kinkazan

Kinkazan Squirrel Park: villaggio giapponese degli scoiattoli Dolcezza immersa tra storia e tradizione

6581 0

Il monte Kinka, anche noto come Kinkazan ( chiamato una volta con il nome di monte Inaba ), si trova nel cuore della città di Gifu , in Giappone.
A Gifu, si trova anche l’antico castello che prende il nome dalla città.
Lungo la teleferica di risalita del monte verso il castello, è possibile visitare il piccolo villaggio degli scoiattoli, chiamato “ Kinkazan Squirrel Park “.
Si può salire al castello anche a piedi lungo il parco di Gifu, un’escursione di circa un’ora.

Il castello di Gifu fu costruito per la prima volta dal clan Nikaidō tra il 1201 e il 1204 durante il periodo Kamakura .
Esattamente come il monte, anche il castello originariamente aveva un altro nome, precisamente castello di Inabayama.
Il maniero fu distrutto diverse volte, come nella battaglia del 1600.

Attualmente la struttura ospita diversi piani con mostre riguardo la storia del castello e della prefettura di Gifu di cui il monte, la fortezza e il villaggio degli scoiattoli sono un simbolo.
Mappe, armi, immagini e altri artefatti sono esposti nel maniero, mentre all’ultimo piano è possibile godere di una vista mozzafiato della città a 360 gradi.
Al castello è possibile accedere anche di notte per una visuale davvero spettacolare.

Il villaggio degli scoiattoli Kinkazan, non è molto grande, ma ospita moltissimi di questi piccoli animaletti.
Il prezzo per l’ingresso è davvero irrisorio, circa 200 yen.
All’interno del parco vi sono diverse strutture, costruzioni, tane per i piccoli roditori che lo abitano.
All’accesso al parco saranno illustrate diverse regole, come per esempio evitare di stringere i piccoli animaletti, di fare attenzione a non calpestarli, di non gridare o non disturbarli nelle loro attività quotidiane.

Inoltre sarà consegnato a ogni visitatore un guanto apposito per accarezzarli e dargli da mangiare nel modo più sicuro per noi e per loro.
Il personale del ” Kinkazan Squirrel Park “ segue i visitatori durante la loro permanenza, consegnando a ognuno del cibo per scoiattoli nel palmo della mano, attirando subito i piccoli animaletti.
Non temente, potrete interagire con loro davvero da molto vicino, molti di loro si arrampicano e saltano letteralmente sui visitatori pronti a sfamarli con una farina di mais e arachidi.
Per essere reindirizzati al portale web del parco CLICCATE QUI.

E voi?
Cosa ne pensate? Visitereste il villaggio degli scoiattoli?

Se siete interessati a queste avventure naturali, potete leggere l’articolo dedicato al Villaggio delle Volpi di Zao CLICCANDO QUI.
Non solo volpi, ma in Giappone esiste anche l’isola dei conigli, potete leggerne CLICCANDO QUI.
Conigli e volpi non sono di vostro gradimento? Allora potete visitare l’isola dei gatti, potete leggerne CLICCANDO QUI.

Francesca Bandini

Francesca Bandini

Totalmente avvolta nella sua bolla fatta di letteratura (principalmente fantasy, urban fantasy e distopico), ballo, recitazione, post produzione, cinematografia e fotografia. Cosplayer dal 2008. Dedita al violino come il celebre Sherlock Holmes, innamorata della chitarra come Jimi Hendrix (senza darle fuoco). Entra nel mondo del K-Pop senza passare dal via e fra i suoi gruppi preferiti del genere svettano Super Junior e AOA. Tanti anni prima sposa il genere J-Rock, dove i GazettE resteranno sempre sovrani nella sua playlist.