Il Ciclo della fondazione diventerà una serie TV grazie a Apple TV? Le prime 3 opere della saga al centro di una trasposizione per il piccolo schermo da parte dello showrunner David S. Goyer

3433 0

In un periodo dove quasi ogni giorno ci giungono news riguardanti l’adattamento di opere letterarie, più o meno classiche per il piccolo e il grande schermo, era solo questione di tempo prima che qualcuno posasse gli occhi su uno dei capisaldi della fantascienza classica, Il Ciclo della Fondazione di Isaac Asimov.

Hari Seldon, primo e più grande psicostoriografo dell’Impero Galattico, utilizzando complesse funzioni matematiche da lui inventate e raccolte in una scienza definita “psicostoriografia” arriva alla conclusione che l’Impero Galattico sarebbe crollato entro 500 anni, e che prima della ricostituzione di un nuovo ordinamento galattico che potesse assicurare pace e tranquillità, sarebbero passati 30.000 anni di anarchia e barbarie. Nel tentativo di ridurre questo periodo di caos ad appena mille anni, Seldon, che nel frattempo ha acquistato potere e popolarità nella capitale dell’Impero, utilizzando la psicostoriografia spinge gli eventi per inviare su Terminus, pianeta nella periferia della galassia, una comunità di scienziati, che ufficialmente avranno l’incarico di creare una Enciclopedia Galattica, monumentale opera che dovrà mantenere intatto il sapere tecnologico e scientifico per le generazioni a venire

I diritti per la realizzazione di una serie TV della serie di opere che compongono Il Ciclo della Fondazione sono ora in mano di Apple TV, dopo che lo scorso giugno gli eredi dell’autore avevano concluso un accordo con Skydance Television per la produzione di una serie.

A lavorare sulla sceneggiatura di una prima serie, nelle vesti di produttori esecutivi del progetto oltre che showrunner troviamo David S. Goyer ( Batman vs Superman) e Josh Friedman ( Avatar 2)  i quali avranno modo di lavorare sui primi tre romanzi ( la saga è composta da 7 libri ) : Fondazione, Fondazione e Impero e Seconda Fondazione.

Non è la prima volta che il mondo di Hollywood approccia alle opere che sono valse ad Asimov un premio Hugo, ma la vastità e la complessità dei temi trattati all’interno dei romanzi ha scoraggiato e fatto fallire tutti i piano, compreso l’ultimo tentativo di Jonathan Nolan per la HBO di qualche anno fa.

Sicuramente quello di Apple TV è un piano ambizioso e in grado di attirare l’attenzione dei numerosissimi amanti dell’autore sparsi in tutto il globo.

Non ci rimane che aspettare per scoprire se questo tentativo andrà a buon fine.

Fonte: Deadline

 

 

Marcello Portolan

Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD