Dune: la conferma di Denis Villenueve Il film basato sulla saga di Herbert sarà diviso in due parti.

6546 0

Denis Villenueve negli ultimi anni si è ritagliato il suo personale angolo di paradiso hollywoodiano. Il suo film del 2011 La donna che canta è stato candidato come miglior film straniero, nel 2017 è stato candidato come miglior regista con Arrival e, mettendo da un lato il mezzo flop commerciale, il suo Blade Runner 2049 ha avuto riconoscimenti da parte della critica cinematografica. Infatti il film sequel del capolavoro di Ridley Scott è stato premiato agli Oscar e ai BAFTA per la fotografia e gli effetti speciali.
Ora Villenueve è impegnato nella produzione di Dune, grande pilastro della narrativa e del cinema fantascientifico.

Dune: sarà diviso in due film

Della produzione del film non se ne sa molto ma come abbiamo già avuto modo di scrivere su questo portale Dune nella testa del regista dovrà essere diviso in più film. Ora arriva la conferma. Il film verrà diviso ma i film verranno prodotti uno alla volta.

Vorrei poter dirigere entrambi i film allo stesso tempo, ma sarebbe stato troppo costoso.Denis Villenueve

Questo è quello che ha dichiarato a La Presse. Inoltre il regista aggiunge:

Eric Roth ha scritto la prima bozza (di Dune, nda) e in seguito ho lavorato per conto mio … Non mi sono divertito tanto dal punto di vista creativo da La donna che cantaDenis Villenueve

Il regista canadese producendo Dune sta coronando un suo sogno, ma sarà un percorso difficile e seminato da molti ostacoli. D’altronde anche Lynch ha avuto difficoltà condensando l’immenso mondo di Dune in un film di 2 ore e 17 minuti, ma nonostante questo riuscì a produrre un film che è considerato al giorno d’oggi una pietra miliare dei film di fantascienza. Purtroppo il pubblico e la critica coeva non apprezzarono la pellicola però Lynch, col passare del tempo, ha avuto un rivincita agrodolce. Ora è il turno di Villenueve, le premesse sono buone perché il regista canadese si è fatto valere in questi anni. Con Dune ora è tempo di giocarsi la carta che forse gli farà mettere nel suo scaffale dei trofei la tanto desiderata statuetta.

[Fonte: consequenceofsound.net ]
Andrea Castello

Andrea Castello

Forse il mio primo ricordo d'infanzia è giocare a PacMan per ore, il mio secondo ricordo sono le ore perse ad aspettare che il mio Commodore 64 caricasse un gioco, il terzo ricordo sono le ore consumate a vedere le VHS con i film registrati la sera prima fino a smagnetizzare il nastro. Sono appassionato di Arte, Musica e Video Games, recentemente entrato nel tunnel delle Serie Tv. Blogger, Scrittore e Sognatore recidivo.