Dylan

Dylan Dog #379 – Il tango delle anime perse – La recensione Dopo l'ottima storia del mese scorso Gigi Simeone ritorna sulle pagine di Dylan Dog, riuscirà a confermare l'ottimo trend degli ultimi mesi?

4529 0

Paul Morris, un ricco uomo d’affari, ha perso l’amatissima moglie Lara, morta suicida, con la quale condivideva la passione per il tango. A Dylan Dog, coadiuvato da Maria Trelkovski, spetta il compito di richiamare Lara dall’Aldilà per permetterle di ballare un ultimo tango con Paul.

Dopo l’ottimo numero di marzo, trovate qui la recensione, le mie aspettative erano abbastanza alte e sono contento che Simeoni le abbia rispettate. Anche in questo caso Dylan è consapevole degli eventi e non ne viene travolto come troppo spesso stava succedendo quando il nostro Old Boy è coinvolto appieno nell’indagine lo siamo anche noi e riusciamo a goderci al meglio la storia.

Simeoni si è calato perfettamente nella parte e ci regala l’ennesima storia sceneggiata alla perfezione, ricca di colpi scena e diversi piani di lettura.

L’idea di sviluppare la storia su tre fonti si rivela perfetta perché sarà lo stesso Dylan a capire quale delle tre strade lo porterà a concludere il suo caso. Ho apprezzato molto il tentativo di dare una sorta di continuity (seppur lieve) tra questo numero e il precedente, sono fortemente convinto che questa crescerà sempre di più perché il modo in cui e stata gestita fa intendere che Dylan e un certo personaggio avranno di nuovo a che fare.

Ai disegni troviamo Bruno Brindisi che disegna alla perfezione questo numero sfruttando un gioco di ombre e sfumature che rendono benissimo l’idea di due mondi ben distinti: il “nostro” e quello dei fantasmi.

L’idea di utilizzare una strana nebbia che prima avvolge la villa e poi la “trasporta” quasi in un’altra dimensione è stata resa benissimo dagli spettacolari disegni di Brindisi.

Questi ultimi due numeri stanno confermando una strada molto positiva che negli ultimi mesi la serie sta percorrendo e si nota un vero e proprio salto di qualità sia dal punto di vista grafico sia dal punto di vista della sceneggiatura. Le storie risultano essere più solide e meno caotiche perchè, come detto anche prima, se Dylan è consapevole di ciò che sta succedendo e gli eventi non lo travolgono tutto risulta più chiaro.

Il prossimo numero è in uscita il 28  aprile si intitola ” Nessuno è innocente” e il team artistico sarà composto da Paola Barbato ai testi e Franci Saudelli ai disegni.

Di seguito la sinossi del prossimo numero:

Che cos’ha a che fare l’arresto dell’Indagatore dell’Incubo con un incidente automobilistico durante il quale l’ispettore Carpenter ha perso la vista? È veramente Dylan il colpevole, come sembra? E qual è stato il ruolo di Bloch, anch’egli sotto accusa per gli anni trascorsi a passare nascostamente all’Old Boy dati sensibili e giudiziari riservati?

 

 

 

 

  • DISEGNI
  • TRAMA
  • DIALOGHI
4.8

Andrea Patruno

Nerd certificato dal 1991, ha imparato a leggere con Topolino e romanzi storici. Tutt'ora divora libri, fumetti, film e serie TV. Laureato in comunicazione e marketing, con specialistica successiva in comunicazione, con una tesi dal titolo "Nuovi media e comics nella multicanalitá: la modernità semantica emergente del fumetto".