X-Men Blu:un nuovo artigliato bussa alla porta A partire dal numero 24 di X Men Blu un nuovo membro dell'albero genealogico artigliato entrerà a far parte del team

4487 0

ATTENZIONE SPOILER : Questo articolo fa riferimento alla numerazione USA

In qualsiasi team degli X-Men degno di questo nome, ci si aspetta di ritrovare un Wolverine come membro. In X-men Blu (questo mese in uscita il numero 24 negli USA) questo compito spetta a Jimmy Hudson, figlio  dell’artigliato canadese dell’universo Ultimate, catapultato nell’universo classico dopo la devastante saga “Secret Wars”.
Ritornando ad X-Men Blu va ricordato che i protagonisti principali, gli x men originali dislocati nel tempo ai giorni nostri, risultano dispersi nello spazio e quindi il loro mentore e capo, Magneto, si ritrova costretto a rimpinguare le proprie fila con nuovi elementi per contrastare la sempre crescente minaccia del Mothervine.

Cosa può esserci di meglio di un Wolverine in squadra? Due Wolverine!

C’è sempre un prezzo da pagare

In questo numero finalmente Magneto esce allo scoperto e decide di affrontare direttamente Sebastian Shaw a casa sua, il club Infernale. Qui il signore del magnetismo troverà un mutante enormemente più potente di quanto non lo fosse in passato in quanto lo stesso con Havok, Emma Frost, Sinistra e Bastion sono al lavoro per distribuire il misterioso Mothervine in giro per il mondo, per permettere l’evoluzione dei mutanti come specie dominante del pianeta.
Da quel che sappiamo il misterioso agente mutageno aumenta i poteri mutanti oppure ne dona di nuovi, ma come tutto c’è un prezzo da pagare, ed è proprio ciò che succede a Shaw durante il suo scontro con Magneto, in quanto i suoi nuovi poteri si ritorcono contro di lui. Uscendo vincente dallo scontro, Magneto decide di risparmiare la vita di Shaw a patto che quest’ultimo gli permetta di incontrare l’uomo dietro la creazione del Mothervine.

x-men-blue-mothervine-side-effect-png

Benvenuto alla festa

Nel frattempo ritroviamo Briar Raleigh, socia di Magneto, in viaggio verso la Spagna per reclutare il misterioso artigliato di cui si parlava in apertura. Curiosa la scelta della donna di tingersi di rosso i capelli rendendola una perfetta gemella della Vedova Nera.

L’incontro avviene all’interno di un coloratissimo nightclub ed il misterioso ospite altri non è che Daken, figlio del Wolverine dell’universo classico, dapprima nato come personaggio villain e divenuto poi un buono a seguito delle sue avventure con la sorella Laura.
Dopo alcuni momenti di flirt (ricordiamo che Daken ha il potere di sprigionare feromoni), Briar si scusa dell’assenza di Magneto che gli ha inviato un dono per invogliarlo ad unirsi alla sua squadra: due spade con lama completamente in adamantio, modellate dal signore del magnetismo in persona.

daken-briar-raleigh-meet-png

Le fila si ingrossano

Quindi dopo Polaris finalmente libera dall’influenza di Malice e Xorn recuperato dalle grinfie dei Marauders dell’universo Ultimate da Jimmy Hudson e Bloodstorm, la squadra di Magneto diviene sempre più forte, anche se l’Universo Marvel ci ha insegnato che non tutti quelli che vanno in battaglia con il signore del magnetismo riescono a ritornare sani e salvi.

Buona lettura…snikt!!

Fonte CBR

 

Pietro Citro

Pietro Citro

"La fantasia e l'immaginazione permettono all'uomo di evolversi", questo da sempre uno dei miei motti. Nerd fin da tenera età, lettore compulsivo di qualsiasi forma di carta stampata, adoro le librerie e tutti i segreti nascosti tra le pagine perchè, come si dice, ogni storia val la pena di essere raccontata e quindi letta.