Aliens: Salvezza e Sacrificio – La recensione la casa editrice SaldaPress riunisce sotto lo stesso volume Dave Gibbons, Peter Mulligan, Mike Mignola e Paul Johnson, in 2 imperdibili storie del panorama xenomorfo

6972 0

La casa editrice SaldaPress porta nel nostro paese un volume che unisce 2 delle storie più amate dell’universo espanso legato al franchise di Alien.
Aliens: Salvezza e Sacrificio racchiude in 112 pagine alcuni dei nomi più importanti del mondo del fumetto, un quartetto composto da Dave Gibbons, Peter Mulligan, Mike Mignola e Paul Johnson, che da soli offrono abbastanza motivazioni per un acquisto a scatola chiusa dell’albo.

Le 2 parti che compongono il titolo, Salvezza e Sacrificio, corrispondono ai titoli delle 2 storie, ma rappresentano anche il fulcro principale delle storie che compongono il volume. Le due storie hanno tematiche in comune, entrambe vedono il proprio protagonista alle prese con un mondo ostile, aggrapparsi alla propria fede in qualcosa di superiore. Un credo che si riflette nella loro strenua lotta per rimanere umani in una situazione che lentamente porta a galla l’istinto primario di ogni essere, quello della sopravvivenza ad ogni costo. Vedremo quindi la loro ricerca della salvezza, quella morale prima di quella “materiale” , e infine la loro accettazione del Sacrificio.


In Salvezza – scritto da Dave Gibbons( Watchman) e disegnato dagli straordinari Mike Mignola ( il papà di Hellboy ) e Kevin Nowlan – un membro dell’equipaggio della Nova Maru, fervente credente al limite del misticismo, è costretto insieme al suo capitano ad abbandonare la nave. Dopo un naufragio su un pianeta sperduto, i due scoprono ben presto che il carico mortale della Nova Maru li ha seguiti, obbligandoli così a una sfida all’ultimo sangue.

Aliens: Salvezza e Sacrificio
Gibbons nella sua storia porta il protagonista ad affrontare la più classica delle discese negli inferi, mettendo alla prova la sua incrollabile fede in Dio facendolo sprofondare più volte nel baratro, avvicinandolo alla perdita della sua umanità in maniera sempre più evidente, fino all’epilogo finale.
I disegni di Mike Mignola sono semplicemente perfetti per la storia, siamo agli albori della storia di Hellboy, nel 1993. Il suo tratto distintivo, quello che successivamente farà scuola è già presente con tutte le sue caratteristiche migliori, messe al servizio degli iconici Xenomorfi.


In Sacrificio– scritto da Peter Milligan e disegnato da Paul Johnson – una donna, bloccata su un pianeta isolato, si rifugia in un piccolo villaggio su cui grava la minaccia di uno xenomorfo. Gli abitanti del villaggio nascondono però un terribile segreto e, per scoprire la verità e salvarli, la donna dovrà affrontare i propri demoni interiori. Questa seconda storia dell’albo riesce a mostrare ancora più efficacemente quanto detto in precedenza sulla perdita di umanità. Milligan ci mostra cosa l’uomo riesce ad accettare per sopravvivere diventando a sua volta un mostro, non meno pericoloso da cui pensa di essere al sicuro.

Aliens: Salvezza e Sacrificio
Paul Johnson ha uno stile completamente diverso da Mignola, il suo tratto è pittorico, molto più realistico di quello visto in Salvezza. Il tocco di classe sono i suoi xenomorfi, cosi dettagliati da incutere realmente il giusto terrore.


Due storie complementari, al punto che è quasi possibile pensarla come una sola, con un livello di sceneggiatura e disegno decisamente  molto alto, tanto da rendere Aliens: Salvezza e Sacrificio un albo imprescindibile per i fan di Alien, che all’interno delle storie troveranno molto dei feedback che il primo, indimenticabile Alien cinematografico era in grado di dare

Con questo volume hard cover, disponibile al prezzo di 20,90€ per 112 pagine a colori, la casa editrice SaldaPress ha decisamente fatto centro.

Marcello Portolan

Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD