunciato per porto d’armi abusivo nel McCarran International Airport di Las Vegas. Il manager di Lewis disse alla stampa che l’arma era solo un pezzo da collezione non funzionante, cosa che la polizia contestava affermando che l’arma era perfettamente in grado di sparare. Lewis successivamente affermò che la pistola era un regalo di un partecipante al telethon del 2007.
  • nell’ottobre 2008, Lewis offese ancora la comunità gay con una affermazione fatta alla TV australiana, dichiarò infatti che il cricket, popolare sport in Australia, «… è un gioco da froci».

Gli ultimi anni

Il fisico dell’attore ha subìto le conseguenze di cadute e piroette effettuate nelle scene spericolate girate nei film, riportando la rottura di una vertebra nei primi anni sessanta. L’assunzione poi massiccia di steroidi lo fece ingrassare fino ad arrivare a pesare 120 chili.

Ritornò al cinema nel 1983 con Martin Scorsese in Re per una notte, insieme a Robert De Niro. 

Jerry Lewis si è sottoposto a numerosi interventi al cuore, con l’impianto di quattro by-pass e nel 1992 gli è stato asportato un cancro alla prostata. Soffriva di diabete e fibrosi polmonare. All’inizio degli anni 2000 ebbe una dolorosissima meningite virale, che gli procurò una grave depressione che lo portò sull’orlo del suicidio.

Nel giugno 2013 Lewis è stato ricoverato d’urgenza in ospedale, dopo essere stato trovato privo di sensi nella sua stanza d’albergo a New York. L’anziano comico, che avrebbe dovuto presenziare a un evento in onore di Tom Cruise, si sarebbe sentito male a causa di un problema di ipoglicemia. Secondo l’addetto stampa di Lewis, il ricovero sarebbe stato semplicemente a scopo precauzionale.

Jerry Lewis ProjectNerd
Una delle ultime foto di Jerry Lewis – By Hollywood Reporter

Jerry Lewis aveva recentemente fondato la “House of Laughter” (La Casa della Risata) per aiutare i bambini e i giovani affetti da malattia o reduci da traumi attraverso il potere terapeutico della risata. La prima importante iniziativa benefica della fondazione, il 19 giugno del 2017, è stato un galà benefico dedicato a Robin Williams.

È stato attivo sul palcoscenico (live show a Las Vegas e diversi seminari sul buonumore) e nella produzione cinematografica (è stato produttore esecutivo nei remake dei suoi storici film) fino alla sua morte, avvenuta il 20 agosto 2017.

Iarin Fabbri

Iarin Fabbri

Spadin (alias Iarin Fabbri) è uno dei fondatori di Project Nerd. E' socio fondatore di Webbare.it che è l'azienda che si occupa di tutto lo sviluppo software e montaggi video e grafica per Project Nerd. Spadin è esperto di retrogaming e comics, più che esperto, possiamo definirlo memoria storica, e si tiene informato sulle serie tv e i cine-comics