cannes

Cannes 2018: Benicio del Toro presidente della sezione Un Certain Regard Dopo la conferma di Cate Blanchett come presidente di giuria, arriva anche quella di Benicio Del Toro per Un Certain Regard al Festival di Cannes.

5238 0

Benicio Del Toro sarà a capo della giuria di quest’anno della sezione Un Certain Regard del Festival di Cannes

Il Festival di Cannes ha svelato la star, che nel 2001 ha vinto l’Oscar al Miglior Attore non protagonista per il suo ruolo in Traffic, come presidente della giuria di mercoledì. “L’uomo che presiederà il destino della giuria Un Certain Regard non è solo un amante del cinema ma un attore brillante, interamente devoto alla sua arte. Nato a Puerto Rico, cresciuto in Pennsylvania, è un artista che non conosce confini.”

Del Toro ha una relazione di lunga data col Festival di Cannes. Nel 2008, ha vinto il premio come miglior attore per il ruolo di Che Guevara nel film in due parti di Steven Soderbergh. Nel corso degli anni ha anche partecipato a proiezioni speciali di The Usual Suspects, The Pledge, Sin City e, nel 2015, Sicario. Ha anche partecipato al Festival di Cannes per il suo debutto alla regia in El Yuma, episodio di 7 Days in L’Avana, un lavoro collettivo selezionato appunto per la sezione Un Certain Regard nel 2012.

Otto anni fa, insieme a Tim Burton e altri, è stato membro della giuria principale della competizione di Cannes che ha selezionato lo Uncle Boonmee del regista tailandese Apichatpong Weerasethakul come vincitore della Palma d’oro.

“È un grande ammiratore di Jean Vigo e Charlie Chaplin e avrebbe amato incontrare Bela Lugosi, Lon Chaney, Toshiro Mifune o Humphrey Bogart. Quando aveva 20 anni, ha scoperto I 400 Colpi e l’universo infinito di Fellini, Eisenstein, Bergman, Eustache, Kurosawa. The Naked Island di Kaneto Shindo è diventato un suo film d’azione”.

Da bambino Benicio Del Toro ha sempre sognato di diventare un giocatore di basket, ma è diventato un attore dalla presenza intensa e magnetica che lo rende elegante e attraente. L’Hollywood Reporter ce lo ricorda come un camaleonte dai mille volti: un mite gangster (Usual Suspects, 1995), un eccentrico avvocato baffuto (Las Vegas Parano, 1998), a quattro dita ladro (Snatch, 2000), un agente in una squadra di droga messicana nei territori del cartello (Traffic, 2001), un ex detenuto diventato fondamentalista cristiano (21 Grams, 2003), un indiano americano travagliato (Jimmy P.: Psychotherapy of a Plains Indian, 2013), un famoso spacciatore affascinante e terrificante (Paradise Lost, 2014).

Il presidente della giuria Un Certain Regard dello scorso anno era Uma Thurman. Il Festival di Cannes quest’anno si svolge dall’8 maggio al 19 maggio e avrà, oltre a Del Toro, anche Cate Blanchett tra i gradini più alti della manifestazione.

Francesco Paolo Lepore

Francesco Paolo Lepore

Redattore presso PJN e CinemaTown, laureato in Nuove Tecnologie dell'Arte, studente di Social Media Marketing. Il cinema è una costante della sua vita. Ha scritto e diretto diversi progetti per le università e il territorio. Amante dei mass media, ne studia minuziosamente i meccanismi utili alla comunicazione emozionale. Scrive da sempre, osserva da sempre, ricorda tutto da sempre.